Collegati con noi

In Evidenza

Draghi chiude Conte all’angolo: M5s fondamentale, c’è solo questo governo

Pubblicato

del

Il governo ad oggi “non rischia”. Ma “non si fa senza i 5 Stelle”. Il premier si presenta in sala stampa al termine di due giorni roventi per la politica. A stemperare il clima, a minimizzare sia il suo rientro da Madrid prima della fine del vertice Nato sia le polemiche attorno a sue frasi, smentite, sul suo predecessore a Palazzo Chigi. Ma invia agli azionisti della sua maggioranza un messaggio chiaro: i 5S sono “fondamentali” e non ci si puo’ “accontentare” di un appoggio esterno ne’ di qualunque altra geometria politica. Non ci sono, insomma, alternative a questo governo, perlomeno con Mario Draghi alla guida. Ne’ ipotesi di rimpasti, peraltro mai richiesti dai partiti. L’impegno a proseguire l’esperienza a capo dell’esecutivo, il presidente del Consiglio l’aveva ribadita poche ore prima a Sergio Mattarella. Salito al Quirinale nel primo mattino, Draghi ha illustrato al presidente della Repubblica gli esiti dei summit di Bruxelles, Elmau e Madrid dell’ultima settimana. E ha garantito al Capo dello Stato il suo impegno a patto che i partiti continuino a sostenerlo nella formazione attuale. Un punto sui vertici Draghi lo aveva presentato anche in Cdm ai ministri. Nessun accenno, invece alle tensioni politiche ne’ strigliate, come accaduto in passato. Anzi, come ha ripetuto anche davanti ai giornalisti, i vertici hanno fatto registrare “risultati importanti” per l’Italia anche “per merito di questa maggioranza di saper prendere decisioni con generosita’”. L’Italia “come bussola”, indica il premier, sottolineando che per lui ma, e’ convinto, anche per le forze politiche, resta “preminente” l’interesse degli italiani”. Il premier spende,come mai prima, parole di apprezzamento per il Movimento: “Ha dato contributi importanti all’azione di governo”, ne ha segnato la “vocazione ambientale” e ne e’ parte “fondamentale”. L’esecutivo, insomma, e’ “nato con loro” e non si puo’ accontentare dell’appoggio esterno, e’ il suo ragionamento, perche’ “valuta troppo il contributo dei 5 Stelle”. Parole che probabilmente non basteranno ad archiviare la frizione con Giuseppe Conte. Un incontro con il leader M5s non sarebbe ancora in agenda, ma si potrebbe tenere nei prossimi giorni, forse a inizio della prossima settimana. “L’ho sentito, ci siamo scambiati dei messaggi”, spiega il presidente del Consiglio. E Conte “ha confermato che non e’ intenzionato ad uscire dal governo e a dare l’appoggio esterno”, riferisce Draghi. Il premier si dice poi “completamente estraneo” alla vicenda che ha fatto esplodere la rabbia del leader M5s di un suo colloquio con Beppe Grillo e la richiesta di rimuovere l’ex capo del governo dalla guida dei pentastellati. “Non ho mai pensato di entrare nelle questioni interne di un partito”, scandisce, chiarendo: non ho “mai fatto le dichiarazioni che mi sono state attribuite sui 5 Stelle”. E se ci sono “riscontri oggettivi, come mi dicono, vediamoli…”, dice con fermezza, perche’ “io non li trovo”. Draghi ridimensiona anche lo scontro in atto tra altre parti della sua maggioranza, sulla cannabis cosi’ come sullo Ius Scholae. Mentre Pd e M5s da un lato e centrodestra dall’altro, si sfidano sulla cittadinanza per i minori stranieri e sulla coltivazione delle piantine di marijuana, con la Lega che chiama in causa proprio la tenuta del governo, Draghi rimanda la palla nel campo parlamentare convinto che “queste diversita’ di vedute non portano difficolta’ al governo”. Che in ogni caso, ricorda, “non ha mai preso posizioni” sulle iniziative delle Camere. L’esecutivo, ribadisce ancora una volta,e’ li’ “per fare”. E la lista delle “sfide” ancora da affrontare e’ lunga, dal Pnrr alla siccita’, alla guerra e il suo impatto sul potere di acquisto dei cittadini e sulla competitivita’ delle imprese. Avanti quindi con il sostegno all’Ucraina – anche con invii di nuove armi se necessario – cosi’ come sulle azioni per rendersi indipendenti dal gas russo, comprese le valutazioni sul potenziamento della produzione nazionale. E avanti con gli interventi economici per proteggere famiglie e imprese, con “nuovi interventi” gia’ “probabilmente a luglio, dopo i 3 miliardi stanziati con il secondo passaggio in Cdm per contenere le bollette anche nel terzo trimestre. E in prospettiva anche con un intervento sul cuneo fiscale. “Il momento sara’ probabilmente la legge di bilancio”, prevede Draghi, assicurando che entro le prossime due settimane saranno convocate le parti sociali per valutare insieme “gli strumenti” adatti.

Advertisement

In Evidenza

Istanbul, la famiglia Mertens cerca una casa sul mare e va a cena nel ristorante italiano

Pubblicato

del

Non sarà Palazzo Donn’Anna a Posillipo ma le case sul mare di Istanbul hanno il loro fascino come tutta la città: cultura millenaria che riflette le influenze dei numerosi imperi che hanno governato ma anche modernità e voglia di vivere. Per la loro avventura turca, i coniugi Mertens stanno cercando casa, se ne incarica Kat che sul suo profilo Instagram pubblica una foto di una costruzione affacciata sul mare e chiede ai suoi followers se hanno contatti con chi fitta case a Istanbul, meglio se arredate. Insomma una volta assaggiato il piacere di vivere con il mare negli occhi, difficile privarsene. E in attesa di tornare a Napoli, forse a fine settembre per ricevere la cittadinanza onoraria dal sindaco Manfredi, una casa sul mare potrebbe essere l’ideale.

E intanto per una prima sera romantica sul Bosforo i due con il piccolo Ciro Romeo hanno scelto un ristorante italiano famoso: Cecconi’s, un giardino fascinoso, ritenuto fra i 10 migliori ristoranti italiani. Con un menu che spazia fra primi piatti, tartare e crudi di mare, con ottimi cocktail.

Cecconi’s restaurant, Instanbul

Adesso per Ciro, turco-napoletano, l’avventura può iniziare davvero: è stato accolto con affetto da migliaia di tifosi del Galatasaray e sta bene, con tanta voglia di segnare.

Continua a leggere

Esteri

Aerei da guerra russi distrutti nell’attacco a base Crimea

Pubblicato

del

Almeno otto aerei da guerra russi sono stati danneggiati o distrutti nell’attacco alla base aerea di Saky in Crimea di due giorni fa: lo mostrano immagini satellitari riprese dall’operatore sprivato Planet Labs. I media internazionali pubblicano le foto di prima e dopo l’attacco mostrando la prima conferma indipendente dei danni alla base che si trova a piu’ di160 chilometri dalla prima linea. Finora Kiev ha ufficialmente negato la responsabilita’ dell’attacco. Mosca ha minimizzato negando che qualsiasi aereo sia stato danneggiato e ammettendo solo che “diverse munizioni sono esplose” in un’area di stoccaggio presso la struttura.

Continua a leggere

In Evidenza

Neuromed, la ricerca di nuovi farmaci neuroprotettivi attraverso l’osservazione tridimensionale

Pubblicato

del

I ricercatori di Neuromed di Pozzilli, Isernia, con altri colleghi di istituti europei stanno portando avanti un nuovo lavoro scientifico in cui i raggi X prodotti da un acceleratore di particelle vengono utilizzati per esaminare i tessuti nervosi in 3D con una risoluzione che si avvicina a quella del microscopio elettronico.

Uno dei più grandi sforzi che si stanno compiendo a livello mondiale è la ricerca di nuovi farmaci neuroprotettivi, capaci di prevenire o rallentare la progressione di patologie neurodegenerative come la malattia di Alzheimer. Una nuova tecnica di indagine permette ora di osservare tridimensionalmente i neuroni e le loro strutture intracellulari con un altissimo dettaglio, studiando le alterazioni causate dalla malattia e, di conseguenza, osservando su modelli sperimentali l’effetto protettivo di nuove molecole.

L’uso di questa tecnologia, e le sue capacità di individuare danni neuronali e potenziali effetti di farmaci, sono al centro di una ricerca condotta in collaborazione dai ricercatori dell’I.R.C.C.S. Neuromed di Pozzilli (IS), dell’European Synchrotron Radiation Facility (ESRF) di Grenoble, Francia, dell’Università di Monaco, Germania, e dell’Università di Milano Bicocca. Lo studio, pubblicato sulla rivista European Journal of Nuclear Medicine and Molecular Imaging, ha utilizzato particolari raggi X prodotti da elettroni che viaggiano a velocità relativistiche all’interno di grandi acceleratori circolari di particelle chiamati sincrotroni.

il professor Giuseppe Battaglia e Giada Mascio

L’anello di 844 metri di diametro dell’ESRF di Grenoble, con il quale ricercatori Neuromed collaborano da oltre un decennio, è al centro di queste ricerche. “Le radiazioni X prodotte dal sincrotrone – dice il professore Giuseppe Battaglia – ci offrono l’opportunità di studiare i tessuti, quelli nervosi nel nostro caso prelevati da modelli sperimentali, con una risoluzione che si avvicina a quella del microscopio elettronico. Ma, a differenza di quest’ultimo, per usare la radiazione del sincrotrone non è necessaria la complessa e laboriosa preparazione dei campioni: i tessuti vengono semplicemente posti sotto il fascio di raggi X. È così che, grazie alla risoluzione di 0,1 µm (un decimillesimo di millimetro, ndr), riusciamo a vedere, anche tridimensionalmente, le varie strutture intracellulari e, cosa fondamentale, possiamo studiare le caratteristiche dei neuroni colpiti da patologie neurodegenerative, come la malattia di Alzheimer”.

“Con questa tecnica – dice Giada Mascio, ricercatrice Neuromed – abbiamo potuto studiare, su modelli animali, una molecola sperimentale con un potenziale effetto neuroprotettivo. L’altissima risoluzione delle immagini, insieme alla tridimensionalità, ci ha permesso di evidenziare effetti della molecola che non si sarebbero potuti evidenziare con le classiche metodologie analitiche”.

“Questi dati ottenuti con l’utilizzo di radiazioni X da sincrotrone sono molto incoraggianti – dice ancora Battaglia – perché ci dicono che possiamo studiare con maggiore efficienza gli effetti di nuove molecole neuroprotettive candidate a diventare farmaci, accelerandone il processo di identificazione”.

 

Barbone GE, Bravin A, Mittone A, Pacureanu A, Mascio G, Di Pietro P, Kraiger MJ, Eckermann M, Romano M, Hrabě de Angelis M, Cloetens P, Bruno V, Battaglia G, Coan P. X-ray multiscale 3D neuroimaging to quantify cellular aging and neurodegeneration postmortem in a model of Alzheimer’s disease. European Journal of Nuclear Medicine and Molecular Imaging. 2022 Jul 19.
https://doi.org/10.1007/s00259-022-05896-5

 

L’IRCCS Neuromed
L’Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS) Neuromed di Pozzilli (IS) rappresenta un punto di riferimento a livello italiano ed internazionale per la ricerca e la terapia nel campo delle malattie che colpiscono il sistema nervoso. Un centro in cui i medici, i ricercatori, il personale e gli stessi pazienti formano una alleanza rivolta a garantire il miglior livello di assistenza possibile e cure all’avanguardia, guidate dagli sviluppi scientifici più avanzati.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto