Collegati con noi

In Evidenza

Francesca Frenquellucci espulsa dal M5S, era entrata nella giunta Pd di Pesaro

Avatar

Pubblicato

del

Espulsa via mail per avere accettato di fare l’assessore all’Innovazione in una giunta, quella di Pesaro, guidata dal sindaco Pd Matteo Ricci. E’ la stessa Francesca Frenquellucci, gia’ candidata a sindaco di M5s e poi consigliere comunale di opposizione, a rendere nota in un video sulla sua pagina Facebook la misura adottata nei suoi confronti: era gia’ stata sospesa cautelativamente dal movimento. “Non riesco a capire su che basi e’ stata presa la decisione – spiega, con una certa serenita’ -, anche perche’ il link che ho inviato con la mia memoria difensiva non e’ stato nemmeno aperto. Faro’ ricorso al Comitato di garanzia, vorrei fare valere le mie ragioni”. Frenquellucci era entrata in consiglio comunale, nel 2019, sui banchi dell’opposizione, poi in autunno l’apertura di Ricci, che aveva condiviso il progetto di M5s (era addirittura uno dei punti della campagna elettorale) di riportare a Pesaro un corso di laurea, affidandole la relativa delega. All’inizio di febbraio la svolta con la proposta accettata di entrare in Giunta, come assessore all’Innovazione, una novita’ ideata dal sindaco comprendente le deleghe alle attivita’ economiche, reti informatiche e citta’ digitale, servizi demografici, nuova partecipazione, Universita’. Sia Ricci sia Frenquellucci hanno parlato piu’ volte di un “laboratorio politico”, l’alleanza Pd-M5s in un Comune italiano. Definizione per altro contestata da tutti gli esponenti nazionali e locali di M5s. Ma lei ha tirato dritto. “In questi mesi – aggiunge Frenquellucci – abbiamo lavorato agli argomenti e portato a casa risultati per la citta’ di Pesaro. Ho sempre pensato al bene comune, insieme agli altri consiglieri e agli attivisti che ci hanno seguito. Aggiungo che l’atto politico e’ stato fatto nel momento in cui ho accettato la delega e ho iniziato questa collaborazione con la maggioranza. Non capisco quindi perche’ vengo espulsa, ho portato avanti valori ed ideali del M5s”. “Preciso che non sono entrata in nessun partito politico” scrive nel post di accompagnamento al video. Per il sindaco di Pesaro Ricci, “e’ davvero incomprensibile come si possa espellere una militante del M5s soltanto perche’ collabora con il Pd. E’ come chiedere l’espulsione di tutti i ministri pentastellati perche’ sono al Governo col Partito Democratico”. “In politica ci vuole coerenza. Non possiamo governare insieme a livello nazionale impedendo pero’ di farlo a livello locale, soprattutto quando si parte dai progetti e dalle azioni concrete per il bene dei cittadini”. Il sindaco parla di “una collaborazione proficua e preziosa. Andiamo avanti come prima quindi, ma spero vivamente che il Movimento possa ascoltare le sue ragioni oggettive nel ricorso”.

Advertisement

Esteri

L’ultima di Trump agli americani sul coronavirus: se non rispettate le misure di distanziamento fino a 2,2 milioni di morti

Avatar

Pubblicato

del

“Attraverseremo due settimane molto, molto dolorose”. Donald Trump lancia il suo ultimo monito nel consueto briefing serale alla Casa Bianca sull’emergenza coronavirus, dove vengono illustrati per la prima volta i modelli statistici e le proiezioni degli esperti della task force governativa: negli Stati Uniti sono previsti da 100 mila a 240 mila morti se le misure di distanziamento sociale saranno rispettate, mentre domenica la forchetta si fermava a 200 mila vittime. Senza alcuna restrizione, invece, sarebbero da 1,5 a 2,2 milioni. I dati dicono anche che il picco sara’ a meta’ aprile, con una media di oltre 2.000 decessi al giorno, contro gli 800 circa di oggi. “Voglio che tutti gli americani siano pronti per i giorni difficili che ci aspettano”, ha avvisato il presidente con toni seri, prevedendo pero’ che dopo le prossime due-tre settimane sara’ possibile “cominciare a vedere la luce in fondo al tunnel” di questa pandemia. “Non e’ una influenza”, ha ammesso dopo averla a lungo definita cosi’ minimizzandone il pericolo, tanto che la scorsa settimana pensava di riaprire il Paese per Pasqua. Domenica invece ha prorogato per un mese le linee guida sul distanziamento sociale ed oggi ha annunciato che sta valutando lo stop ai viaggi dal Brasile e da diversi altri Paesi. Poi e’ intervenuto nel dibattito in corso negli Usa sull’opportunita’ di passare alla mascherina per tutti: “se la gente vuole usarla certamente non nuoce”, ha spiegato, consigliando tuttavia di usare per un certo periodo “una sciarpa o qualcos’altro” per fare in modo che le mascherine vadano agli ospedali. Un consiglio scientificamente privo di efficacia. I due massimi esperti della task force Usa contro il Covid-19, Anthony Fauci e Deborah Birx, confidano nelle restrizioni, che a loro avviso funzionano, “come sta dimostrando il caso dell’Italia, dove la curva della diffusione del coronavirus comincia a scendere”. Negli Usa al momento i casi positivi sono oltre 184 mila, con quasi 4.000 vite perdute. L’epicentro resta New York, con quasi mille morti.

Continua a leggere

Corona Virus

I dati del contagio in Campania: 164 nuovi positivi, 2231 in totale, 135 i morti

Avatar

Pubblicato

del

L’Unità di crisi della Regione Campania comunica che sono pervenuti i seguenti dati:
 

Oggi in Campania ci sono 164 nuovi positivi e sono stati fatti 1566 tamponi

 
 
Totale complessivo positivi Campania: 2231
Totale complessivo tamponi Campania: 15.728
Questi i dati riguardanti i tamponi effettuati:
 
– Ospedale Cotugno di Napoli: sono stati esaminati 298 tamponi di cui 16 positivi;
– Ospedale Ruggi di Salerno:  sono stati esaminati 198 tamponi di cui 17 positivi;
– Ospedale Sant’Anna: sono stati esaminati 48 tamponi di cui 5 positivi;
​- Asl Caserta presidi ospedalieri di Aversa e Marcianise: sono stati esaminati 104 tamponi di cui 15 positivi;
– Ospedale Moscati di Avellino: sono stati esaminati 114 tamponi di cui 9 positivi;
– Azienda Universitaria Federico II: sono stati esaminati 57 tamponi di cui 9 positivi;
– Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno: sono stati esaminati 700 tamponi di cui 84 positivi;
– Ospedale Santa Maria Della Pietà di Nola: sono stati esaminati 17 tamponi di cui 6 positivi;
– Ospedale San Pio di Benevento sono stati esaminati 30 tamponi di cui 3 positivi.
 

Continua a leggere

Economia

Via al bonus autonomi, nessun click day: ecco chi, come, dove e quando lo si può percepire

Avatar

Pubblicato

del

Nessun click day per il bonus di 600 euro previsto per i lavoratori autonomi. Da domani sara’ possibile fare la domanda ma “non ci sarà alcun ordine cronologico e le domande potranno essere inviate anche nei giorni successivi al primo aprile collegandosi al sito e cliccando sul banner dedicato”. A chiarire definitivamente il meccanismo di accesso a questo bonus previsto dal decreto Cura Italia è il presidente dell’Inps Pasquale Tridico che spiega che altre misure sono già attive: “il bonus babysitter è attivo da oggi. Il congedo speciale covid è attivo da ieri. La procedura cig e’ attiva dalla scorsa settimana, e la deroga appena le regioni concluderanno gli accordi regionali”. La domanda per il bonus autonomi, secondo le istruzioni pubblicate dall’Inps in una circolare, potra’ invece essere presentata sul sito Inps anche con il Pin semplificato che si puo’ chiedere proprio per queste richieste. La ministra del Lavoro, Nunzia Catalfo ha annunciato che con il decreto di aprile si rifinanziera’ la misura per aprile e maggio ampliandone probabilmente l’importo. La ministra ha annunciato anche di star lavorando a un reddito di emergenza. Si guarda al reddito di cittadinanza e alla revisione di alcuni requisiti per ottenerlo legati al patrimonio immobiliare. La misura sarebbe temporanea.

Ecco in sintesi cosa prevedono le regole sull’indennita’ e chi riguardano:

LAVORATORI INTERESSATI: sono interessati all’indennità di 600 euro i lavoratori autonomi (commercianti, artigiani e coltivatori diretti), i liberi professionisti non iscritti a casse di previdenza obbligatoria, i collaboratori coordinati e continuativi, i lavoratori stagionali e quelli dello spettacolo.

600 EURO A MARZO, VERSO AUMENTO PER APRILE E MAGGIO: l’indennità non contribuisce alla formazione del reddito e quindi non puo’ essere tassata. Non da’ luogo a contribuzione figurativa (come la cassa integrazione, anche in deroga).

DOMANDA ALL’INPS CON PIN SEMPLIFICATO: la domanda andra’ fatta per via telematica con il Pin, lo Spid, la Carta nazionale dei servizi o la carta di identita’ elettronica. Chi non ha il Pin puo’ chiedere un Pin semplificato accorciando i tempi di arrivo. In alternativa si puo’ usare il Contact center o i patronati. L’accredito arriva sul conto corrente.

RISORSE PER QUASI TRE MILIARDI: per i collaboratori e i liberi professionisti titolari di partita Iva ci sono 203,4 milioni; per i commercianti, gli artigiani i coltivatori diretti, i mezzadri e i coloni iscritti alla gestione speciale dei lavoratori autonomi lo stanziamento e’ di 2.160 milioni; per i lavoratori stagionali, del turismo e degli stabilimenti termali le risorse ammontano a 103,8 euro; per gli operai agricoli a tempo determinato lo stanziamento e’ di 396 milioni mentre per i lavoratori dello spettacolo lo stanziamento è di 48,6 milioni. Se si considerano le risorse per un mese potrebbero avere il bonus circa 4,8 milioni di lavoratori.

PER LAVORATORI SPETTACOLO LIMITE REDDITO: potranno chiedere l’indennita’ anche i lavoratori dello spettacolo purche’ abbiano versato nel 2019 almeno 30 contributi giornalieri e non abbiano avuto un reddito superiore a 50.000 euro. Questi lavoratori non devono essere titolari di rapporto di lavoro dipendente al 17 marzo per chiedere l’indennita’.

INCOMPATIBILITÀ E INCUMULABILITÀ: l’Inps ricorda che queste indennita’ non sono cumulabili e che sono incompatibili non solo con la pensione ma anche con il reddito di cittadinanza, la cosiddetta Ape sociale e con l’assegno ordinario di invalidita’. L’indennita’ e’ invece cumulabile con la Naspi per i lavoratori dello spettacolo e per quelli stagionali. Il bonus e’ cumulabile anche con le erogazioni monetarie derivanti da borse lavoro, stage e tirocini.

Continua a leggere

In rilievo