Collegati con noi

Ambiente

Ecco tutti gli “agrihost” diplomati in Campania

Avatar

Pubblicato

del

Diplomati in Campania i primi “agrihost” d’Italia, nuova figura professionale ideata e promossa da Coldiretti e Terranostra negli agriturismi aderenti alla rete Campagna Amica. Sono 42 e arrivano da tutte le province, dall’Appennino al Cilento, dal Vesuvio all’isola d’Ischia. Il corso – che si è concluso ieri sera a Solofra, in provincia di Avellino – ha l’obiettivo di accrescere le competenze di management degli operatori agrituristici nella gestione dell’ospitalita’. Un percorso di formazione gia’ avviato con successo grazie alla figura dell’agrichef, il cuoco contadino. L’agrihost è il manager dell’agriturismo, addetto all’accoglienza ma anche allo storytelling dei valori dell’azienda agricola e all’organizzazione di percorsi di turismo esperienziale. Al corso sono intervenuti il presidente nazionale di Terranostra Diego Scaramuzza, il segretario nazionale Toni de Amicis, il direttore di Coldiretti Campania Salvatore Loffreda e il presidente di Terranostra Campania Manuel Lombardi.

Docenti del corso sono stati Genni Cesarani (Kross Booking, automazione aziendale e nuovi strumenti di gestione e distribuzione), Massimiliano Rendina (docente di Composizione Architettonica all’Universita’ Vanvitelli di NAPOLI), Quirino Picone (docente di web marketing all’Universita’ Suor Orsola Benincasa di NAPOLI), Tullio Pastore (Italiaonline, digital marketing strategies), Jonathan Goldsmith (premiato come miglior pizzaiolo degli USA). Ecco i nomi degli operatori agrituristici che hanno frequentato il primo corso “agrihost”. Dalla provincia di Avellino: Ferdinando Del Vecchio dell’agriturismo Cecauciello (Nusco), Adelina Romano dell’agriturismo La Fortezza (Ariano Irpino), Sergio Acampora e Nadi Alves Acunzo dell’agriturismo Rocca Normanna (Fontanarosa), Francesca Barbato dell’agriturismo Casa Barbato (Montoro), Lucia De Palma e Giuseppe Resce dell’agriturismo Oasi Masseria Sant’Elia (Casalbore), Antonio Giannasca dell’agriturismo Giannasca (Grottaminarda), Giovanna Russo e Anna Borreca dell’agriturismo Barbati (Roccabascerana), Maria Buonanno dell’agriturismo Terranova (Solofra). Dalla provincia di Benevento: Maurizio Perriello dell’agriturismo La Rocca di San Giovanni (Apice), Giuseppe Esposito e Tina Maravita dell’agriturismo La Forcina (Sant’Agata de’ Goti), Maria Antonietta Moffa dell’agriturismo Masseria Pasqualone (Colle Sannita), Michele Frangiosa e Caterina Vernacchio dell’agriturismo Masseria Frangiosa (Torrecuso), Annamaria Colanera e Annalisa Loreto dell’agriturismo Le Poenie (Sant’Angelo a Cupolo), Maria Vittoria Ragnoni dell’agriturismo La Torretta Baronale (San Giorgio del Sannio), Giovanna Mazzucco dell’agriturismo La Cascina Nel Bosco (Faicchio), Maria Colangelo e Pasquale Morone dell’azienda agricola Cantina Morone (Guardia Sanframondi), Umberta e Livia Iannotti dell’agriturismo La Vecchia Trainella (San Lorenzo Maggiore), Antonio Carbone dell’agriturismo Il Ristoro del Viandante (San Giorgio del Sannio), Paola Carone dell’agriturismo Stella del Taburno (Torrecuso), Marialena Di Filippo dell’agriturismo Corte Ciervo (San Salvatore Telesino), Monica Nicchiniello dell’azienda agricola Nicchiniello (Pesco Sannita), Giuseppe Arganese dell’agriturismo Masseria Grande (Bucciano). Dalla provincia di Caserta: Cecilia Magnante dell’agriturismo Antica Petra (Pietravairano), Gennaro Granata dell’agriturismo Al Centimolo (Caianello), Marika De Cristofaro dell’agriturismo Le Campestre (Castel di Sasso), Vincenzo Sansone dell’agriturismo Masseria Sansone (Alife).

Dalla provincia di NAPOLI: Simona Briganti dell’agriturismo Villa Mazza al Vesuvio (Torre Del Greco), Giuseppe Iovino dell’agriturismo Il Gruccione (Pozzuoli), Alessandro Verde dell’agriturismo Quarto Miglio (Quarto), Francesca Novelli dell’agriturismo Il Giardino Mediterraneo (Forio d’Ischia). Dalla provincia di Salerno: Gerardina Merola dell’agriturismo Isca Delle Donne (Palinuro), Fabio Marra dell’agriturismo Spennagalli (Altavilla Silentina), Michele Corrado e Anna Bolzano dell’agriturismo Fattoria ‘O Cavaliere (Sarno).

Advertisement
Continua a leggere

Ambiente

Effetto coronavirus, dal 1 luglio le isole Galapagos riaprono ai turisti

Avatar

Pubblicato

del

Le ecuadoriane isole Galapagos, patrimonio naturale dell’umanita’, riapriranno le loro porte al turismo dal 1 luglio. Lo ha annunciato il vicepresidente ecuadoriano Otto Sonnenholzner. “Possiamo gia’ iniziare a pensare al futuro, alla riattivazione, le Galapagos diventeranno presto la prima destinazione turistica sicura in termini di salute”, ha affermato in un video sul suo account Twitter.

Continua a leggere

Ambiente

Bandiere Blu, quest’anno ce ne sono 12 in più in Italia

Avatar

Pubblicato

del

Aumentano quest’anno in Italia le Bandiere Blu, i riconoscimenti ai comuni marinari e lacustri con le acque più pulite e il maggior rispetto dell’ambiente. Sono 195 i Comuni italiani che le hanno ottenute nel 2020, 12 in più rispetto ai 183 dell’anno scorso. I nuovi ingressi sono 12, e non c’è nessuna uscita. Hanno ottenuto il riconoscimento anche 75 approdi turistici. Le Bandiere Blu sono attribuite ogni anno dalla ong internazionale FEE (Foundation for Environmental Education, Fondazione per l’educazione ambientale), basandosi sui prelievi delle Arpa, le agenzie ambientali delle Regioni. E già questo dovrebbe essere indicativo della serietà delle attribuzioni. Ma vediamo quali sono le 12 new entry per i comuni: Gozzano (Piemonte), Diano Marina (Liguria), Sestri Levante (Liguria), Montignoso (Toscana), Porto Tolle (Veneto), Vico Equense (Campania), Isole Tremiti (Puglia), Melendugno (Puglia), Rocca Imperiale (Calabria), Tropea (Calabria), Siderno (Calabria), Ali’ Terme (Sicilia). Fra gli approdi arrivano quest’anno Cala Cravieu (Celle Ligure, Liguria), Vecchia Darsena Savona (Savona, Liguria), Cala Gavetta (La Maddalena, Sardegna), Marina Porto Azzurro (Porto Azzurro, Toscana), Porto degli Aragonesi (Casamicciola, Ischia, Campania). Perdono la Bandiera Blu nel 2020 il Porto turistico Marina di Policoro (Policoro, Basilicata) e la Marina del Nettuno (Messina, Sicilia).

Casamicciola. Quello che vedete è il Porto degli Aragonesi

La Liguria sale a 32 localita’, con due nuovi ingressi, e guida la classifica nazionale. Segue la Toscana con 20 localita’ (un nuovo ingresso). La Campania raggiunge le 19 Bandiere con un nuovo ingresso. Con 15 localita’ seguono le Marche. La Puglia conquista due nuove localita’ e raggiunge 15 Bandiere, mentre la Sardegna riconferma le sue 14 localita’. Anche la Calabria va a quota 14 con tre nuovi ingressi, mentre l’Abruzzo resta a 10. Il Lazio conferma le 9 Bandiere, cosi’ come 9 sono quelle del Veneto, che segna un nuovo ingresso. L’Emilia Romagna conferma le sue 7 localita’, mentre la Sicilia ne guadagna una, passando a 8 Bandiere. La Basilicata conferma le sue 5 localita’, il Friuli Venezia Giulia conferma le 2 Bandiere dell’anno precedente. Il Molise rimane con 1 Bandiera. Quest’anno aumentano le Bandiere sui laghi, che premiano 18 localita’. Si registra un nuovo ingresso in Piemonte, che ottiene 4 Bandiere. Rimangono invariati il Trentino Alto Adige, con 10 localita’, e la Lombardia, con 1. I 195 Comuni italiani premiati, per complessive 407 spiagge, corrispondono a circa il 10% delle spiagge premiate a livello mondiale.

Continua a leggere

Ambiente

L’Oreal stanzia 150 milioni per donne vulnerabili e per ambiente

Avatar

Pubblicato

del

L’Oreal, nel contesto degli effetti della pandemia da coronavirus, annuncia L’Oreal for the future, un programma di solidarietà sociale e ambientale. Lo scopo è gestire due priorit. La prima è supportare le organizzazioni che sostengono le donne particolarmente vulnerabili, ovvero le prime vittime della crisi sociale ed economica causata dalla pandemia, istituendo un fondo di beneficenza del valore di 50 milioni di euro per sostenere le organizzazioni attive sul campo e gli enti benefici locali nel loro impegno per contrastare la poverta’. La seconda e’ contribuire alla rigenerazione degli ecosistemi naturali danneggiati e partecipare attivamente alla lotta al cambiamento climatico, con investimenti a impatto ambientale di 100 milioni di euro, suddivisi in parti uguali per la rigenerazione e e per la prevenzione. “Nei prossimi mesi – ha dichiarato il presidente e ceo Jean-Paul Agon – le nostre societa’ affronteranno crisi sociali che comporteranno situazioni di grande sofferenza umana, specialmente per i piu’ vulnerabili.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto