Collegati con noi

Cronache

Il legale di Cristiano Ronaldo: prove contro CR7 fasulle, presto chiederemo i danni

Pubblicato

del

Nessuno stupro, molestia, violenza. Il rapporto sessuale tra Cristiano Ronaldo e Kathryn Mayorga fu “assolutamente consensuale”. L’accordo di riservatezza che seguì non ha alcun significato “di ammissione di colpa”. I concetti li fissa Peter S. Christiansen, legale statunitense di Cristiano Ronaldo. È lui per ora a curare il caso del presunto stupro avvenuto nel 2009. E lo fa con un comunicato. Il legale sottolinea anche che molta parte dei documenti diffusi dai media nei giorni scorsi a volte “manipolati”, spesso anche “fabbricati ex novo”. 

Secondo il legale, “Ronaldo in quell’occasione si è limitato a seguire i consigli dei suoi rappresentanti, per mettere fine a delle accuse oltraggiose. I documenti che contengono presunte dichiarazioni di Ronaldo, riportati dai media, sono pure invenzioni”. L’avvocato Christiansen spiega a questo proposito che “nel 2015 decine di entità, compresi degli studi legali, in diverse parti d’Europa sono stati attaccati e molti dati che avrebbero dovuto rimanere privati sono stati rubati da un cyber criminale. Questo hacker – continua l’avvocato di Ronaldo – ha poi tentato di vendere i dati, e un mezzo di comunicazione ha finito, irresponsabilmente, per pubblicare parti significative di questi dati rubati, e che peraltro erano state alterate o fabbricate. Una volta di più – aggiunge -, affinché non ci siano dubbi, ribadisco che la posizione di Cristiano Ronaldo è sempre stata, e continuerà ad essere, che quanto è accaduto nel 2009 a Las Vegas è stato completamente consensuale. Cristiano nega con veemenza tutte le accuse contenute in questa azione civile, coerentemente con quanto ha fatto negli ultimi 9 anni”. E dunque, altro che stupro. Altro che altre donne che si fanno avanti a denunciare altri stupri o molestie. Perché, spiega il legale di CR7, è probabile che appena tutto questo fango di depositerà, e si potrà vedere con chiarezza tutto quello che sta accadendo, Ronaldo non si difenderà ma attaccherà. E per molti impostori, calunniatori o estorsioni, potrebbero esserci denunce e richieste di danni.

Advertisement

Cronache

Giovane incensurato ferito a colpi d’arma da fuoco a Napoli

Pubblicato

del

Un giovane incensurato di 20 anni nella notte è stato ferito con un colpo d’arma da fuoco all’addome. Soccorso dal personale del 118 e portato all’ospedale Cto è stato trasferito in sala operatoria e ricavato. L’operazione è terminata ed è ora fuori pericolo. I sanitari dell’emergenza erano intervenuti in piazza Cavour Dai primi accertanti effettuati dai carabinieri della compagnia Napoli Stella sembra che il 20enne, residente nel quartiere Stella, poco prima, fosse a bordo di una moto in compagnia di un amico al momento non ancora rintracciato. Mentre i due erano in via Foria sarebbero stati avvicinati da sconosciuti centauri che, per cause ancora in corso di accertamento, avrebbero sparato al 20enne. Indagini in corso da parte dei carabinieri della Napoli Stella

Continua a leggere

Cronache

Sciopero Circumvesuviana, disagi per i turisti a Ercolano

Pubblicato

del

Disagi, questa mattina, per turisti e pendolari delle linee Eav della Circumvesuviana a causa di uno sciopero aziendale proclamato dalle 8.25 alle 12.25. Alla stazione Circumvesuviana ‘Ercolano Scavi’ non pochi gruppi di turisti hanno appreso la notizia dello sciopero, comunicata anche con manifesti affissi alla biglietteria. Sul tabellone elettronico i treni diretti a Naploi, Torre Annunziata a Poggiomarino e Sorrento sono accompagnati dalla scritta ‘Soppresso’. C’è chi era diretto a Napoli chi al mare a Sorrento come una coppia di italiani che ha preferito sostare all’ esterno della stazione aspettando che terminasse lo sciopero, chi agli Scavi di Pompei e chi semplicemente ha deciso di cambiare il programma della giornata. Alcuni turisti hanno chiesto informazioni sulle mete del viaggio alla cooperativa Vesuvio’s Express e a taxisti nel piazzale stazione. In difficoltà anche molti pendolari, tra cui lavoratori della domenica rimasti spiazzati dallo sciopero che era stato comunque annunciato.

Continua a leggere

Cronache

Concorsi truccati ateneo Genova: Tar reintegra ex prorettrice

Pubblicato

del

Il Tar della Liguria ha accolto il ricorso della professoressa di Sanremo Lara Trucco, docente di Diritto costituzionale ed ex prorettrice dell’Università di Genova, con il quale chiedeva la cessazione della sospensione cautelare dal servizio e il contestuale reintegro, a seguito dell’inchiesta sui cosiddetti concorsi truccati nella quale era rimasta coinvolta. In particolare la docente chiedeva l’annullamento della nota con cui “il rettore dell’Università di Genova aveva riscontrato negativamente l’istanza di cessazione degli effetti del decreto rettorale con il quale è stata disposta la sospensione cautelare dal servizio”.

La professoressa era indagata in relazione ad alcuni procedimenti per la selezione di assegnisti di ricerca, ricercatori e docenti universitari. Inizialmente sottoposta agli arresti domiciliari, ottenne poi la misura dell’obbligo di dimora, a sua volta sostituita con la misura interdittiva della sospensione dal pubblico ufficio dell’insegnamento universitario e di presidente e componente delle commissioni giudicatrici di concorsi universitari. In giudizio si è costituita l’Università, la quale ha chiesto attraverso i propri legali l’inammissibilità del ricorso.

Istanza che è stata rigettata. “I reati contestati all’odierna ricorrente – si legge nella sentenza – riguardano esclusivamente le procedure di selezione di alcune figure della carriera universitaria. Ne consegue che non si ravvisa alcun pericolo nella ripresa dell’attività didattica e di ricerca”. Il collegio ha così accolto il ricorso, annullando il provvedimento impugnato e condannando l’Università di Genova “a reintegrare in servizio la ricorrente e a corrispondere alla stessa la retribuzione dovuta a far data dall’adozione del provvedimento impugnato”.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto