Collegati con noi

Uncategorized

Debutta in Italia il robot avatar per il metaverso

Pubblicato

del

Visitare una mostra a 300 chilometri di distanza, guardando le opere, toccando oggetti e parlando con chi si trova li’: e’ stato possibile grazie a un robot avatar, il primo del genere mai sperimentato e candidato a entrare a far parte dei protagonisti del metaverso. Il test e’ avvenuto in Italia, fra l’Istituto Italiano di Tecnologia (Iit) di Genova, che ha messo a punto il robot, e il Padiglione 17 della mostra di Architettura della Biennale di Venezia. E’ stato un test di turismo remoto, nel quale il robot inviava le sue percezioni all’operatore che si trovava a Genova e che, grazie a visore, guanti e tuta sensoriale, poteva vedere e toccare tutto quello che il robot vedeva e toccava, e interagire con le persone con le quali il suo avatar interagiva. “Vogliamo creare avatar robotici per esseri umani utilizzando robot umanoidi per favorire l’interazione con il mondo reale da remoto”, osserva il coordinatore dell’esperimento, Daniele Pucci. “Utilizziamo metodi simili a quelli di accesso al metaverso per accedere a distanza a un mondo fisico e non digitale e crediamo che questa direzione di ricerca abbia un potenziale enorme”. Le applicazioni possibili sono davvero molte e, fra le prime, c’e’ quella di utilizzare robot avatar per lavorare da remoto in luoghi potenzialmente pericolosi per la salute umana o inaccessibili, o l’addestramento a particolari lavori, per dare nuove prospettive di presenza da remoto a persone con disabilita’, o per inaugurare il turismo virtuale. Nato dalla collaborazione tra Iit e il ministero della Cultura, l’esperimento e’ stato realizzato in collaborazione con il Padiglione Italia ‘Comunita’ Resilienti’, promosso dalla direzione generale Creativita’ contemporanea del Ministero della Cultura e curato dall’architetto Alessandro Melis. Per il direttore generale Creativita’ Contemporanea del ministero e commissario del Padiglione Italia, Onofrio Cutaia, l’esperimento e’ stato “un’opportunita’ unica per promuovere il patrimonio culturale contemporaneo attraverso nuove forme di comunicazione”. Il robot per la tele-esistenza si chiama iCub3 ed e’ un’evoluzione del robot umanoide iCub nato all’Iit. Mentre la macchina visitava la mostra, l’operatore riceveva gli stimoli sensoriali grazie alla tuta ‘iFeel’, ideata e realizzata dall’Iit nell’ambito del progetto europeo AnDy e presentata con l’Inail al progetto ergoCub; un visore tracciava intanto la sua mimica facciale e i movimenti della testa per trasferirli all’avatar, mentre guanti con sensori che tracciano i movimenti della mano permettevano all’operatore di controllare le dita del robot e le telecamere di iCub3 diventavano i suoi occhi.

Advertisement

Uncategorized

Covid: 19.457 contagiati, 78 le vittime. Tasso al 14,8%

Pubblicato

del

Sono 19.457 i nuovi contagi da Covid registrati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri i contagiati erano 24.787. Le vittime sono 78, in calo rispetto alle 129 di ieri. Il tasso e’ al 14,8 %, in rialzo rispetto a ieri.   Sono invece 298 i pazienti ricoverati in terapia intensiva, mentre gli ingressi giornalieri sono 30. I ricoverati nei reparti ordinari sono invece 7.543, in lieve calo nelle ultimo 24 ore.

Continua a leggere

Uncategorized

Europei nuoto: oro Panziera nei 200 dorso donne

Pubblicato

del

Margherita Panziera vince la medaglia d’oro e domina con il tempo di 2:07:13 nei 200 dorso donne agli Europei di nuoto di Roma. Secondo posto per l’inglese Katie Shanahan, mentre il bronzo va a Dora Molnar.

 

Continua a leggere

Uncategorized

Rezza, ospedali non congestionati ma virus circola

Pubblicato

del

Nonostante il miglioramento dei parametri e “l’assenza di congestione” negli ospedali, “il virus pero’ continua a circolare ed e’ bene sempre fare un richiamo alla prudenza e alla responsabilita’, soprattutto in presenza di grandi aggregazioni. E ricordiamo che e’ possibile effettuare la quarta dose, soprattutto agli over-60 e alle persone fragili per evitare le conseguenze piu’ gravi della malattia”. Cosi’ il direttore Prevenzione del ministero della Saltute, Gianni Rezza, commentando i dati del monitoraggio settimanale sul Covid-19.

Infatti, rileva Rezza, “continua a diminuire il tasso di incidenza dei casi di Covid-19 nel nostro Paese e l’incidenza questa settimana raggiunge i 365 casi per 100mila abitanti. Anche l’Rt mostra una tendenza alla discesa e siamo ormai a 0,81, quindi ben al di sotto dell’unita’. Il tasso di occupazione dei posti di area medica e di terapia intensiva e’ rispettivamente al 13 e al 3,2%, quindi non si assiste ad alcuna congestione delle strutture sanitarie”.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto