Collegati con noi

In Evidenza

Il Liverpool ribalta il Barcellona con un 4 a 0 bellissimo e vola a Madrid per la finale di Champions

Avatar

Pubblicato

del

Clamoroso ad Anfield Road. Il Liverpool ribalta lo 0-3 dell’andata ed elimina il Barcellona dalla semifinale di Champions League, qualificandosi per la finale che si disputera’ nello stadio Wanda Metropolitano di Madrid sabato primo giugno. E’ stata un’impresa con pochi precedenti, quella dei ‘Reds’ di Jurgen Klopp, che e’ maturata fin dai primi minuti di gioco, allorche’ il belga Origi ha portato in vantaggio i suoi dopo soli 7′. Privi di due big del calibro di Salah e Firmino, gli inglesi hanno aggredito da subito il Barca, impedendo qualsiasi trama di gioco e irretendo in particolare Leo Messi, lontano anni luce da quello ammirato mercoledi’ scorso nel Camp Nou, quando realizzo’ una fantastica doppietta. I primi 15′ del Liverpool sono stati impressionanti, per dinamismo e qualita’, mentre la squadra di Ernesto Valverde e’ rimasta a guardare: sullo sfondo sono riaffiorati i fantasmi di un anno fa quando – dopo il 4-1 dell’andata – i blaugrana vennero schiaffeggiati dalla Roma all’Olimpico (3-0). Messi ha fallito una ghiotta occasione nel primo tempo, poi piu’ nulla. Nella ripresa il Liverpool ha ricominciato a spingere in maniera dirompente e gia’ al 9′ ha fatto centro con il nuovo entrato Wijnaldum, che ha insaccato con la complicita’ di Marc Andre’ Ter Stegen. Ancora 2′ ed e’ arrivato il 3-0 dei ‘Reds’ grazie ancora a Wijnaldum che, di testa, ha calato il tris nella porta dell’immobile estremo difensore tedesco.

Il 3-0 ha mandato al tappeto i catalani che non sono stati piu’ in grado di impensierire l’ex romanista Alisson (l’anno scorso lui c’era nel tracollo romano di Messi e compagno) e anzi hanno subito il gol che li ha eliminati. Ancora una volta e’ stato l’attaccante belga Origi, servito da Alevander-Arnold, a fare centro, facendo esplodere uno stadio che non ha mai smesso di credere a un’impresa che in molti consideravanp proibitiva. Invece, si e’ materializzata una de’bacle storica per i blaugrana che, ancora una volta, vedono sfumare il ‘triplete’. Il Liverpool, invece, per il secondo anno consecutivo conquista la finale e magari sogna il derby contro il Tottenham, che domani sera cerchera’ un’altra impresa targata Premier League nella Cruijff Arena di Amsterdam contro i ragazzini terribili dell’Ajax.

Advertisement

Cronache

Sanità a Napoli, ancora atti vandalici al San Giovanni Bosco

Avatar

Pubblicato

del

Una serratura forzata ed una vetrata danneggiata. Sono gli ultimi due atti intimidatori che hanno come bersaglio l’ospedale San Giovanni Bosco di Napoli e che, secondo il commissario dell’ASL Napoli 1 Ciro Verdoliva, “sono tentativi di marcare il territorio da parte di chi fino a poco tempo fa svolgeva attivita’ illecite o non autorizzate all’interno dell’ospedale”. Gli episodi di stanotte che hanno interessato un vetro dell’ex bar e la porta della direzione amministrativa seguono altri atti vandalici, l’ultimo dei quali l’allagamento di alcuni bagni con liquami fuoriusciti dai servizi igienici. ”Da quando abbiamo chiuso il bar che svolgeva senza autorizzazione l’attivita’, rimosso i distributori di merendine abusivamente istallarti nei reparti e allontanato i parcheggiatori abusivi che si erano appropriati dei piazzali antistanti siamo stati continuamente oggetto di queste intimidazioni. Vogliono riappropriarsi del territorio – conclude Verdoliva – ma non lo consentiremo perchè noi tutti, gli uomini e le donne che qui come altrove in citta’ svolgiamo professionalmente la nostra missione, siamo piu’ forti di loro”.

Continua a leggere

Cronache

La sorella del capo del clan dei Casalesi Michele Zagaria non è una mafiosa, assolta dall’accusa di associazione per delinquere: è in carcere per ricettazione

Avatar

Pubblicato

del

Assolta, in Appello, dal reato di associazione di stampo mafioso Beatrice Zagaria, sorella del capoclan Michele Zagaria, arrestato dopo oltre 16 anni di latitanza. E’ la sentenza emessa poco fa dalla V sezione della Corte di Appello di Napoli (presidente Luisa Toscano) nell’ambito del processo sugli “stipendi” alle cognate del boss. Beatrice Zagaria, attualmente in carcere, è stata condannata a tre anni per ricettazione. Il legale di Beatrice Zagaria, l’avvocato Angelo Raucci, ha annunciato di fare istanza di scarcerazione per la sua cliente. Nel procedimento giudiziario figuravano sul banco degli imputati anche le mogli di tre fratelli di Michele Zagaria (Pasquale Carmine e Antonio), Francesca Linetti, Tiziana Piccolo e Patrizia Martino, alle quali i giudici di secondo grado hanno inflitto una condanna a due anni di reclusione (pena sospesa) per ricettazione. Assolta anche Paola Giuliano, moglie di Aldo Nobis, ritenuto elemento di spicco del clan dei Casalesi.

Continua a leggere

Cronache

Accusata di avere tentato di avvelenare la figlia, assolta madre

Avatar

Pubblicato

del

Assolta perche’ “il fatto non sussiste” Marina Addati, la 31enne di Napoli accusata di tentato omicidio per avere somministrato alla figlia di tre anni per due volte droghe e sedativi con il biberon mentre la bimba era ricoverata all’ospedale Bambino Gesu’ di Roma. Lo hanno deciso i giudici della quinta sezione penale dopo una camera di consiglio durata quasi tre ore. La Procura aveva sollecitato una condanna a 12 anni e mezzo. Durante la lettura della sentenza la donna e’ scoppiata in lacrime abbracciando il marito. La vicenda giudiziaria per Addati,pero’, non si chiude qui: la donna e’, infatti, sotto inchiesta a Napoli in quanto accusata di avere tentato di “avvelenare” anche la sua figlia piu’ piccola usando le stesse modalita’. La donna venne arrestata nel gennaio del 2017 e il Tribunale per i minori di Napoli chiese ed ottenne la sospensione “dell’esercizio della responsabilita’ genitoriale” nei confronti della donna e del marito.

Continua a leggere

In rilievo