Collegati con noi

Corona Virus

Effetto Covid, persi 255 milioni di posti lavoro nel mondo

Avatar

Pubblicato

del

L’impatto del Covid-19 sul mercato del lavoro e’ stato devastante: nel 2020 circa l’8,8 % delle ore lavorate a livello mondiale e’ andato perso pari a una perdita di 255 milioni di posti di lavoro a tempo pieno, afferma l’Organizzazione internazionale del lavoro (Ilo). La stima di 255 milioni di posti di lavoro persi e’ circa quattro volte superiore al numero di ore lavorate perso durante la crisi finanziaria del 2009, afferma l’Ilo commentando nel suo ultimo rapporto sull’impatto del Covid sul mondo del lavoro. Questa perdita di ore lavorate – precisa un comunicato – e’ dovuta in parte alla riduzione dell’orario di lavoro per coloro che hanno mantenuto l’occupazione e in parte a una perdita di lavoro “senza precedenti” che ha colpito 114 milioni di persone. Il 71 % delle perdite occupazionali (81 milioni di persone) e’ avvenuto sotto forma di inattivita’, piuttosto che di disoccupazione. Tale condizione evidenzia che le persone sono uscite dal mercato del lavoro perche’ non erano in grado di lavorare a causa delle restrizioni della pandemia, o semplicemente hanno smesso di cercare lavoro. Tener conto unicamente della disoccupazione porta a sottovalutare drasticamente l’impatto del Covid-19 sul mercato del lavoro, sottolinea ancora l’Ilo. Il rapporto aggiunge che le massicce perdite di ore lavorate hanno causato una diminuzione dell’8,3% del reddito globale da lavoro (prima dell’introduzione di misure di sostegno al reddito). Questa perdita corrisponde a 3.700 miliardi di dollari o al 4,4 % del prodotto interno lordo (PIL) globale. Le donne sono state maggiormente colpite degli uomini. Anche i giovani sono stati particolarmente colpiti dalla crisi causata dalla pandemia: la perdita di occupazione tra i giovani (15-24 anni) e’ stata dell’8,7 %. Le ultime proiezioni per il 2021 indicano che la maggior parte dei paesi dovrebbe osservare una ripresa sostenuta nella seconda meta’ dell’anno, quando saranno i programmi di vaccinazione avranno effetto. Ma nell’incertezza l’Ilo descrive tre scenari per la ripresa: uno scenario di base, uno pessimista e uno ottimista e mettere in guardia contro un rallentamento delle prospettive di ripresa nel 2021 se i timidi miglioramenti non verranno supportati da politiche per una ripresa incentrata sulle persone.

Advertisement

Corona Virus

Covid, Cts: grande preoccupazione, innalzare misure

Avatar

Pubblicato

del

“Grande preoccupazione” per l’evoluzione della pandemia, che richiede l’ “innalzamento delle misure su tutto il territorio nazionale” e la “riduzione delle interazioni fisiche e della mobilita’”. E’ quanto ha messo a verbale il Comitato tecnico scientifico nella riunione di ieri al termine della quale, sottolineano fonti del Cts, “non e’ stato suggerito al governo alcun lockdown”.

“Alla luce dell’aumento sostenuto della circolazione di alcune varianti virali a maggiore trasmissibilita’ – si legge – si ribadisce di mantenere la drastica riduzione delle interazioni fisiche tra le persone e della mobilita’. Analogamente a quanto avviene in altri paesi Europei, anche a causa delle varianti virali che potrebbero potenzialmente ridurre l’efficacia di alcuni vaccini, si rende necessario un rafforzamento/innalzamento delle misure su tutto il territorio nazionale al fine di ottenere rapidamente una mitigazione/contenimento del fenomeno epidemico, indipendentemente dai valori di incidenza”. Nel corso della riunione gli esperti hanno anche auspicato una “tempestiva conclusione” della revisione dei parametri del monitoraggio, in modo da rendere “piu’ rapida l’azione di contenimento/mitigazione” da attuare sia a livello nazionale che locale. Nel Dpcm entrato in vigore oggi, spiegano ancora gli esperti, e’ stato inoltre previsto che le scuole di ogni ordine e grado devono passare in didattica a distanza nelle zone dove l’incidenza supera i 250 casi ogni 100mila abitanti. Questa stessa soglia il Cts l’aveva proposta lo scorso 8 gennaio per far scattare in automatico la zona rossa, ma era stata bocciata dai presidenti di Regione e poi accantonata dal governo che non l’aveva inserita nel Dpcm del 14 gennaio. Ora invece e’ stata recepita, ma solo per quanto riguarda le scuole e si e’ lasciato ai governatori la responsabilita’ di intervenire ulteriormente. Gli esperti hanno pero’ ribadito al governo che alla limitazione dell’attivita’ scolastica faccia seguito anche una limitazione degli altri servizi, compresa la chiusura dei centri commerciali.

Continua a leggere

Corona Virus

Coronavirus, i dati del contagio in Italia: 23.641 positivi e 307 morti

Avatar

Pubblicato

del

In Italia nelle ultime 24 ore sono 23.641 i nuovi positivi registrati secondo il bollettino quotidiano del Ministero della Salute, questo su 355.024 tamponi, molecolari e antigenici, con un indice di positività del 6,6%, in leggerissimo aumento rispetto a ieri. In aumento anche i ricoveri in terapia intensiva, dove si trovano 2.571 pazienti e nei reparti dove ci sono 20.701 persone. Anche oggi si registrano tanti decessi: 307 persone non ce l’hanno fatta, per un totale di 99.578 vittime dall’inizio della pandemia.

Continua a leggere

Corona Virus

Coronavirus, il contagio in Campania: 2.843 positivi, 24 morti e aumentano i ricoverati

Avatar

Pubblicato

del

Nella Campania ormai a un passo dalla zona rossa (a partire da lunedì) i contagi continuano a correre: i positivi registrati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del bollettino dell’Unità di crisi della Regione Campania, sono 2.843 su 25.527 tamponi effettuati, ovvero un indice di positività dell’11,13 per cento. I guariti sono solo 596, molto pochi rispetto ai positivi.

Salgono i ricoverati in terapia intensiva che sono ora 148, a fronte di 656 posti di terapia intensiva disponibili ma non solo per il Covid ma per tutte le patologie, quindi in buona parte occupati. 1.385 i posti di degenza occupati, 24 i morti.

Questo il bollettino dell’Unità di crisi della Regione Campania di oggi:
Positivi del giorno: 2.843 (di cui 405 casi identificati da test antigenici rapidi)
di cui
Asintomatici: 2.232
Sintomatici: 206
* Sintomatici e Asintomatici si riferiscono ai soli positivi al tampone molecolare
Tamponi del giorno: 25.527 (di cui 5.038 antigenici)
Totale positivi: 282.661 (di cui 8.054 antigenici)
Totale tamponi: 3.066.706 (di cui 132.169 antigenici)
Deceduti: 24 (*)
Totale deceduti: 4.451
Guariti: 596
Totale guariti: 190.777
* 17 deceduti nelle ultime 48 ore, 7 deceduti in precedenza ma registrati ieri
Report posti letto su base regionale:
Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656
Posti letto di terapia intensiva occupati: 148
Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (**)
Posti letto di degenza occupati: 1.385
** Posti letto Covid e Offerta privata.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto