Collegati con noi

Corona Virus

Focolaio covid di Mondragone, sono 79 i contagi ma nessuno è grave

Avatar

Pubblicato

del

Continua a crescere il numero dei contagi Covid nel Casertano, tutti collegati al focolaio sviluppatosi nelle palazzine Ex Cirio di Mondragone. Sono 79 i positivi attuali in provincia: 61 sono di Mondragone, di cui 43 individuati nei palazzi ex Cirio dove risiedono centinaia di immigrati bulgari di etnia rom, gia’ tutti trasferiti in strutture sanitarie. I 18 che vivono all’esterno della ‘mini zona rossa’ stanno bene e dovranno rimanere in quarantena domiciliare per due settimane. Qualche preoccupazione per l’azienda agricola di Falciano del Massico, nel Casertano, dove sono risultati contagiati dal Coronavirus 27 lavoratori, collegati al focolaio dei palazzi ex Cirio: il sindaco Erasmo Fava ha emesso un’ordinanza di chiusura dell’azienda. Da Mondragone giunge pero’ anche una buona notizia: uno dei cinque palazzi in quarantena e’ ormai tornato ‘Covid free’, segno che il contenimento dell’infezione sta dando risultati. A margine della questione sanitaria, a Mondragone si registra una piccola bufera poi rientrata per una gaffe commessa dal Comune, che sul proprio sito pubblica – e poi rimuove – i nomi dei 18 residenti fuori dalla zona rossa per i quali e’ stata disposta la quarantena domiciliare. “E’ stato un errore cui abbiamo posto rimedio – dice il sindaco Virgilio Pacifico – ma veniamo da giorni di grande lavoro e di pressioni enormi, e molti funzionari sono stanchi”. Lo stesso Pacifico si rallegra poi della notizia che “l’italiana residente in uno dei palazzi ex Cirio e’ tornata a casa perche’ il suo tampone si e’ negativizzato. Crediamo che il focolaio sia ormai completamente circoscritto e ne sia stata individuata la causa; affronteremo i prossimi sette giorni con la fiducia dovuta proprio alla consapevolezza che il contagio sembra si sia stabilizzato”. Ad essere tornato libero dal Covid e’ il palazzo abitato quasi esclusivamente da italiani, mentre vi sono ancora 42 casi positivi negli altri quattro stabili del complesso ex Cirio, dove dimorano soprattutto bulgari; tutti i contagiati sono stati trasferiti nei giorni scorsi al Covid Hospital di Maddaloni, ma e’ presumibile, essendo tutti asintomatici, che facciano ritorno a casa nei prossimi giorni. Il focolaio di Mondragone continua comunque ad essere terreno di scontro politico. Oggi i candidati alla presidenza della Regione Valeria Ciarambino per il M5 e Stefano Caldoro del centrodestra, Stefano Caldoro, accusano De Luca di mascherare i dati e fare solo passerelle.

Advertisement

Corona Virus

Coronavirus, ancora 552 contagiati e tre decessi

Avatar

Pubblicato

del

Crescono ancora in Italia, nelle ultime 24 ore, i casi di coronavirus: si registrano 552 nuovi contagi, in aumento rispetto ai 402 di ieri. É un número alto ma che é frutto degli screening nei centri di accoglienza e in altri focolai di contagio già circoscritti e isolati. Tre i decessi registrati, in calo rispetto ai 6 di ieri. Il numero totale delle vittime é di 35.190 persone. Il numero totale dei casi registrati sale a 249.756, gli attualmente positivi sono 12.924, i dimessi/guariti sono 201.642. Questi i dati resi noti dal ministero della Salute. Il virus circola dunque ancora e in tutto il paese a causa dei cluster di contagio individuati.

Continua a leggere

Corona Virus

Coronavirus, il Cts propose di istituire la zona rossa ad Alzano e Nembro il 3 marzo

Avatar

Pubblicato

del

Il Comitato tecnico scientifico, nella riunione del 3 marzo nella sede della Protezione civile propose di “adottare le opportune misure restrittive gia’ adottate nei Comuni della zona rossa anche in questi due comuni”, ovvero Alzano Lombardo e Nembro e questo “al fine di limitare la diffusione dell’infezione nelle aree contigue”. Lo si legge nel verbale della riunione reso pubblico dal consigliere regionale della Lombardia Niccolo’ Carretta che lo scorso 6 aprile ha fatto una richiesta al Pirellone di accesso agli atti riguardo la zona rossa bergamasca. Il motivo della proposta, si legge nel verbale pubblicato oggi dall’Eco di Bergamo e’ “limitare la diffusione dell’infezione nelle aree contigue”.

Nello stralcio di verbale fornito al consigliere di Azione, il Cts sottolinea che Nembro e Alzano si trovano “in stretta prossimita’ di Bergamo” con una popolazione di 13.639 e 11.522 abitanti. “Ciascuno dei due paesi ha fatto registrare attualmente oltre 20 casi, con molta probabilita’ ascrivibili ad un’unica catena di trasmissione. Ne risulta pertanto che l’R0 e’ sicuramente superiore a 1, il che costituisce un’indicatore di alto rischio di ulteriore diffusione del contagio”. Nella risposta a Carretta, la Regione sottolinea che appunto il 3 marzo dall’assessorato al Welfare furono inviati al direttore dell’Iss Silvio Brusaferro i dati sui positivi della provincia di Bergamo “che rappresentava una situazione di cluster nella zona della Val Seriana e del capoluogo”: ovvero 58 contagiati a Nembro, 33 a Bergamo, 26 ad Alzano, 22 a Zogno e 16 ad Albino. “Continua la battaglia di Azione per ottenere sempre piu’ dettagli sugli eventi accaduti durante l’emergenza sanitaria in provincia di Bergamo. Capire cosa sia successo – ha sottolineato il consigliere regionale bergamasco – e perche’ sia o state prese certe decisioni piuttosto che altre e’ fondamentale ed e’ un diritto di tutti i cittadini”.

Continua a leggere

Corona Virus

Coronavirus negli Usa, è una carneficina: 2.000 morti in 24 ore, più di 160mila decessi in tre mesi

Avatar

Pubblicato

del

Negli Stati Uniti il coronavirus ha fatto 2.000 morti nelle ultime 24 ore, la prima volta dopo tre mesi. E’ quanto emerge dai dati della Johns Hopkins University. Il bilancio dei morti provocati dal coronaviurs negli Stati Uniti ha superato la soglia dei 160mila: e’ quanto emerge dai conteggi della Johns Hopkins University. I dati dell’universita’ americana indicano che i decessi nel Paese sono ad oggi 160.090 a fronte di 4.881.974 casi confermati. Dall’inizio della pandemia negli Usa sono guarite 1.598.624 persone.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto