Collegati con noi

In Evidenza

Doppietta di Lozano, Napoli corsaro a Bologna riaggancia il Milan in zona Champions

Pubblicato

del

Il Napoli archivia agevolmente la pratica Bologna. Con personalità la squadra partenopea vince in trasferta per 2-0 contro i rossoblù, intasca tre punti importanti e consolida il terzo posto per la classifica ora a quota 46, davanti solo Inter a 50 e Milan a 48 (oggi sconfitta dallo Spezia); a seguire Atalanta 42 e Juventus 41.
Il Napoli scende in campo al Dall’Ara contro il Bologna con l’obiettivo di cancellare l’eliminazione in Coppa Italia e consolidare il posto Champions in campionato. Occorre tenere alla larga la Juventus che segue a pochi passe e allungare sull’Atalanta che ha pareggiato con l’Inter capolista.


Sono diversi i cambi nella formazione rispetto all’undici di giovedì scorso contro la Fiorentina. Meret sostituisce l’infortunato Ospina in porta; Rrahmani in coppia con Juan Jesus; il solito Di Lorenzo sulla fascia destra e sul versante opposto rientra Mario Rui al posto di Ghoulam; Lobotka e Fabian Ruiz a centrocampo; in attacco Lozano, Elmas con Zielinski arrivato stamane a Bologna (sistemate pratiche e autorizzazioni dopo la sua negatività al covid) dietro alla punta, Dries Mertens (preferito a Petagna).

Il Napoli prende da subito nelle sue mani le redini del gioco. Ci provano Zilinski dopo due minuti e Di Lorenzo a seguire con una discesa implacabile sulla destra, proteste del Napoli per un tocco di mano di Hickey ma per arbitro e Var è tutto ok.
In palla Hirving Lozano al 5’ raccoglie un cross di Fabian in area, perfetto lo stop, ottimo il tiro ma Skorupski compie un miracolo e salva in angolo.
Al 15′ punizione da fuori area per il Napoli per un brutto fallo su Elmas: Spalletti protesta per un fallo precedente su Lozano; l’arbitro Marinelli dialoga con il tecnico toscano
Al 19′ ci riprova Zielinski che parte palla a piede e dal limite calcia di sinistro: è solo calcio d’angolo. Ma è il prologo al gol. Dopo un minuto è proprio il polacco a servire Elmas che mette al centro: il più lesto è il Chucky Lozano che di sinistro trafigge Skorupski infilandolo sul primo palo.

Elmas va in contropiede al 32’: cambia gioco per Lozano ma Svanberg di testa appoggia all’indietro al suo portiere.
Prende coraggio il Bologna e in tre occasioni si rende pericoloso ma è bravo Meret pronto a salvare la sua porta prima su Soriano, poi su Sansone (che però era in posizione irregolare) e Arnautovic.
Al 45′ Il palo nega il 2-0 a Fabian: gran sinistro a giro da fuori area dello spagnolo, legno pieno con Skoruoski battuto. Azzurri in vantaggio alla fine del primo tempo. Avrebbero meritato anche il raddoppio.
Inizia il secondo tempo e il Napoli continua dove aveva interrotto. Al 48′ azione strepitosa del Napoli: Fabian Ruiz riceve da Zielinski e pennella un cross perfetto per Lozano al centro che con una finta salta Skorupski e sigla il 2-0.
Al 51′ ammonito Zielinski per fallo tattico su Viola. Restano in avanti gli azzurri: al 56’ il Chucky fallisce la tripletta di un soffio raccogliendo un lancio di Mertens e tirando in porta, si tuffa Skorupski e devia calcio d’angolo.
Intanto Osimhen si scalda a bordocampo e potrebbe subentrare da un momento all’altro.


Azione magistrale che libera Fabian in area al 64’: protestano gli azzurri per una trattenuta in area di Hickey ai danni dello spagnolo. Per l’arbitro è tutto regolare.
Al 71′ doppia sostituzione per il Napoli. Esce Mertens, anche oggi uno dei più vivaci in campo, e si rivede Osimhen dopo oltre un mese e mezzo di stop per infortunio e per il covid. Esce anche Lozano – oggi mattatore assoluto – ed entra Politano.


Momento di stasi per il Napoli, il Bologna prova a farsi vedere dalle parti di Meret.
Minuto 80: esce Zielinski (buona partita la sua) entra Demme. All’85’ si fa espellere il match analyst del Napoli in panchina, Beccaccioli, per aver calciato via il pallone dalla panchina.


Bravo Osimhen all’88’: azione personale del nigeriano che salta un avversario, entra in area e calcia, fa tutto bene ma il suo tiro ad effetto termina a lato. Nei 4 minuti di recupero il Bologna colpisce un palo su calcio di punizione con Svanberg. Pochi attimi dopo capovolgimento di fronte e punizione per il Napoli, Mario Rui manda alto. Fischia l’arbitro, vince il Napoli 2-0.

Advertisement

In Evidenza

Morto il comico Bruno Arena, dei Fichi d’India

Pubblicato

del

Mondo dello spettacolo in lutto. E’ morto a 65 anni Bruno Arena, il comico del duo Fichi d’India. La notizia e’ stata data dal figlio Gianluca su Instagram: “Non ero pronto, ma tanto non lo sarei mai stato. Buon viaggio papa’… lasci un vuoto immenso”. A ricordare l’attore anche Paolo Belli che ha pubblicato una loro foto insieme: “R.I.P. grande amico mio”. Arena, nel 2013 era stato colpito da un aneurisma che ne aveva compromesso le capacita’ motorie. Si era avvicinato al mondo dello spettacolo negli anni Ottanta. La svolta dopo l’incontro con Max Cavallari, con il quale fondo’ i Fichi d’India, presenza costante a Zelig.

Continua a leggere

In Evidenza

Samantha Cristoforetti assume il comando della Stazione Spaziale Internazionale

Pubblicato

del

Si terra’ oggi alle 15,35 ora italiana il passaggio di consegne sulla Stazione Spaziale Internazionale con cui Samantha Cristoforetti diventerà la comandante dell’Iss, subentrando al compagno russo dell’Expedition 67, Oleg Artemyev. La 45enne astronauta milanese dell’Esa diventa la prima donna europea a guidare la stazione spaziale dedicata alla ricerca scientifica nell’orbita terrestre. La cerimonia di consegna sara’ incentrata sul passaggio simbolico di una chiave da parte di Artemyev e sara’ trasmessa in diretta dalla Stazione Spaziale Internazionale su Esa Web TV e Nasa Tv.

Continua a leggere

Economia

Musk è l’uomo più ricco del mondo, tra i Paperoni Usa Zuckerberg va fuori da top 10

Pubblicato

del

La rivista Forbes ha pubblicato la sua lista annuale dei 400 Paperoni piu’ ricchi d’America e per la prima volta in assoluto in vetta c’e’ il patron di Tesla e SpaceX Elon Musk, che scalza l’ex Ceo di Amazon Jeff Bezos, il quale aveva mantenuto il primo posto per quattro anni consecutivi. Al terzo posto il fondatore di Microsoft Bill Gates (nonostante i 20 miliardi di donazioni alla sua Fondazione). Musk quest’anno e’ piu’ ricco di 60,5 miliardi di dollari grazie a un aumento dell’11% delle azioni Tesla e a nuovi round di finanziamento per SpaceX, mentre Bezos e’ stato colpito dal calo del 27% delle azioni Amazon. A seguire, al quarto posto, c’e’ il fondatore di Oracle Larry Ellison, e poi l’oracolo di Omaha Warren Buffett e Larry Page, fondatore di Google. Per la prima volta dal 2015, invece, il fondatore di Facebook Mark Zuckerberg e’ fuori dalla ‘top ten’ dei piu’ ricchi d’America, all’11esimo posto. Da settembre 2021 ha perso piu’ della meta’ della sua fortuna – l’incredibile cifra di 76,8 miliardi di dollari – con il crollo delle azioni di Meta (-57%). In generale, comunque, quest’anno i Paperoni sono un po’ meno ricchi. Secondo Forbes, “come molti americani, le 400 persone piu’ ricche del paese risentono del rallentamento del mercato azionario. Sono collettivamente l’11% piu’ ‘poveri’ di quanto non fossero un anno fa. Stanno comunque andando bene, per un valore complessivo di 4.000 miliardi di dollari, 1.000 miliardi di dollari in piu’ di quanto valessero nell’autunno 2019, appena prima della pandemia”. Ma e’ la prima volta dalla Grande Recessione che gli ultra-ricchi d’America non sono piu’ ricchi dell’anno prima. E anche il patrimonio netto minimo richiesto per entrare in lista e’ sceso di 200 milioni, a 2,7 miliardi di dollari.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto