Collegati con noi

Sport

Gattuso fa un robusto turn over in Coppa Italia in vista della Juventus

Avatar

Pubblicato

del

Tornano Koulibaly e Mertens, ma finisce ko Manolas. L’altalena degli infortuni nel Napoli non si ferma e stavolta tocca al centrale greco fermarsi per una distrazione di primo grado alla coscia destra subita nel match contro l’Udinese e che lo terra’ fuori una decina di giorni. Manolas non ci sara’ probabilmente anche per la Supercoppa contro la Juventus la cui data, il 20 gennaio al Mapei Stadium di Reggio Emilia, e’ stata confermata dalla Lega. Il tecnico azzurro Rino Gattuso si consola con il rientro di Koulibaly, che sara’ pronto per il match con la Fiorentina di domenica, per entrare in forma proprio per la sfida con i bianconeri che vale il primo trofeo della stagione. Ma domani si torna in campo per un nuovo trofeo in palio a fine stagione, la Coppa Italia, che il Napoli detentore deve difendere a partire dall’impegno con l’Empoli. Gli azzurri ricordano il 4-2 ai rigori sulla Juventus nella finale di giugno ma hanno voglia di riprendere a correre, dopo la vittoria di Udine arrivata al 90′ e dopo molta sofferenza. Gattuso cerca le alchimie giuste e programma turnover a cominciare dalla difesa dove Rrhamani dovrebbe avere una nuova chance per dimenticare subito il passaggio sbagliato di Udine che ha portato al gol friulano. Al suo fianco Maksimovic, mentre i terzini potrebbero essere Hysay e Ghoulam. A centrocampo chance per Demme con turno di riposo per Bakayoko in vista della doppietta Fiorentina-Juve. Il 25nne centrocampista francese e’ ormai un punto fisso del centrocampo di Gattuso, garantisce equilibrio, interdizione e sa anche farsi vedere in area avversaria. Il club punta su di lui ed e’ stata gia’ avviato un dialogo con il Chelsea per trasformare il prestito fino a giugno in un contratto stabile: Bakayoko e’ una scelta diretta e azzeccata di Gattuso e gli azzurri potrebbero comprarlo per poco piu’ di 15 milioni di euro, per avere una certezza in mezzo al campo. In attacco potrebbe essere Elmas a dare 90′ di riposo a Insigne, con Petagna confermato titolare in attesa del ritorno di Mertens. Conferma per Politano. Ancora davanti alla tv Osimhen, che ieri e’ risultato nuovamente positivo al Covid e quindi aspettera’ un’altra settimana per un nuovo responso: appena sara’ negativo, il nigeriano verra’ visitato dallo staff medico azzurro per capire intanto come va la sua spalla infortunata ormai due mesi fa e se davvero ci sia una lesione del nervo del braccio, cosa difficilmente risolvibile. La speranza dello staff azzurro e’ in una guarigione rapida e di vederlo in campo nel giro di tre settimane.

Advertisement

Sport

Ibrahimovic show a Cagliari, Milan da solo al comando

Avatar

Pubblicato

del

Il Milan scappa di nuovo da solo in vetta alla classifica. Ora e’ a piu’ tre dall’Inter. E prenota il titolo di campione d’inverno. Senza spingere, con un po’ di patemi nel finale per il rosso a Saelemaekers. Ci pensa Ibra a sostituire tutti quelli che non ci sono, da Leao a Calhanoglu. E’ lui che decide, all’inizio del primo tempo e pochi minuti dopo il ritorno in campo dall’intervallo. Uomo squadra. Anche se non e’ al meglio, non sbaglia una sponda. Va spesso a centrocampo a far partire l’azione. E quando lo cerchi sotto porta lui c’e’. Passano pochi minuti ed e’ subito Ibra. Brahim Diaz gli da’ subito una palla d’oro filtrante.

Lykogiannis travolge lo svedese in area e Abisso non va neanche al Var. Dal dischetto Kessie cede la cortesia. E Ibra spiazza Cragno. Attenzione pero’ perche’ il Cagliari sembra piu’ solido del solito. E rimane sempre in partita. Il Milan ha una clamorosa occasione per raddoppiare e chiudere la questione al 35′: il tiro di Calabria e’ lontano dalla portata di Cragno, pero’ finisce pero’ sul palo. Il Cagliari e’ li’, non corre l’errore di sbilanciarsi troppo per tenere ancora viva la speranza.

Il Milan prova ad amministrare, il possesso e’ dalla sua parte, ma e’ una circolazione palla che non stordisce i rossoblu. Nella ripresa pero’ il Cagliari si fa ti-sorprendere al 7′: lancio di Calabria e Ibrahimovic va e segna. L’arbitro annulla, ma poi il Var dice che e’ gol. Il finale pero’ e’ una sofferenza inattesa per Pioli perche’ Saelemaekers entra e si fa ammonire due volte: Milan in dieci. Per il Cagliari- che fa entrare le torri Pavoletti e Cerri- qualche mischia pericolosa. Ma il risultato rimane quello. Se il Milan sogna, per il Cagliari l’incubo continua. Per la squadra di Di Francesco e’ la quinta sconfitta di fila in campionato. Per il tecnico rossoblu forse un’altra chance nella sfida salvezza col Genoa. Ma ora decide Giulini.

Continua a leggere

Sport

Calcio, Leonardo su Mbappè e Neymar: chi vuole resti nel PSG

Avatar

Pubblicato

del

  “Mi auguro siano convinti. Il Paris Saint-Germain e’ un buon posto per un giocatore di altissimo livello, che e’ spinto dall’ambizione. Vogliamo trovare l’intesa con loro, che soddisfi pero’ anche le nostre esigenze e sia in linea con i nostro mezzi. Non dobbiamo di certo implorarli: chi vuole davvero restare a Parigi, resta”. Cosi’ Leonardo, in un’intervista a France Football, ha parlato dei rinnovi di Kylian Mbappe’ e Neymar, entrambi in scadenza nel 2022. Parlando dell’esonero dell’allenatore tedesco Thomas Tuchel, il dg brasiliano ha aggiunto: “Un rinnovo era difficile, per questo abbiamo deciso di anticipare i tempi. Discutevamo spesso ultimamente, ma forse non mi capiva piu'”. “Pochettino? Puntiamo ad avere un’identita’ di gioco – ha spiegato Leonardo, ma ci vorra’ del tempo. Penso sia la persona giusta per questo”. Infine, una battuta su Leo Messi: “Giocatori come Messi sono sempre in cima alla lista dei desideri del PSG. Siamo seduti al grande tavolo di chi segue da vicino gli sviluppi della vicenda che lo riguarda. In quattro mesi, pero’, puo’ accadere di tutto”.

Continua a leggere

Sport

Caso Suarez, l’indagine sugli esami farsa avanti nel massimo riserbo: parola di Cantone

Avatar

Pubblicato

del

Prosegue nel massimo riserbo l’inchiesta della procura di Perugia sull’esame per la conoscenza della lingua italiana sostenuto dal calciatore Luis Suarez all’Universita’ per Stranieri di Perugia. Il procuratore capo Cantone ha spiegato che “non sono in alcun modo indagati funzionari del ministero dell’Interno o di quello delle Infrastrutture”. Questi sono stati sentiti nel corso degli accertamenti come persone informate dei fatti. “E la loro qualificazione giuridica non e’ cambiata”, ha ribadito il procuratore Cantone.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto