Collegati con noi

Sport

F1 in Canada: Leclerc penalizzato parte ultimo, pole alla Red Bull di Verstappen

Pubblicato

del

Max Verstappen su Red Bull partira’ in pole position nel gran premio del Canada, nona prova del mondiale di formula uno in programma domani sul circuito “Gilles Villeneuve” di Montreal. Secondo tempo e prima fila per Fernando Alonso (Alpine). In seconda fila partiranno la Ferrari di Carlos Sainz col terzo tempo e la Mercedes di Lewis Hamilton. Chiamato all’impresa Charles Leclerc che invece partira’ ultimo dopo che la Ferrari ha deciso di cambiare nuovamente parti del suo motore oltre il limite consentito per stagione. Dopo le prime indiscrezioni la Ferrari infatti ha deciso di prendere le opportune precauzioni in termini di affidabilita’ per non rischiare un altro zero come a Baku e Barcellona. Alla monoposto del monegasco oltre al motore con il montaggio della terza unita’, sono state cambiate anche la centralina e il turbo compressore. Il cambio costa cara a Leclerc che sulla griglia di Montreal sara’ dunque ultimo. Il monegasco ha preso parte solamente alla Q1 e le sensazioni, a detta del monegasco, sono buone: “Non so se ho fatto bene i calcoli, ma in questo modo ho concluso davanti a Yuki Tsunoda e domani, quindi, potro’ partire davanti a lui – le parole di Leclerc a Sky Sport -. Una posizione in piu’ non e’ un granche’, ma in un weekend simile bisogna prendere tutto quel che si puo'”. Nonostante tutto il morale di Leclerc e’ alto in vista della gara dove sara’ costretto a rimontare e Red Bull sperando che il compagno Carlos Sainz e magari la sorte lo possano aiutare. Il monegasco e’ costretto a limitare i danni per non perdere definitivamente il treno iridato, ora che Verstappen nella classifica del Mondiale piloti e’ davanti con 34 punti di vantaggio. “E’ bellissimo essere tornati su questa pista – ha detto Leclerc – ha molto carattere e guidare qui e’ sempre divertente, specie perche’ bisogna aggredire parecchio i cordoli. Come sempre qui la pista si e’ evoluta molto man mano che si girava e il vento e’ stato a tratti molto forte, anche se non ha condizionato piu’ di tanto il mio lavoro. Ora ci concentreremo sulla gara per prepararla nel miglior modo possibile”. La scelta della Ferrari e’ arrivata dopo le libere di venerdi’ a Montreal, con il pilota monegasco sceso in pista al “Gilles Villeneuve” con il nuovo motore e provando un tipo di lavoro nelle libere che aveva fatto presagire ulteriori modifiche. Il team di Maranello fino all’ultimo ha preferito verificare l’andamento della monoposto e poi, una volta raccolti i dati, ha verosimilmente effettuato un briefing con il pilota per prendere la decisione. E mentre la Fia a Montreal ha emanato una direttiva per limitare o evitare il saltellamento delle monoposto, e’ arrivato un nuovo duro sfogo di Lewis Hamilton contro la sua Mercedes a corto di prestazioni: “Aspetto di sapere quali sensazioni abbia provato George (Russell, ndr), ma per me – tuona l’inglese – e’ stato un disastro. Continueremo a lavorare su questa vettura, ma ormai credo che la macchina sia questa per il 2022. E’ inguidabile. Dovremo resistere e lavorare sodo per costruire una vettura migliore per il prossimo anno”,

Advertisement

In Evidenza

Neuralink di Musk, indagine federale dopo morte 2.500 animali in test

Pubblicato

del

Neuralink di Elon Musk è sotto indagine federale dopo la morte di 1.500 animali dal 2018 in seguito ai test condotti. Lo riporta il Guardian, sottolineando che lo staff della società ha lamentato test condotti in fretta causando sofferenza e morte degli animali. L’indagine arriva mentre Neuralink è impegnata nello sviluppo di un dispositivo da impiantare nel cervello per aiutare le persone paralizzare a camminare e curare altri problemi neurologici. L’indagine è stata aperta negli ultimi mesi dal Dipartimento americano dell’Agricoltura.

Continua a leggere

In Evidenza

Juve: stipendi, da consulenti lacune e reticenze

Pubblicato

del

Lacune e reticenze emergono dalle testimonianze di alcuni agenti di giocatori e consulenti della Juventus sentiti dai procuratori nell’inchiesta della Procura di Torino, mentre si attende la comunicazione della data dell’udienza preliminare. Dichiarazioni “di indubbia rilevanza” – secondo i magistrati – poiché “sono stati proprio gli agenti e i rispettivi legali/consulenti a interloquire con la Juventus” nell’ambito delle ‘manovre stipendi’ che hanno spostato da un bilancio all’altra i pagamenti di alcuni stipendi. E proprio gli agenti e consulenti sono chiamati a “visionare e discutere le bozze delle scritture e, infine, a comunicare ai calciatori il ‘via libera’ per la firma dell’accordo”.

Il consulente fiscale della Juventus Franco Vernassa, ad esempio, nella deposizione accusa “vuoti di memoria”, quando gli viene chiesto in cosa consisteva l’operazione relativa agli stipendi 2020/2021: “non mi ricordo cosa mi sia stato rappresentato – dice – e in ogni caso la mia consulenza era sugli aspetti fiscali derivanti da operazioni di bilancio”. Veronique Rabiot, madre e procuratrice del centrocampista francese Adrien, dopo avere detto “tutti i giocatori avevano accettato la rinuncia a una mensilità” del 2019/2020 e lo spostamento di altre tre alla stagione successiva, afferma, a proposito delle scritture firmate dal figlio sugli aspetti contrattuali “non li ho visti e anche se li avessi visti, visto che non parlo italiano non li riconoscerei”. Visionate le scritture sugli stipendi, del 13 maggio 2020, e quella successiva del 6 luglio 2020, di integrazione depositata in Lega, la signora Rabiot”non sa spiegarsi la differenza di data perché, per quanto ricordo, Adrien ha firmato una sola volta”.

Ma – aggiunge – “dovete chiedere ad Adrien, non posso escludere che sia andato due volte a firmare”. Anche Alessandro Lucci, fondatore dell’agenzia WSA (World Soccer Agency), sentito come agente di Bonucci e Cuadrado e, dal maggio 2021, anche di Kulusevski, ricorda che i suoi assistiti “hanno firmato una sola volta” e non sa spiegare le date differenti nelle firme dei documenti sulla ‘manovra stipendi’: “prendo atto – dice ai magistrati – che i documenti riportano date differenti, ma non saprei indicare i motivi”. Quanto alle trattative per rimodulare i pagamenti, si tratta di “accordi che sarebbero stati formalizzati con scritture private che né io né l’avvocato Rodella abbiamo vai avallato e infatti ho sconsigliato a Bonucci e Cuadrado accettare questo accordo. Questo perché – dice il presidente della Wsa – pur tenendo in considerazione che la Juventus era una società meritevole di ampia fiducia, comunque delle scritture private non avevano alcun tipo di valore per la tutela legale”.

Continua a leggere

In Evidenza

Mondiali, Il Brasile ‘straccia’ la Corea e dedica a Pelè la vittoria

Pubblicato

del

Una vittoria netta, con un gran bel calcio e il Brasile stacca il biglietto per i quarti di finale: c’era davvero poco da fare contro la Selecao: Vinicius, Neymar, Richarlison e Paqueta hanno firmato il 4 a 1 contro la Corea che ha segnato il gol della bandiera con Paik. Alla fine della partita i calciatori si sono stretti introno ad un grande striscione di augurio per Pelè che è ricoverato in ospedale.

La squadra di Tite ha divertito e si è divertita e si candida seriamente alla vittoria finale. Nei quarti di finale incontrerà la Croazia che ha battuto il Giappone.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto