Collegati con noi

Cronache

I sindacati riempiono la piazza a Roma: tutti contro i fascismi

Pubblicato

del

Una piazza “di tutti”, contro il fascismo e la violenza, per la democrazia e il lavoro. Piazza San Giovanni a Roma si riempie di gente, lavoratori, disoccupati, pensionati e famiglie. Cittadini comuni ma anche molti esponenti delle associazioni e della politica, del centrosinistra e del governo: dal segretario del Pd, Enrico Letta, al leader del M5s Giuseppe Conte con il ministro Luigi Di Maio e il ministro dem Andrea Orlando. All’appello di Cgil, Cisl e Uil che chiamano alla manifestazione dopo l’assalto di sabato scorso alla sede della Cgil, considerato un attacco a tutto il sindacato, al mondo del lavoro e alla democrazia, rispondono in tanti: 60 mila secondo la Questura, 200 mila secondo gli stessi organizzatori. Al di la’ dei numeri, la piazza e’ piena e ordinata, colorata da bandiere e palloncini rossi, verdi e blu, i colori delle tre organizzazioni sindacali.

Una piazza pacifica, diversissima da quella che una settimana fa ha messo a ferro e fuoco la Capitale, anche se va registrato un nuovo attacco informatico ai siti collegati alla Cgil. Dal palco intervengono i tre leader, Maurizio Landini, Luigi Sbarra e Pierpaolo Bombardieri. La parola d’ordine e’ “Mai piu’ fascismi”. La richiesta al governo e al parlamento e’ quella di sciogliere subito le organizzazioni neofasciste e di difendere la democrazia e la Costituzione, ripartendo dal lavoro. Ma i sindacati incalzano il governo anche sulle riforme – pensioni, fisco, ammortizzatori sociali – e sulle questioni aperte, con l’altola’ alle delocalizzazioni che lasciano per strada centinaia di lavoratori, ai condoni che sono “uno schiaffo” a tutti quelli che pagano le tasse, alla strage degli incidenti sul lavoro, ma anche al non rispetto dei contratti. Sul banco degli imputati finisce anche Ita: per i sindacati e’ “inaccettabile” che non applichi il contratto nazionale. “Non e’ una piazza di parte.

E’ una manifestazione che difende la democrazia di tutti”, e’ la prima cosa che puntualizza Landini – dopo le parole del segretario della Lega, Matteo Salvini – appena arriva al corteo che da piazza dell’Esquilino, a poca distanza dalla stazione Termini, porta a piazza San Giovanni quanti sono arrivati a Roma con i 10 treni speciali e con i pullman (800 quelli organizzati dai sindacati). Ma Salvini non ci sta e ribatte, richiamando il silenzio elettorale alla vigilia del ballottaggio delle elezioni comunali, su cui tutto il centrodestra si era schierato non partecipando alla manifestazione: “A Roma la sinistra fa campagna elettorale inseguendo fascisti che, per fortuna, non ci sono piu'”, dice. Landini arriva in giacca e cravatta, rigorosamente rossa: “E’ la prima volta che la metto per un comizio”, scherza con chi era abituato a vederlo con la felpa rossa. I tempi sono diversi. Ma nessuno vuole tornare indietro agli anni bui del Ventennio. Non passa inosservata neanche la data del 16 ottobre: il giorno del rastrellamento del Ghetto di Roma nel 1943. Lo ricordano dal palco, rivolgendo un pensiero anche alla senatrice a vita Liliana Segre, sopravvissuta ad Auschwitz, contro cui si erano invece levati gli insulti dei no green pass.

“Si proceda velocemente allo scioglimento delle organizzazioni neofasciste e neonaziste. L’arco parlamentare e costituzionale sia unito. E’ un passo doveroso”, e’ la richiesta che rilancia Sbarra dal palco, insieme a quella del Patto sociale. “In questa piazza c’e’ la nuova Resistenza. La Resistenza che ha combattuto il fascismo”, dice subito dopo Bombardieri. I riferimenti non mancano sugli striscioni ma anche su alcune pettorine indossate: “Vaccinato dal 25 aprile 1945”. Sul vaccino contro il Covid, invece, i sindacati ribadiscono la posizione sull’obbligo per tutti e la richiesta di gratuita’ dei tamponi. E’ lo spazio per chiedere anche “la verita’” su Giulio Regeni. Letta insieme alla delegazione del Pd segue gli interventi in piazza, tra la folla: sceglie di non parlare nel rispetto del silenzio elettorale, spiegano i dem, e verso una piazza che non deve avere vessillo di partiti. C’e’ anche una delegazione del M5s. “E’ una grande festa democratica senza colore politico”, rimarca Conte.

“Una grande risposta di popolo”, afferma Di Maio. “Avrebbero potuto e dovuto essere qui tutti i candidati e tutte le forze politiche”, dice Massimo D’Alema. A sfilare in corteo e poi in piazza c’e’ anche don Luigi Ciotti: “La violenza dei fascismi nasce da una democrazia pallida”. L’antidoto e’ la democrazie piena. Con la cultura e la conoscenza “sconfiggiamo il fascismo e la violenza”, conclude Landini dal palco raccontando di come durante l’assalto alla sede della Cgil siano stati fatti danni e distrutte anche opere d’arte: “All’ingresso c”e’ un bellissimo quadro di Guttuso, non lo hanno toccato, forse perche’ non hanno neanche capito cos’era”.

Advertisement

Cronache

Bimbi del Santobono a ‘finale’ Champions grazie al Metaverso

Pubblicato

del

I bambini ricoverati nel reparto di Ortopedia dell’ospedale Santobono-Pausillipon vivranno attraverso il Metaverso l’emozione della finale della Champions League 2022. L’iniziativa si deve a Confesercenti Napoli, alla disponibilita’ della Fondazione Santobono-Pausillipon e alla sinergia con varie aziende specializzate nelle tecnologie. Un’occasione che costituisce – riferiscono gli organizzatori – ”un’anteprima mondiale con riferimento specifico all’ambito sanitario e relativamente a ricoverati minorenni”. I piccoli pazienti potranno cosi’ vivere le emozioni dell’ultimo atto della Champions come se fossero seduti in tribuna allo Stade de France di Parigi. ”La nostra associazione – ha affermato Vincenzo Schiavo, presidente di Confesercenti Campania e vicepresidente nazionale con delega al Mezzogiorno – non intende solo curare gli interessi delle aziende ma e’ determinata a farlo restando il piu’ vicino possibile a chi rimane indietro, sostenendo chi ha bisogno di aiuto. Iniziative sociali come questa ci inorgogliscono”. I Dipartiment Innovazione e Turismo di Confesercenti da qualche tempo si occupano anche di Metaverso e hanno sviluppato questo progetto con il Santobono-Pausillipon, intrecciando le esperienze di varie aziende del settore. ”L’obiettivo – ha aggiunto Schiavo – era regalare qualcosa di speciale, di unico, e in anteprima mondiale, ai bambini ricoverati e per farlo abbiamo ritenuto opportuno investire nei migliori uomini, le risorse necessarie, con il sostegno morale della Regione Campania e del Comune di Napoli, insieme a tutti coloro che hanno dimostrato di voler offrire un contributo concreto per regalare un sorriso e il ricordo di un’esperienza straordinaria ai bimbi che vivono momenti difficili. Il Metaverso – ha concluso Schiavo – ci proietta verso nuovi mondi, opportunita’ ancora inesplorate e noi abbiamo deciso di partire da coloro che ne hanno piu’ bisogno”. Alla presentazione dell’iniziativa ha partecipato l’assessore regionale alla Ricerca, Valeria Fascione, che ha sottolineato come ”questo progetto consentira’ a dei ragazzi di vivere un’esperienza fantastica con un linguaggio tutto loro, con delle modalita’ di immersione che sono molto tipiche e loro vicine. Crediamo sia un bel momento dove nuove tecnologie, salute e sanita’ si incontrano. L’innovazione e’ a sostegno della salute, delle scienze della vita a 360 gradi. Ci sono tante potenzialita’ e come Regione cerchiamo di sostenerle tutte”. Al match Real Madrid-Liverpool ‘assisteranno’ 15 bambini grazie alla realta’ immersiva: con visori e tramite i loro avatar, i bambini vivranno il pre-gara e la partita in una realta’ virtuale, potendo dialogare tra loro e tifare in un ambiente che riprodurra’ lo stadio e l’atmosfera della partita.

Continua a leggere

Cronache

Ambiente, Rotary club: forum green ed eco-sostenibilità

Pubblicato

del

“Potenziare l’eco sostenibilita’ per salvaguardare l’ambiente, in linea con le buone pratiche dell’Agenda 2030, e sviluppare le imprese, le infrastrutture, i servizi per lo sviluppo economico ed occupazionale del territorio”. E’ il tema del primo “Forum Green ed eco-sostenibilita’”, promosso dai Rotary Club di Nola-Pomigliano d’Arco, che ne e’ capofila, Afragola Frattamaggiore, Marigliano, Napoli, Ottaviano, Pompei, Torre Annunziata, che si terra’ lunedi’ prossimo 30 maggio 2022 dalle ore 15,00 a Citta’ della Scienza, a Napoli, nella sala Newton, che sara’ introdotto dal presidente del Distretto Rotary Nola Pomigliano, Giuseppe Fontanarosa, e moderato dalla giornalista Gabriella Peluso. Stamani la presentazione dell’iniziativa nella conferenza stampa tenuta in Piazza Carlo III, a Napoli, dal presidente del Rotary Club Nola Pomigliano d’Arco, Giuseppe Fontanarosa, e dal presidente del Rotary Club di Napoli Castel dell’Ovo, Fulvio De Angelis. “Si tratta di una grande iniziativa nella quale metteremo in evidenza i progetti realizzati del Rotary dell’intero Distretto sul fondamentale tema della salvaguardia dell’ambiente e della eco sostenibilita’, una sfida fondamentale per il mondo intero, che vede la nostra organizzazione fortemente impegnata ed in campo in sinergia con la societa’, con le imprese, con le professioni, con le scuole per diffondere la cultura green ed avanzare secondo gli obiettivi dell’Agenda 2030” – ha detto Fontanarosa. “Col progetto ‘Rotary per l’aria’ abbiamo condiviso con tutti i Distretti il nostro comune impegno come Rotary per la difesa dell’ambiente e per la eco sostenibilita’ – ha sottolineato De Angelis – che ha elencato gli step del progetto, dalla campagna pubblicitaria, alla messa a dimora degli alberi, alla distribuzione del fumetto nelle scuole sulle buone pratiche dell’Agenda 2030”. In occasione dell’iniziativa in programma lunedi’ prossimo, alle ore 15,00 i presidenti dei Distretti Rotary coinvolti presenteranno tutte le proprie iniziative nel settore ambientale e, a seguire, alle ore 15,30 ci sara’ la tavola rotonda sul tema “Gli obiettivi dell’Agenza 2030, le buone pratiche” con la partecipazione dell’assessore regionale alla formazione, Lucia Fortini, dell’assessore alla salute e all’ambiente del Comune di Napoli, Vincenzo Santagada, del Coordinatore della Cattedra Unesco “Ambiente, risorse e Sviluppo sostenibile”, Pier Paolo Franzese, del presidente nazionale di Fare Ambiente, Vincenzo Pepe; alle ore 16,30 ci sara’ la tavola rotonda sul tema “La lotta contro il cambiamento climatico: la forestazione”, con l’assessore regionale all’agricoltura Nicola Caputo, il gia’ Ministro all’Ecologia Sergio Costa, il presiedente delll’ordine degli Agronomi, Giuseppe Ceparano, l’assessore all’ambiente del Comune di Portici, Maurizio Minichino, il direttore tecnico di Cervene, Raffaele Bove; alle ore 17,30 ci sara’ la tavola rotonda sul tema “Le imprese eco-sostenibili: innovazione ed infrastrutture” con francesco Piraino di Nordea, Cosimo Bigazzi di Vontobel, Giuseppe Maria Orlando di Candriam, Filippo Antignani di Magistra. Infine, le conclusioni del Governatore del Distretto Rotary International 2101, Costantino Astarita.

Continua a leggere

Cronache

Nascerà a Maddaloni il parco tematico più grande d’Europa

Pubblicato

del

 

Nascera’ a Maddaloni, in provincia di Caserta, il parco a tema piu’ grande d’Europa: si chiama Ludo & Felix, ed ha come obiettivi di risvegliare il flusso turistico e creare nuove opportunita’, con un indotto anche per le attivita’ commerciali della zona. Il nuovo parco sorgera’ su un’area di 100 ettari ricadente nel sito dell’ex cava Cementir di Maddaloni; un’area piu’ estesa di quella dove sono stati realizzati Disneyland Paris, con i suoi 58 ettari, e Gardaland, attualmente il parco a tema piu’ grande d’Italia. Ludo & Felix sara’ suddiviso in due diverse aree comunicanti: Ludo, il parco tematico che interessera’ 40 ettari e Felix, il polo culturale, che sara’ sviluppato su 60 ettari. Un progetto innovativo, presentato nel corso di una conferenza stampa tenutasi a Capua, reso possibile grazie ad un investimento di 400 milioni di euro, di cui 270 milioni di fondi del PNRR e 130 milioni provenienti da privati, e che contribuira’ a creare occupazione in un’area depressa come il Casertano, con 3500 nuove opportunita’ di lavoro, tra dipendenti diretti (1500) e indiretti dell’indotto (altri 2000). “L’area metropolitana di NAPOLI – afferma il sindaco di Maddaloni Andrea De Filippo – e’ l’unica ad oggi sprovvista di una struttura ricettiva di carattere turistico-culturale, che sia in linea con le moderne strutture italiane. E’ evidente che questo grande ed innovativo progetto, che possa concorrere anche alla riqualificazione ambientale, puo’ realizzarsi solo se sussistono le condizioni di assoluta armonia tra aziende ed enti pubblici”. “L’area di Maddaloni-Marcianise – aggiunge De Filippo – e’ in una posizione di pregio nell’ambito della mobilita’ territoriale, sia per il sud Italia e per il collegamento tra le zone costiere e quelle interne della Penisola. Un intervento del genere diviene un’opera di completamento in senso organico, che puo’ dare uno slancio al territorio e che si potra’ tradurre, nel giro di pochi anni, in un volano economico tale da modificare completamente la conformazione socio-economica della zona”. “Il 40% del parco – spiega Filippo Ferdinando Gustavo Vettone, ideatore del progetto – sara’ destinato ad azionariato popolare, ed i relativi utili saranno assegnati alle istituzioni locali per essere reinvestiti nella provincia di Caserta”. La prossima settimana il progetto sara’ presentato al presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto