Collegati con noi

Cronache

Fiumi di cocaina da Casoria e Caivano, maxi operazione antidroga dei Carabinieri: 55 arresti in tutta Italia

Avatar

Pubblicato

del

Nell’ambito di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli Nord, i Carabinieri del Comando Provinciale di Napoli, nella mattinata odierna, hanno dato esecuzione, in varie aree del territorio nazionale, ad un’ordinanza applicativa di misure cautelari emessa dal GIP del Tribunale di Napoli
Nord nei confronti di
cinquantacinque soggetti, raggiunti da gravi indizi di colpevolezza per una pluralità di condotte di detenzione e cessione a terzi di sostanze stupefacenti di vario tipo nonché per reati in materia di armi e per i reati di furto in abitazione, rapina, procurata evasione di soggetto detenuto presso la propria abitazione. Le indagini, eseguite anche attraverso intercettazioni telefoniche ed ambientali nonché attraverso plurime attività di riscontro sul territorio
sfociate in sequestri di sostanze
stupefacenti ed arresti in flagranza di reato, sono state condotte, in un arco temporale ricompreso tra il marzo ed il luglio 2018, da militari in servizio presso la Sezione Operativa della Compagnia Carabinieri di Casoria. Le indagini hanno consentito di accertare una pluralità di condotte di cessione a terzi di sostanze stupefacenti, anche nella zona del “Parco Verde” di Caivano poste in essere attraverso contatti telefonici che consentivano agli acquirenti di richiedere direttamente e rapidamente quanto desiderato. Successivamente, colui che volta per volta riceveva le richieste, si premurava di affidare la sostanza da recapitare a soggetti incensurati o comunque di giovane età (in alcuni casi anche minorenni) affinché provvedessero alla materiale consegna dello stupefacente. Le consegne avvenivano in punti concordati e i soggetti adibiti al trasporto prestavano attenzione ad avere con sé solo piccoli quantitativi di sostanza stupefacente in modo tale da esporsi nel minor modo possibile laddove sottoposti a controlli da parte delle Forze dell’Ordine. Nello specifico, nei confronti di ventiquattro soggetti è stata disposta la custodia cautelare in carcere, mentre nei confronti di ulteriori sedici soggetti è stata disposta la misura cautelare degli arresti domiciliari. Ancora, altri quindici soggetti sono stati poi sottoposti alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria.

Advertisement

Cronache

Napoli, scontro tra auto e moto a Scampia: due morti

Avatar

Pubblicato

del

Due uomini – di 41 e 31 anni – hanno perso la vita in un grave incidente stradale avvenuto la scorsa notte in via Arcangelo Ghisleri, nel Rione napoletano di Scampia. Le due vittime erano in sella ad uno scooter che, per cause ancora in corso di accertamento, si è scontrato con una utilitaria sulla quale viaggiavano tre ragazze. Per loro le conseguenze dell’impatto non sono gravi. I due uomini, Genny Iattarelli e Alessandro Parisi, in sella al motociclo, benché immediatamente soccorsi sono giunti già morti in ospedale. Sulla vicenda indagano gli agenti della polizia municipale.

Continua a leggere

Cronache

L’azienda denuncia la polizia arresta: pieno con il gasolio dei bus Eav, finisce ai domiciliari

Avatar

Pubblicato

del

Avrebbe fatto il pieno della sua auto con il gasolio che era destinato ai bus dell’Ente Autonomo Volturno. Con questa accusa il dipendente di una ditta esterna che si occupa della manutenzione di mezzi e’ finito ai domiciliari. L’ammanco dei carburante – avvenuto nel deposito bus dell’Eav di Agnano, nella zona occidentale di Napoli, fu segnalato alla polizia dai vertici aziendali. E dopo alcuni di indagini, gli agenti del commissariato Bagnoli hanno arrestato un 45enne, residente nella zona flegrea. Nei guai e’ finito anche un dipendente Eav che si sarebbe fatto marcare il cartellino delle presenze sul posto di lavoro da un dipendente dell’impresa di pulizia. Entrambi sono sottoposti all’obbligo della firma. “Siamo sempre per dare il massimo ai lavoratori. Ma se il quadro inquietante evidenziato fosse confermato, saremo rigorosi sino in fondo, come gia’ fatto in altre occasioni”, ha scritto, in una nota, il presidente dell’Eav, Umberto De Gregorio (nella foto in evidenza).

Continua a leggere

Cronache

Venezuela, è Roberto Vivaldi italiano catturato da Interpol

Avatar

Pubblicato

del

Il direttore dell’Interpol in Venezuela, Carlos Garate, ha annunciato che l’italiano arrestato ieri nella Isla Margarita si chiama Roberto Vivaldi, e non Flavio Febi come aveva reso noto un ufficiale della polizia venezuelana. Via Twitter Garate ha indicato che “e’ stato arrestato da funzionari dell’Interpol il cittadino di nazionalita’ italiana Roberto Vivaldi, per cui esisteva dal 2019 un ‘codice rosso’ diffuso dall’Ufficio centrale nazionale (Ocn) a Roma. E’ accusato, fra l’altro, di frode, bancarotta, evasione fiscale e truffa. Si tratta, ha concluso il direttore di Interpol Venezuela, del n.10 nella lista degli individui piu’ ricercati in Italia.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto