Collegati con noi

Cronache

Il direttore del parco archeologico di Paestum Gabriel Zuchtriegel: “Basta coi social: mi cancello da Facebook”

Avatar

Pubblicato

del

“Non voglio più far parte di una rete che dissemina odio e violenza. E che sostituisce il dialogo vero con link ed emoticon: ho cancellato il mio profilo Facebook personale”. Così Gabriel Zuchtriegel, il direttore del Parco archeologico di Paestum ha annunciato la chiusura del suo profilo sul social più famoso al mondo. Quella del direttore del parco archeologico in provincia di Salerno è stata una scelta consapevole maturata “all’indomani del tragico attentato in Nuova Zelanda dove il terrorista ha pubblicato in diretta internet i suoi assassinii. Non intendo assistere più a una tale caduta dei valori umani: è una situazione allarmante”. 

Tedesco di nascita e napoletano d’adozione, 37 anni e papà di due bimbi, Gabriel Zuchtriegel ha fatto una scelta ‘coraggiosa’ al giorno d’oggi. In casa del giovane direttore non c’è la televisione. Anche questa una scelta ponderata. Così come quella di non essere più presente su Facebook 

Advertisement

Cronache

Morgan, domani lo sfratto: “un grande dolore, un lutto”

Avatar

Pubblicato

del

Domani, dopo il rinvio per motivi di salute del 14 giugno scorso, e’ previsto lo sfratto di Morgan, all’anagrafe Marco Castoldi, dalla sua casa di Monza, in esecuzione del pignoramento deciso dal Tribunale di Monza a fine 2017. “Per me rappresenta un grande dolore che si aggiunge ad una vita complessa e tragica che trova un senso nella creativita’ ma e’ innegabilmente piena di ferite” ha scritto Morgan alla persona che dovra’ entrare nella sua casa in una conversazione whatsapp che e’ stata resa nota dal suo ufficio stampa. “Io devo elaborare questa nuova sofferenza come si elabora un lutto, con forza e statura morale”, dice Morgan. La mamma di Morgan, sempre in una conversazione whatsapp resa pubblica, lo consola “so che la cosa per te ha tanti ricordi ma uno giovane come te ha anche bisogno di cose nuove. Confido in una tua maturita’. Sorridi il lavoro ti va bene, hai tanta gente che ti vuole bene, sei un musicista”.

Continua a leggere

Cronache

Truffe agli anziani: sgominata banda con base a Napoli, sequestrati 200mila euro

Avatar

Pubblicato

del

– Ammonta a circa 200mila euro, tra gioielli e denaro, la refurtiva recuperata dai carabinieri di Siena in oltre 50 episodi di truffa ai danni di anziani avvenuti in gran parte del centro Italia e che ha portato a sgominare una banda criminale con base a Napoli. L’operazione ‘Vulturius’, che ha visto l’impiego di oltre 100 militari dei comandi di Siena, Napoli, Milano, Brescia, Rimini e Pistoia, e’ stata illustrata oggi nella citta’ del Palio. Undici dei dodici provvedimenti cautelari, emessi dal gip del tribunale di Siena, sono stati eseguiti tra Napoli e Milano. Uno dei malviventi e’ ancora latitante. Sette le misure cautelari in carcere, tre ai domiciliari e due obblighi di dimora. Nel corso dell’operazione sono stati effettuati altri sei arresti in flagranza. Perquisizioni anche a Brescia, Rimini e Pistoia. I reati contestati vanno dall’associazione per delinquere finalizzata alla truffa o all’estorsione, alla truffa aggravata; dal favoreggiamento personale o reale alla ricettazione.

Continua a leggere

Cronache

Milano capitale delle truffe sanitarie e delle richieste di finanziamenti pubblici illeciti, centianaia di denunciati negli ultimi mesi

Avatar

Pubblicato

del

La Guardia di Finanza ha scoperto casi di illegittima percezione o richiesta di finanziamenti pubblici, comunitari e nazionali, per circa 183 milioni di euro, con la denuncia all’autorità giudiziaria di 338 persone. Individuate truffe nel settore previdenziale e nella spesa sanitaria per circa 10 milioni di euro, con la denuncia all’autorità giudiziaria di 209 soggetti. E’ il bilancio degli ultimi 17 mesi di attività delle fiamme gialle meneghine, in occasione del 245esimo anniversario della fondazione del Corpo. Il contrasto agli illeciti in materia di spesa pubblica ha interessato la prevenzione e la repressione delle frodi nella percezione dei flussi di finanziamento a valere sui bilanci nazionali e dell’Unione Europea. Si tratta di erogazioni pubbliche molto consistenti che vengono messe a disposizione della collettività, sia per sostenere la crescita del tessuto imprenditoriale sia per assicurare copertura sanitaria e previdenziale ai cittadini. Particolare attenzione, inoltre, è stata rivolta verso le truffe in materia previdenziale e di spesa sanitaria caratterizzate da grave disvalore sociale, dove le prime vanno a incidere sulle fasce più deboli della popolazione, sottraendo risorse a chi ne ha effettivamente bisogno, mentre le seconde condizionano la capacità dello Stato di garantire piena tutela al diritto alla salute dei cittadini. 1.320 controlli sono stati effettuati per verificare la sussistenza dei requisiti di legge previsti per l’erogazione di prestazioni sociali agevolate e per l’esenzione di ticket sanitari con percentuali di irregolarità pari al 54% dei casi e un danno complessivo cagionato allo Stato per circa 1,36 milioni di euro.

Continua a leggere

In rilievo