Collegati con noi

Cronache

Il cordoglio del Capo dello Stato Mattarella e del presidente della Lega Dilettanti Sibilia per la morte di Stefano Colasanti il Vigile del Fuoco che ha perso la vita nell’esplosione di via Salaria

Avatar

Pubblicato

del

Stefano Colasanti è il Vigile del Fuoco che ha perso la vita nel prestare soccorso sul luogo dove c’è stata l’esplosione della cisterna al km 39 della via Salaria. Appassionato di calcio era l’allenatore della squadra femminile Cittaducale di calcio a 5. Su Twitter fra gli altri il cordoglio di Cosimo Sibilia, presidente della Lega Nazionale Dilettanti e vicepresidente vicario della Federcalcio, e della Divisione Calcio a 5. Addio Mister, scrivono, riposa in pace eroe!

Colasanti, 50 anni di Rieti, una moglie e una figlia, al momento della prima esplosione non era in turno ma stava passando nella zona: si è fermato per dare una mano ai colleghi che nel frattempo erano intervenuti quando è stato investito dalla seconda esplosione, che l’ha ucciso. Il calcio era la sua grande passione, fin da bambino. A 15 anni, racconta chi lo conosceva, era stato scelto per andare a giocare col Napoli, nelle giovanili, per la capacità di toccare la palla sia di destro che di sinistro. Ma suo padre disse che era troppo piccolo per intraprendere una carriera del genere. E così cominciò a lavorare nell’impresa di famiglia. Poi entrò a far parte dei vigili del fuoco ma era noto negli ambienti sportivi visto perché era un ex giocatore di Lisciano e Centro Italia, oltre che l’allenatore della squadra femminile del Cittaducale di calcio a 5 di serie D, giocava nei tornei di futsal della Uisp ed era un grande tifoso del Real Rieti.

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha voluto far sentire la sua vicinanza alle famiglie delle vittime, alle quali, ha detto il Capo dello Stato “Va il mio sentito cordoglio e ai feriti gli auguri di pronta guarigione”. Mattarella ha inviato anche un messaggio al Capo Dipartimento dei Vigili del Fuoco, prefetto Bruno Frattasi, nel quale esprime la sua vicinanza e la sua solidarietà per la scomparsa del vigile Stefano Colasanti. “Appresa la triste notizia del decesso del Vigile del Fuoco Stefano Colasanti, esprimo sentimenti di cordoglio al Capo del Corpo Nazionale Vigili del Fuoco e per il suo tramite alla famiglia, di cui fa parte, peraltro, il fratello Claudio appartenente alla Polizia di Stato, per la prematura scomparsa del proprio congiunto. La mia vicinanza va altresì alla famiglia della seconda vittima ed auguro una pronta guarigione a tutti coloro che sono rimasti feriti nel tragico evento”, è il messaggio del capo della Polizia Franco Gabrielli.

Advertisement

Cronache

Il sindaco de Magistris è stufo di De Luca: oramai abusa con l’emergenza sanitaria

Avatar

Pubblicato

del

“Il provvedimento di urgenza del Tar non pregiudica il merito che si discutera’ nei prossimi giorni e siamo convinti che dal punto di vista giuridico abbiamo le ragioni dalla nostra parte. Il provvedimento non boccia e non sospende l’ordinanza sindacale ma dice una cosa finanche comprensibile: che di fronte a orari contrastanti si e’ ritenuto di far prevalere l’ordinanza della Regione perche’ giustificata come ordinanza di natura sanitaria ed e’ proprio questo il punto grave perche’ riducendo gli orari e i luoghi si spingono le persone a concentrarsi”. Cosi’ in un video il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, commenta l’accoglimento da parte del Tar Campania del ricorso presentato dalla Regione Campania avverso l’ordinanza sindacale.

Napoli, 22 Giugno 2017 – Universiadi 2019, oggi l’arrivo della torcia a Napoli
Un momento dell’arrivo della torcia delle Universiadi di Taipei 2017 alla Stazione Marittima di Napoli, tappa della prossima edizione delle Universiadi di Napoli 2019. Alla cerimonia erano presenti grandi campioni dello sport campano e italiano come Davide Tizzano, Clemente Russo, Giuseppe Giordano, Sandro Cuomo, Patrizio Oliva, il presidente dell’Agenzia regionale Universiadi Raimondo Pasquino, il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, il Prefetto di Napoli Carmela Pagano, il presidente della Crui Gaetano Manfredi, il presidente del Comitato regionale del Coni Sergio Roncelli, il presidente Cusi Lorenzo Lentini, il presidente della Fisu Oleg Matytsin, il presidente del Comitato organizzatore di Taipei Ko Wenje, il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca. Roberta Basile KontroLab

“De Luca sta mettendo in pericolo la salute dei napoletani e dei campani e io ho il dovere di tutelare la salute dei miei concittadini. Non e’ il capriccio de Magistris-De Luca e basta con questo atteggiamento punitivo nei confronti dei cittadini e degli operatori economici perche’ ormai si gira in tutta Italia, le persone escono e non si comprende perche’ invece a Napoli, dove da circa un mese c’e’ contagio zero, non si possano liberare piu’ luoghi”, prosegue de Magistris che si dice “contento perche’ la nostra ordinanza non e’ stata annullata ne’ sospesa e rimane in piedi tutta la parte con cui ho aperto luoghi che erano chiusi come Capodimonte e la Floridiana, che riaprira’ domani, cosi’ come apriranno l’ex area Nato, l’ippodromo di Agnano e si potra’ andare nei parchi con le bici”. Nel concludere, il sindaco afferma: “L’ordinanza e’ perfettamente legittima, semmai prevale il capriccio di una persona che ritiene di dover intervenire sulla regolamentazione della mobilita’ pedonale, dell’economia e del commercio che non ha nulla a che vedere con la sanita’ ed anzi abbiamo scientificamente dimostrato, con atti alla mano, che la nostra ordinanza tutela anche di piu’ la salute”.

Continua a leggere

Cronache

Crolla un muro di contenimento, sepolti vivi due lavoratori: due morti estratti dalle macerie

Avatar

Pubblicato

del

Sono stati estratti i corpi senza vita di due operai tra le macerie del crollo avvenuto poco prima delle 12.30 a Pianura, quartiere della periferia occidentale di Napoli. Sul posto, tra via Archimede e via Montagna Spaccata, c’è ancora il magistrato di turno. Sul luogo della tragedia sono presenti carabinieri, Vigili del Fuoco e personale della Polizia Municipale di Napoli. Secondo quanto si apprende, gli operai rimasti coinvolti nell’incidente alla periferia di Napoli stavano lavorando alla realizzazione di un muro di contenimento. Per cause in corso di accertamento si è verificata una frana che li ha travolti. Sul posto stanno giungendo anche alcuni familiari delle persone coinvolte.

Continua a leggere

Cronache

Fase 2, Sala dispiaciuto: con la Sardegna ho sbagliato, sono stato ruvido

Avatar

Pubblicato

del

“Non posso certamente provare sentimenti negativi verso la Sardegna. Il mio ‘me ne ricordero”, comunque sbagliato nella forma, era rivolto alla politica sarda”. Così il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ha fatto il mea culpa per la frase rivolta al governatore della Sardegna che voleva sottoporre a test i turisti provenienti dalle Lombardia e da Milano. Sala ha postato su Instagram una foto della barca a vela che teneva, prima di venderla, proprio in Sardegna.

 

“So di essere stato ruvido ma forse stavo anticipando un tema sentito dai cittadini” ha aggiunto.  “So di essere stato ruvido ma forse stavo anticipando un tema sentito dai cittadini. E lo dico alla vigilia della Festa della Repubblica. Certo, il punto centrale non e’ dove si fanno le vacanze, ma molto semplicemente penso che il sentirsi una sola comunita’ debba trovare conferma nei momenti positivi e in quelli difficili – ha aggiunto il sindaco Sala -. E penso anche che la generosità e il senso di accoglienza di Milano non ci abbiano mai portato a fare alcun distinguo”.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto