Collegati con noi

Napoli

Dries Mertens show anche alla cena di fine stagione con De Laurentiis, Ancelotti e tutta la squadra

Avatar

Pubblicato

del

Domenica al San Paolo arriva l’Inter di Luciano Spalletti che lotta per la conquista di un posto in Champions League. Il Napoli di Carlo Ancelotti non ha le stesse motivazioni ma forse le troverà per fare una scortesia ai nerazzurri. Prima del rompete le righe, che arriverà fra meno di dieci giorni, il clima è  sereno. Nella serata di giovedì Aurelio de Laurentiis ha portato tutta la squadra, allenatori, preparatori, staff medico a cena (è la tradizionale cena di di fine stagione) in un ristorante sulla collina del Vomero. Il ristorante Villa D’Angelo di via Aniello Falcone della famiglia Giugliano, Mimì alla Ferrovia per intenderci. Serata rilassante, divertente, allietata da balli, risate e dalla giovialità di un Dries Mertens scatenato show man e ballerino che ha portato in pista mezza squadra ed ha fatto ballare persino Ancelotti e Koulibaly, due noti pezzi di legno quanto a doti ballerine.

Il presidente De Laurentiis ha ringraziato tutti quelli che hanno lavorato nel Napoli e per il Napoli. ”Non era facile passare dal gioco di Sarri al nuovo, Carlo Ancelotti ha fatto un lavoro straordinario con tutta la squadra e la società”. Calciomercato, movimenti estivi, calciatori in entrata e in uscita? Non se ne parla proprio. Ci si diverte, ci si gode il traguardo Champions League e poi dopo si penserà alla prossima stagione. Carlo Ancelotti è il punto fermo del Napoli del futuro. Nella sua mente c’è già la squadra con cui vuole affrontare il prossimo campionato. In linea di massima, salvo che non chiedano loro di andare altrove, si va verso la conferma o prolungamento del contratto,  Milik, Mertens, Maksimovic e Zielinski. Anche Insigne (il capitano) dovrebbe rimanere. Ma avendo un procuratore di nome Mino Raiola, mai dire mai. Nell’incontro a casa di Ancelotti, alla presenza del presidente De Laurentiis, dell’allenatore e del procuratore Raiola, il Napoli ha manifestato la propria volontà di non cedere il calciatore, al quale pochi mesi fa è stato rinnovato e prolungato il contratto con un bel gruzzolo per il talento di Frattamaggiore. Insigne, però,  non si sente stimato fino in fondo dai tifosi, e si è riservato di decidere il suo futuro guardandosi attorno. Il Napoli, ovviamente, è pronto ad accettare proposte di cessione purché siano vicine ai 100 milioni. Amen.

 

Advertisement

Cronache

Senza casco e senza patente investe e uccide un vecchino di 90 anni, denunciato per omicidio stradale un 19enne

Marina Delfi

Pubblicato

del

Non indossava il casco, non aveva la patente e guidava una motocicletta risultata senza assicurazione quando ha investito e ucciso un uomo di 90 anni, Vittorio Santorelli, in viale Traiano a Napoli. L’incauto driver, un ragazzo di 19 anni, è stato denunciato per omicidio stradale ma la sua posizione potrebbe aggravarsi: si attendono i risultati delle analisi per stabilire se guidasse anche sotto l’effetto di droghe.

Il giovane, a bordo di una moto Yamaha, andava a velocità sostenuta quando ha preso in pieno il pensionato che viene sbalzato ad alcuni metri di distanza. Si fermano gli automobilisti di passaggio, intervengono gli agenti della polizia municipale di Napoli  e quando arriva l’ambulanza, l’anziano viene trasportato in codice rosso all’ospedale Cardarelli ma appare subito chiaro che le sue condizioni sono gravissime e poco dopo muore.

Continua a leggere

Cronache

L’addio di Napoli a Carlo Croccolo e un cartellone: Ciao Carlo, salutaci Totò

Avatar

Pubblicato

del

L’addio di Napoli a Carlo Croccolo. C’era la chiesa di San Ferdinando gremita in piazza Trieste e Trento. Una folla incredibile dentro e fuori la chiesa degli artisti. All’uscita del feretro tra gli applausi sono volati  palloncini bianchi. In due libri sono state raccolte le firme. Ovunque foto di un Carlo Croccolo sorridente. In prima fila, sui banchi c’era la moglie di Croccolo, l’attrice Daniela Cenciotti. Erano compagni sia nella vita che sul palcoscencio. C’era la figlia Donatella con i nipotini, i parenti. Ad officiare il rito c’era invece il cugino di Carlo Croccolo, don Giulio.

Carlo Croccolo: Nella foto con un altro grande artista napoletano, Gino Rivieccio

Al lato dell’altare i gonfaloni del comune di Castel Volturno, dove Croccolo da tempo risiedeva ed era cittadino onorario, e del Comune di Napoli, rappresentato dall’assessore Anna Maria Palmieri. Nella folla spicca la figura di un  anziano che innalza per tutto il tempo un cartello che accompagnerà il feretro dell’atttore fin sul sagrato della Chiesa: “Carlo salutaci il grande Totò”. C’erano tanti artisti napoletani per salutare Croccolo: Da Giacomo Rizzo a Gianfranco Gallo, da Corrado Taranto a Lucio Ciotola, Adriano Pantaleo, Lucia Cassini, Caterina de Santis, il critico teatrale Giulio Baffi, Paola Esposito dell’associazione Titania Teatro di cui Croccolo era direttore artistico.

https://www.juorno.it/e-morto-carlo-croccolo-attore-napoletano-stimato-ed-amato-fu-spalla-di-toto-e-vinse-un-david-di-donatello

Continua a leggere

Cultura

Il sindaco di Napoli Luigi de Magistris incontra il nuovo soprintendente del Teatro San Carlo Stephane Lissner

Avatar

Pubblicato

del

Il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, ha ricevuto nel pomeriggio a palazzo San Giacomo, sede della giunta comunale, Stephane Lissner, nuovo soprintendente del Teatro San Carlo. Il primo cittadino ha voluto cosi’ accogliere in città il nuovo vertice del Massimo partenopeo per augurargli buon lavoro ed anche per rinnovare gli attestati della grandissima stima ad un grande protagonista della cultura mondiale. Dopo il tradizionale caffè, de Magistris ha donato a Lissner il gagliardetto della citta’ e un libro di fotografie dei luoghi più belli di Napoli: entrambi hanno voluto sfogliarlo fino all’immagine proprio del San Carlo. Lissner ha molto gradito l’omaggio del sindaco ed insieme, a piedi per via Verdi, hanno raggiunto il Teatro per una prima veloce visita, concedendosi una foto dal palco reale e dal palcoscenico alla presenza del soprintendente uscente, Rosanna Purchia, prima del concerto di apertura della stagione sinfonica diretto da Jurai Valchua.

Continua a leggere

In rilievo