Collegati con noi

Corona Virus

Idrossiclorochina contro il covid, l’avvocato Erich Grimaldi porta Aifa e ministero della Salute davanti al Consiglio di Stato

Avatar

Pubblicato

del

Il presidente della terza sezione del Consiglio di Stato, Franco Frattini, ha fissato al 10 dicembre 2020, la camera di consiglio, per la discussione collegiale dell’istanza cautelare, avverso un provvedimento del TAR Lazio, promossa da un gruppo di medici contro Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) e Ministero della Salute, relativa la legittimità della decisione di sospendere l’utilizzo dell’idrossiclorochina per il trattamento del Covid-19 al di fuori degli studi clinici. Il Presidente, come si legge nel decreto motivato, pur rigettando il decreto cautelare monocratico, ha ritenuto che gli appellanti, rappresentati dagli avvocati Erich Grimaldi e Valentina Piraino (fondatori del Comitato di scopo per la cura tempestiva domiciliare del Covid-19), abbiano presentato argomenti validi su cui il Collegio e il Tar Lazio dovranno “condurre ulteriore approfondimento”.

 

Il Presidente Frattini, in particolare, fa riferimento a “sopraggiunte circostanze nuove” tra la prima determina Aifa del 26 maggio 2020 e quella del 22 luglio 2020, in quanto “gli appellanti fanno valere, oltre a depositare documentazione scientifica in merito, dati ed elementi positivi tratti “sul campo” dalla loro pratica medica sui pazienti COVID prima della sospensione deliberata dall’AIFA nel maggio 2020, affermando che proprio la pratica medica – costituente, nella pandemia COVID, l’espressione più alta, e rischiosa, del dovere del medico di ricercare il farmaco da lui ritenuto “in scienza e coscienza” più idoneo a contribuire alla guarigione – debba essere tenuta in adeguata considerazione, giacché l’uso dei soli studi randomizzati – su cui fa esclusivo riferimento AIFA – comporta difficoltà di trasferimento dei risultati alla pratica clinica, specialmente durante una emergenza sanitaria”. Il giudice, altresì, nel decreto, ritiene da valutare “la critica dei medici al carattere risolutivo degli studi scientifici randomizzati” anche alla luce dello studio sull’idrossiclorochina cui Aifa fa riferimento in entrambe le sue determine, pubblicato dalla rivista “The Lancet” e poi “smentito e ritirato dagli stessi autori”.

Il Consiglio di Stato, altresì, motiva la decisione rilevando l’assenza di “uno studio randomizzato sui risultati dell’idrossiclorochina somministrata ai primi sintomi e in ambiente domiciliare”, laddove “esistono risultati positivi di studi osservazionali, retrospettivi (e anche di ‘meta-analisi)”, e citando uno studio “pubblicato il 21 settembre 2020 proprio dalla rivista “ The Lancet”, alla quale evidentemente e giustamente AIFA presta attenzione”, che sostiene “l’effetto riduttivo della idrossiclorochina sul tasso di mortalità da COVID, e l’assenza di un aumento della tossicità cardiaca”. Il Consiglio di Stato ritiene che “tali argomenti devono essere considerati unitamente alla significativa – e non smentita in atti dall’AIFA – affermazione che attualmente non esiste un farmaco per il trattamento specifico domiciliare COVID, laddove attualmente la affermata principale preoccupazione delle autorità sanitarie è il trasferimento dei pazienti COVID domiciliari nelle strutture sanitarie a causa dell’aggravamento della malattia, non trattata a domicilio con farmaco specifico”.
Il giudice, infine, specificava come “occorra un approfondimento ben più articolato di quello che sembra effettuato nella sede cautelare in primo grado, giacché il diritto di ciascun paziente alla cura appropriata e il diritto – dovere di ciascun medico di prescrivere il farmaco più utile a contribuire alla guarigione del malato, corrispondono a valori costituzionali e indefettibili nel nostro ordinamento“

Advertisement

Corona Virus

Coronavirus, in Italia cala il tasso di positività: 12.415 nuovi contagi e 377 morti

Avatar

Pubblicato

del

Sono 12.415 i test positivi al coronavirus registrati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute, su 211.778 i test per il coronavirus, sia molecolari che antigenici, e questo vuol dire che il tasso di positività  è al 5,9%, e sia pure lentamente sta scendendo.Le vittime sono 377 mentre nelle 24 ore precedenti i positivi erano stati 16.310 e i morti 475.
Calano, anche questi lentamente, i ricoveri nelle terapie intensive ed anche i ricoveri ospedalieri.

 

Continua a leggere

Corona Virus

Covid, Campania: meno vittime, scende numero di positivi al virus

Avatar

Pubblicato

del

Sono 1.021, di cui 57 sintomatici, i nuovi positivi al Covid 19 in Campania, su un totale di 14.588 tamponi di cui 1.009 antigenici. L’incidenza contagi-test e’ dunque del 6,99%, rispetto al 7,74 di ieri. In calo anche il numero delle vittime, 12, di cui sei risalenti alle ultime 48 ore e altrettante decedute in precedenza ma registrate in ritardo. Il bollettino dell’Unita’ di crisi, aggiornato alla mezzanotte scorsa, segnala inoltre 452 guariti. I posti di terapia intensiva occupati sono 94, tre in meno di ieri, mentre si attesta a 1.460 (+28) il numero delle degenze.

Continua a leggere

Corona Virus

La ripartizione dei vaccini Pfizer regione per regione dopo i tagli unilaterali della casa farmaceutica

Avatar

Pubblicato

del

Abruzzo, Basilicata, Marche, Molise, Umbria e Valle d’Aosta sono le uniche regioni che non avranno tagli nella distribuzione dei vaccini Pfizer-BioNTech. E’ quanto emerge dalla ripartizione delle dosi (considerate ormai su 6 per ogni fiala e non piu’ 5) resa nota dall’ufficio del Commissario straordinario Domenico Arcuri. L’Emilia Romagna, Lombardia e Veneto con circa 25mila dosi sono le regioni piu’ penalizzate, poi il Lazio con 12 mila la Puglia con 11.700. Dalla prossima settimana, quindi, a fronte delle 562.770 dosi previste, verranno consegnate 397.800 dosi (-29%). Ecco la ripartizione per regioni (fonte Commissario straordinario per l’emergenza)

Regione  Previsioni  Modifiche  Differenze

  • Abruzzo 9.360 9.360 – 0%
  • Basilicata 3.510 3.510 – 0%
  • Calabria 15.210 9.360 -5.850 -38,4%
  • Campania 43.290 38.610 -4.680 -10.8%
  • Emilia Romagna 52.650 26.910 -25.740 -48,8%
  • Friuli Venezia Giulia 15.210 7.020 -8.190 -53,8%
  • Lazio 51.480 38.610 -12.870 -25%
  • Liguria 21.060 18.720 -2.340 -11,1%
  • Lombardia 95.940 70.200 -25.740 -26,8%
  • Marche 10.530 10.530 – 0%
  • Molise 3.510 3.510 – 0%
  • Provincia di Bolzano 8.190 3.510 -4.680 -57,1%
  • Provincia di Trento 5.850 2.340 -3.510 -60%
  • Piemonte 50.310 44.460 -5.850 -11,6%
  • Puglia 30.420 18.720 -11.700 -38,4%
  • Sardegna 14.040 7.020 -7.020 -50%
  • Sicilia 49.140 37.440 -11.700 -23,8%
  • Toscana 29.250 18.720 -10.530 -36%
  • Umbria 5.850 5.850 – 0%
  • Valle d’Aosta 1.170 1.170 – 0%
  • Veneto 46.800 22.230 -24.570 -52,5%

Totale Italia 562.770 397.800 -164.970 -29,3%

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto