Collegati con noi

Napoli

Il lungo addio di Marek Hamsik, lo slovacco canta alla festa del medico del Napoli De Nicola e si allena come se nulla fosse accaduto: ma il Dalian lo aspetta

Avatar

Pubblicato

del

È un lungo addio quello di Marek Hamsik. Un congedo che  è cosa fatta ma i dettagli del passaggio del capitano azzurro al Dalian, in Cina vanno perfezionati. Sono comunque i suoi ultimi giorni all’ombra del Vesuvio.  Hamsik ha partecipato alla festa di compleanno del medico del Napoli Alfonso De Nicola dove si è divertito ed ha intonato un classico della canzone napoletana, “O’ surdato ‘nnamurato”. Lui ancora non si  sbilancia sui tempi della sua partenza.

Lo slovacco scherza. Nella foto con mister Ancelotti e il professor Antonio Giordano in visita a Castelvolturno

Oggi si è allenato con i compagni, a fine seduta ha postato una foto di gruppo finale con i compagni a Castel Volturno. La trattativa con il Dalian è in dirittura d’arrivo e dovrebbe concretizzarsi nei prossimi giorni con le firme sui contratti e l’incasso da parte del Napoli di venti milioni di euro, più cinque di bonus per lo slovacco che firmerà un contratto triennale da circa 9 milioni l’anno. In attesa del bonifico dalla Cina, però, Hamsik resta in azzurro e se la trattativa dovesse slittare alla prossima settimana potrebbe partecipare tranquillamente alla trasferta di Firenze. Lo slovacco, amatissimo capitano dei partenopei, lascia Napoli dopo dodici anni e da recordman assoluto di presenze (520) e di gol (121) nella storia azzurra. Intanto il Napoli guarda al futuro. Il club ha consegnato la lista all’Uefa senza Marco Rog, passato in prestito al Siviglia, ma con Amin Younes, guarito dall’infortunio e pronto a tentare l’assalto al trofeo europeo. Gli azzurri dopo la trasferta contro la Fiorentina si ritufferanno infatti in Europa con l’andata dei sedicesimi di finale nella sera di San Valentino contro lo Zurigo. Un match che Hamsik vedra’ dalla Cina, ripensando ai suoi 12 anni in maglia azzurra.

Advertisement

Cronache

Pasqua a Napoli: tutti in fila per Caravaggio a Capodimonte

Avatar

Pubblicato

del

Lunghe file al museo di Capodimonte per la mostra “Caravaggio Napoli”: solo nel lunedi’ in albis 2396 ingressi. Molti visitatori hanno scelto il biglietto integrato (con 1 solo euro di differenza infatti e’ possibile visitare anche il museo con le preziose collezioni e le altre due mostre in corso: Depositi di Capodimonte e Jan Fabre). A dieci giorni dall’inaugurazione, l’esposizione ha superato i 10mila ingressi e si prepara alle prossime festivita’: 25 aprile e 1 maggio. Positivo anche il confronto con lo scorso anno: nonostante la Pasqua 2018 coincidesse con la prima domenica ad ingresso gratuito, tutto il weekend di Pasqua 2019 fa registrare un incremento del 30%. Soddisfatto il direttore Sylvain Bellenger: “Siamo giunti a queste festivita’ con un’offerta culturale variegata: ben 3 mostre (Caravaggio, Fabre e Depositi) e un museo sempre piu’ accessibile con tutte le sezioni aperte, dalla ritrovata collezione De Ciccio all’Armeria Farnesiana e borbonica fino all’arte contemporanea”.

Continua a leggere

Cronache

Pasqua col boom di turisti per Pompei, Ercolano e il Vesuvio

Avatar

Pubblicato

del

Il Vesuvio tra le mete preferite a Pasqua dai turisti nonostante il tempo incerto: per l’intera giornata di oggi sono stati 4.388 gli accessi al Gran Cono, la vetta dalla quale si ammira il Golfo di Napoli, le isole di Ischia e Capri e il panorama dei comuni vesuviani. ”Sono molto soddisfatto di questi risultati, vuol dire che il lavoro di promozione e valorizzazione che come Ente Parco stiamo svolgendo sta dando i suoi frutti” dice il presidente dell’Ente Parco Nazionale del Vesuvio, Agostino Casillo. ”Oltre ai numeri del Gran Cono sentiero numero 5 che è la nostra punta di diamante – prosegue – a breve avremo i dati dei flussi turistici anche su tutti gli altri sentieri e i punti di interesse del Parco con i quali dimostreremo che l’intera area protetta e’ un grande attrattore turistico che genera un indotto importantissimo”. Affluenza da record anche nei siti archeologici vesuviani: a Pompei oggi – secondo quanto fa sapere la Soprintendenza – sono stati superati i 18mila accessi e al Parco archeologico di Ercolano sono stati sfiorati i 2.400.

Continua a leggere

Cronache

Reddito, i licenziati della Fca restano su campanile: aspettiamo fatti, vogliamo reddito di cittadinanza

Avatar

Pubblicato

del

”Non scendiamo, resteremo sul campanile fino a martedì. E se dall’Inps arriveranno soluzioni concrete, messe nero su bianco, solo allora scenderemo”. Lo ha detto Mimmo Mignano, uno dei cinque ex lavoratori dello stabilimento Fca di Pomigliano d’Arco, licenziati nel 2014, da stanotte sul campanile della chiesa del Carmine di Napoli insieme ad un collega, commentando la telefonata ricevuta dal presidente dell’Inps di Napoli che gli comunicava un appuntamento per martedì prossimo per risolvere la questione tecnica che ha impedito loro di ricevere il reddito di cittadinanza. ”Siamo stati raggirati troppe volte – ha aggiunto Mignano – lo stesso ministro Di Maio ed il suo staff ci hanno fatto tante promesse, ma nessuna ha avuto seguito. Non abbiamo nulla contro il presidente dell’Inps, ma capisca la nostra situazione e la nostra disillusione verso le promesse. Siamo decisi a restare qui sopra fino a quando non avremo la certezza di soluzioni”.

Continua a leggere

In rilievo