Collegati con noi

Sport

Il Milan di Pioli umilia il Toro 7-0, Champions vicina

Avatar

Pubblicato

del

Dopo lo Stadium, il Milan conquista anche il Grande Torino: per i rossoneri e’ una passeggiata, il finale di 0-7 lo dimostra. I granata hanno gia’ la testa allo scontro salvezza di sabato contro lo Spezia, cosi’ subiscono l’umiliazione totale da Kessie e compagni. E adesso, conti alla mano, mancano solo tre punti per la conquista della Champions: tra il Cagliari e l’Atalanta, cosi’ i rossoneri avranno a disposizione due match point per tenere dietro la Juve.

Pioli conferma nove undicesimi della formazione che ha espugnato lo Stadium, gli unici due cambi sono forzati: l’infortunato Ibrahimovic e lo squalificato Saelemaekers vengono sostituiti da Rebic e Castillejo, si accomoda in panchina l’ex granata Meite. Le scelte di Nicola fanno immaginare che il tecnico pensi gia’ allo scontro diretto di sabato contro lo Spezia, infatti lascia fuori la coppia titolare Belotti-Sanabria per lanciare il tandem Zaza-Bonazzoli. ù

A riposo anche Verdi, Rincon, Ansaldi e Vojvoda, in difesa mancano Izzo e Nkoulou e ci sono Lyanco e Buongiorno insieme a Bremer. Il tecnico da’ anche una chance a Linetty e Rodriguez, pedine che durante la sua gestione hanno trovato pochissimo spazio. I rossoneri hanno un piglio diverso, la testa dei granata e’ gia’ in Liguria, cosi’ in meno di mezz’ora il Milan e’ avanti gia’ per 2-0. Hernandez trova il jolly da fuori area al 18′, Kessie riscatta il rigore sbagliato contro la Juve: Lyanco frana su Castillejo, l’ivoriano spiazza Sirigu.

Tra i due gol c’e’ spazio anche per un palo dell’esterno spagnolo. Il tris di Calabria e’ annullato per fuorigioco millimetrico, l’unica occasione per gli uomini di Nicola e’ un regalo di Calhanoglu al 38′: il turco sbaglia in impostazione e serve Zaza, l’attaccante invece di calciare passa a Bremer e Donnarumma para.

Pioli lascia negli spogliatoi Bennacer, ammonito, e comincia la ripresa con Meite, la sua squadra torna in campo con la voglia di chiuderla e dopo soli quattro minuti Diaz bissa il gol dello Stadium. Nicola rivoluziona il centrocampo al 56′ con Rincon, Verdi e Ansaldi, e’ praticamente l’inizio della fine.

In 17 minuti il Milan ne fa altri quattro con Diaz, Hernandez e la tripletta di Rebic. Con dieci gol sotto la Mole nel giro di quattro giorni, Pioli si avvicina sensibilmente all’obiettivo Champions, distante solo tre punti, mentre Nicola dovra’ lavorare sulla testa dei giocatori al Filadelfia: resettare tutto e presentarsi a La Spezia con un tracollo nel genere non sara’ cosi’ semplice, ma il Toro deve per forza per vincere per non rischiare di sprofondare.

Advertisement

Sport

L’Italia chiude a punteggio pieno, liquidato anche il Galles

amministratore

Pubblicato

del

L’Italia gestisce senza problemi il match contro il Galles, l’ultimo della fase a gironi di Euro 2020 che chiude a punteggio pieno (9 punti). In gol per gli azzurri nel primo tempo, Matteo Pessina che poi nel secondo si e’ fatto ammonire. Il Galles si e’ fatto vivo negli ultimi 45 minuti con Bale al 75esimo sbagliando il tiro. Ma il Galles ha praticamente giocato tutto il secondo tempo in 10 per un brutto fallo di Ampadu su Bernardeschi al 55 esimo: per lui rosso diretto e tanto nervosismo da parte dei suoi compagni.

Verratti ha indossato la fascia di capitano al posto di Bonucci che e’ uscito dopo il primo tempo e ha fatto posto ad Acerbi. Spazio anche a Raspadori e Cristante al posto di Jorginho e Bernardeschi. All’85esimo, fuori fra i fischi anche Bale, al suo posto e’ entrato Brooks e Devis al posto di William, esce Allen ed entra Levitt. Esordio al 86esimo di Castrovilli al posto di Pessina. E nel finale, esce anche Donnarumma per lasciare il posto a Sirigu. L’arbitro ha concesso tre minuti di recupero in una partita che, sotto alcuni aspetti, e’ stata una specie di test per valutare le condizioni di Verratti, rimasto in campo per tutti i 90 minuti.

Continua a leggere

In Evidenza

F1 in Francia, disastro Ferrari e vittoria a Verstappen

Avatar

Pubblicato

del

La Red Bull di Max Verstappen vince il Gran Premio di Francia al Paul Ricard di Le Castellet. L’olandese precede la Mercedes di Lewis Hamilton e il compagno di scuderia Sergio Perez. Male le Ferrari, entrambe fuori dalla top ten e dai punti con Carlos Sainz undicesimo e Charles Leclerc sedicesimo.  Quarta posizione nel Gran Premio di Francia per la Mercedes di Bottas che precede le Mclaren di Norris e Ricciardo. Settima la Alpha Tauri di Gasly davanti alla Alpine di Alonso ed alle Aston Martin di Vettel e Stroll.

Continua a leggere

In Evidenza

Judo, bronzo per la giovanissima Michela Terranova nella Coppa Europa in Croazia

Avatar

Pubblicato

del

Ancora una conferma importante per la giovanissima Michela Terranova che ha conquistato la medaglia di bronzo nella categoria 52 kg all’European Cup di Poreć Croazia. Cinque incontri dal profilo tecnico altissimo per sbaragliare le avversarie e salire sul podio.

Una settimana fa la ragazza, che vive sull’isola di Ischia, Napoli, con enormi difficoltà anche logistiche per potersi allenare e partecipare alle competizioni, è stata convocata dalla Nazionale Italiana di Judo per effettuare una settimana di ritiro pre gara presso il centro Olimpico di Lignano dove hanno effettuato la preparazione e la Bolla come prevedono le leggi Covid.

Ed è arrivata la medaglia, a conclusione di un lavoro continuo e certosino fatto di tanti allenamenti tecnici e di preparazione atletica della giovanissima Michela, classe 2005, figlia d’arte: suo padre Rosario, pure lui judoka, istruttore, è ovviamente felice del successo.

Una grande soddisfazione per tutta la comunità di Ischia visto che si trattava della prima gara internazionale post pandemia.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto