Collegati con noi

Ambiente

Il grande gelo si abbatte sull’Italia, è allerta da nord a sud per la neve e il ghiaccio

Avatar

Pubblicato

del

Il gelo che ha colpito in queste ore l’Italia continuerà a sferzare nelle prossime ore in particolare le regioni meridionali. Continueranno infatti gli effetti del flusso di correnti fredde provenienti dal nord Europa che ancora nelle prossime ore comportera’ il persistere di forti venti al sud e una sensibile diminuzione delle temperature con nevicate a quote molto basse su Sicilia e Calabria. Per questo la Protezione civile ha emesso un nuovo avviso di condizioni meteorologiche avverse: allerta gialla per la giornata di domani su Abruzzo e su gran parte della Sicilia. Le massime diurne di sabato risulteranno pero’ in contenuto rialzo, preludendo a un aumento piu’ significativo nella giornata di domenica. Il forte vento ha contribuito ad alimentare un vasto incendio divampato ieri sera sul monte Martica, in provincia di Varese, che ha visto oggi impegnati oltre 150 uomini e distrutto centinaia di ettari di bosco. Coldiretti intanto lancia l’Sos per le campagne e fa sapere che per preservare gli allevamenti alcuni allevatori stanno mettendo i cappotti ai vitellini. E’ arrivata la neve nelle Marche, soprattutto nelle zone terremotate appenniniche del Fermano, Ascolano e del Maceratese. La neve e’ caduta anche in diverse zone dell’Umbria, non solo sull’Appennino: imbiancate Foligno e tutta la zona di Gualdo Tadino e Gubbio. Disagi si sono registrati lungo la Flaminia nel Folignate. Neve e ghiaccio su gran parte del Molise, in particolare quello centrale e occidentale, con temperature in ulteriore calo.

Le temperature hanno raggiunto i -11 gradi a Capracotta (Isernia). La Basilicata oggi si e’ svegliata sotto la neve e con temperature di alcuni gradi sotto lo zero: i disagi principali sono stati segnalati nella provincia di Matera. A causa del maltempo, il sindaco di Potenza, Dario De Luca, ha disposto la chiusura degli asili nido per le giornate di oggi e domani. In tutta la Basilicata poi sono state rinviate tutte le gare di calcio a 11 dei campionati regionali. Problemi nell’Aquilano, sull’altopiano delle Cinque Miglia dove, all’abbondante nevicata, si sono aggiunte raffiche di vento di forte intensita’. La notte scorsa a Campobasso, dove l’altezza delle neve ha raggiunto circa 30 centimetri, si sono registrati -4 gradi, picchi piu’ elevati nelle zone di montagna. Neve e freddo pure a Salerno e nella zona a Sud: la neve ha imbiancato diversi centri del Vallo di Diano, Tanagro ed Alburni, con rallentamenti per la circolazione veicolare. Il Sannio si e’ svegliato completamente imbiancato e con le temperature sotto lo zero. Tormente di neve nelle zone interne dell’Irpinia. Disagi si sono verificati nel traffico aereo negli aeroporti pugliesi: 24 voli sono stati complessivamente cancellati o dirottati negli aeroporti di Brindisi e Bari. Nevica a bassa quota e sulla costa nel territorio della provincia di Barletta-Andria-Trani e le raffiche di vento continuano a battere il territorio.

A Barletta hanno causato la caduta di tre grossi pini nei pressi del castello. Fiocchi su Palermo e le colline attorno; neve anche sulla sommita’ di Montepellegrino, vicino al santuario. Eolie ancora isolate; in alcune isole dell’arcipelago e’ nevicato a bassa quota. Una leggera spruzzata di neve ha ricoperto il Vesuvio. Temperature in picchiata anche in Sardegna, con il record a Fonni, nel nuorese, dove la minima oggi e’ stata di -8 gradi. Il 70% dei treni regionali vengono garantiti da Fs. Con l’arrivo del gelo il Vaticano ha dato l’avvio al Piano freddo che prevede piu’ posti letto a disposizione dei senzatetto e la distribuzione di un numero maggiore di sacchi a pelo.

Advertisement

Ambiente

Bandiere Blu, quest’anno ce ne sono 12 in più in Italia

Avatar

Pubblicato

del

Aumentano quest’anno in Italia le Bandiere Blu, i riconoscimenti ai comuni marinari e lacustri con le acque più pulite e il maggior rispetto dell’ambiente. Sono 195 i Comuni italiani che le hanno ottenute nel 2020, 12 in più rispetto ai 183 dell’anno scorso. I nuovi ingressi sono 12, e non c’è nessuna uscita. Hanno ottenuto il riconoscimento anche 75 approdi turistici. Le Bandiere Blu sono attribuite ogni anno dalla ong internazionale FEE (Foundation for Environmental Education, Fondazione per l’educazione ambientale), basandosi sui prelievi delle Arpa, le agenzie ambientali delle Regioni. E già questo dovrebbe essere indicativo della serietà delle attribuzioni. Ma vediamo quali sono le 12 new entry per i comuni: Gozzano (Piemonte), Diano Marina (Liguria), Sestri Levante (Liguria), Montignoso (Toscana), Porto Tolle (Veneto), Vico Equense (Campania), Isole Tremiti (Puglia), Melendugno (Puglia), Rocca Imperiale (Calabria), Tropea (Calabria), Siderno (Calabria), Ali’ Terme (Sicilia). Fra gli approdi arrivano quest’anno Cala Cravieu (Celle Ligure, Liguria), Vecchia Darsena Savona (Savona, Liguria), Cala Gavetta (La Maddalena, Sardegna), Marina Porto Azzurro (Porto Azzurro, Toscana), Porto degli Aragonesi (Casamicciola, Ischia, Campania). Perdono la Bandiera Blu nel 2020 il Porto turistico Marina di Policoro (Policoro, Basilicata) e la Marina del Nettuno (Messina, Sicilia).

Casamicciola. Quello che vedete è il Porto degli Aragonesi

La Liguria sale a 32 localita’, con due nuovi ingressi, e guida la classifica nazionale. Segue la Toscana con 20 localita’ (un nuovo ingresso). La Campania raggiunge le 19 Bandiere con un nuovo ingresso. Con 15 localita’ seguono le Marche. La Puglia conquista due nuove localita’ e raggiunge 15 Bandiere, mentre la Sardegna riconferma le sue 14 localita’. Anche la Calabria va a quota 14 con tre nuovi ingressi, mentre l’Abruzzo resta a 10. Il Lazio conferma le 9 Bandiere, cosi’ come 9 sono quelle del Veneto, che segna un nuovo ingresso. L’Emilia Romagna conferma le sue 7 localita’, mentre la Sicilia ne guadagna una, passando a 8 Bandiere. La Basilicata conferma le sue 5 localita’, il Friuli Venezia Giulia conferma le 2 Bandiere dell’anno precedente. Il Molise rimane con 1 Bandiera. Quest’anno aumentano le Bandiere sui laghi, che premiano 18 localita’. Si registra un nuovo ingresso in Piemonte, che ottiene 4 Bandiere. Rimangono invariati il Trentino Alto Adige, con 10 localita’, e la Lombardia, con 1. I 195 Comuni italiani premiati, per complessive 407 spiagge, corrispondono a circa il 10% delle spiagge premiate a livello mondiale.

Continua a leggere

Ambiente

L’Oreal stanzia 150 milioni per donne vulnerabili e per ambiente

Avatar

Pubblicato

del

L’Oreal, nel contesto degli effetti della pandemia da coronavirus, annuncia L’Oreal for the future, un programma di solidarietà sociale e ambientale. Lo scopo è gestire due priorit. La prima è supportare le organizzazioni che sostengono le donne particolarmente vulnerabili, ovvero le prime vittime della crisi sociale ed economica causata dalla pandemia, istituendo un fondo di beneficenza del valore di 50 milioni di euro per sostenere le organizzazioni attive sul campo e gli enti benefici locali nel loro impegno per contrastare la poverta’. La seconda e’ contribuire alla rigenerazione degli ecosistemi naturali danneggiati e partecipare attivamente alla lotta al cambiamento climatico, con investimenti a impatto ambientale di 100 milioni di euro, suddivisi in parti uguali per la rigenerazione e e per la prevenzione. “Nei prossimi mesi – ha dichiarato il presidente e ceo Jean-Paul Agon – le nostre societa’ affronteranno crisi sociali che comporteranno situazioni di grande sofferenza umana, specialmente per i piu’ vulnerabili.

Continua a leggere

Ambiente

Ricerca pubblicata dal Marine Mediterranean Science, ecco il mare che verrà studiando la posidonia dell’ecosistema marino di Ischia

Avatar

Pubblicato

del

L’aumento dell’anidride carbonica (CO2) nell’atmosfera a causa principalmente della deforestazione operata dall’uomo, dell’uso di combustili fossili e di altre emissioni di natura antropica, produce effetti devastanti anche sugli oceani. Per sua natura il mare assorbe CO2 dall’atmosfera, ma una maggiore concentrazione di questo composto innesca una serie di reazioni chimiche che riducono il pH dell’acqua, aumentandone l’acidità. Ciò causa impatti diffusi che potrebbero compromettere il ruolo ecologico e le funzionalità di interi ecosistemi. Un nuovo studio italiano, frutto della collaborazione scientifica tra il Dipartimento di Biologia ambientale della Sapienza e la Stazione zoologica Anton Dohrn di Napoli, ha osservato e valutato gli effetti della acidificazione delle acque sulla pianta marina Posidonia oceanica lungo le coste di Ischia, uno degli ecosistemi costieri più ricchi e importanti del nostro mare. I risultati della ricerca, pubblicati sulla rivista Marine Mediterranean Science, hanno una valenza per altre aree geografiche e sistemi ecologici marini esaranno applicabili e generalizzabili su ampia scala. Lo studio mette in evidenza come una sostanziale alterazione dei livelli di acidità delle acque generi una serie di effetti a cascata che potrebbero compromettere l’intero ecosistema.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto