Collegati con noi

Uncategorized

De Luca: tra 2 settimane Campania in zona rossa ed estate saltata se continuate a girare senza mascherine

Pubblicato

del

“Da oggi in poi dico ai cittadini che quello che succede dipende dalla quantita’ vaccini e dal vostro senso di responsabilita’. Ho visto immagini che mi preoccupano, migliaia di persone in giro senza mascherina significa che fra due settimane andiamo in zona rossa e ci giochiamo l’estate”. Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca inaugurando l’hub vaccinale di Capodichino a Napoli. “Sono favorevole – ha aggiunto – a spostare l’orario di apertura dei ristoranti e bar alle 23 per l’attivita’ interna ed esterna e la mobilita’ fino alle 23.30 per tornare a casa ma poi un controllo ferreo sulla movida, a mezzanotte tutti a casa senza un’anima viva per strada. Questo garantisce l’economia e la sicurezza sanitaria invece vediamo scelte ‘a capocchia’, per usare un termine scientifico”. De Luca ha sottolineato anche che “sui patentini dobbiamo accelerare – ha detto – gia’ dalla prossima settimana arriviamo a 200.000 card distribuite, c’e’ un ritardo perche’ la diamo solo dopo la seconda vaccinazione e poi dobbiamo chiarire bene che la card significa fare un accordo con le ferrovie, Alitalia, i ristoratori, gli albergatori, perche’ chi la esibisce potra’ muoversi in piena liberta’”.

Advertisement

Uncategorized

Morto Attolini, il sarto delle giacche dei vip da Oscar

Pubblicato

del

La giacca indossata da Jep Gambardella, un magistrale Toni Servillo ne ‘La Grande Bellezza’, era solo una delle sue originali creazioni. Suoi sono stati gli smoking indossati dallo stesso Servillo in occasione della cerimonia degli Oscar a Los Angeles. A lui si rivolgevano direttamente divi di Hollywood, da De Niro ad Al Pacino, da Dustin Hoffmann a Denzel Washington. Il sarto dei vip da Oscar che non aveva mai abbandonato la tradizione, quella della cucitura a mano in un’azienda a Casalnuovo, in provincia di Napoli, è morto. Della sua scomparsa riferiscono organi di stampa. Cesare Attolini, 91 anni, inventore della ‘giacca napoletana’, destrutturata, leggera e morbida, lascia ai figli Giuseppe e Massimo il testimone di un’azienda avviata dal padre Vincenzo, nel 1930.

Continua a leggere

Uncategorized

Iran: sesta condanna a morte di un manifestante

Pubblicato

del

La Corte rivoluzionaria di Teheran ha condannato a morte un manifestante. Si tratta del sesto caso dall’inizio delle proteste in Iran, circa tre mesi fa. Lo rende noto l’agenzia di stampa Mizan, riportando quando dichiarato dalla magistratura iraniana. Il “rivoltoso” è stato accusato di “aver estratto un’arma bianca con l’intenzione di uccidere e provocare terrore e privare i cittadini della loro libertà e sicurezza, sconvolgendo l’ordine della società”. Secondo i giudici di Teheran, il manifestante durante i disordini nella capitale ha cercato, armato di coltello, di bloccare una strada e in uno scontro con la polizia ha ferito un agente.

Continua a leggere

In Evidenza

Diego jr e i suoi fratelli, tutti insieme da Papa Francesco

Pubblicato

del

Quando di mezzo c’è Papa Francesco si può star certi che qualcosa di straordinario accade. Stavolta si è trattato di una specie di miracolo che ha visto riuniti tutti i figli di Diego Maradona a Roma. C’erano Dalma, Gianina, Jana, il piccolo Diego Fernando con la mamma Veronica Ojeda e Diego Armando Maradona junior con i suoi due piccolini, con Gianina anche Benjamin, il figlio avuto con il calciatore Sergio Aguero, il primo nipotino di Maradona al quale il calciatore era molto affezionato. Tutti insieme per la partita per la pace, e anche in un momento più intimo per i Maradona riuniti davanti al Papa che ha stretto le mani a tutti, riservando una carezza ai bimbi di Diego Junior.

È stato un giorno meraviglioso!!! Certe cose le puoi vivere solo con dio nel cuore!!Sono sicuro che dal cielo sei orgoglioso di noi!!”

È il messaggio scritto su Instagram da Diego jr,  un pensiero per il suo papà.

 

La manifestazione ha visto un tributo a Diego Armando Maradona, a quasi due anni dalla sua scomparsa. L’ex campione argentino era stato in passato promotore della partita e della stessa associazione Scholas Occurrentes. E grazie ad  un innovativo ologramma sono stati proiettati emozioni e ricordi legati alla vita di Maradona. Si è anche esibita live della band Opus, il cui brano Live is Life era salito alla ribalta grazie ad un video in cui l’argentino palleggiava con le note del gruppo austriaco in sottofondo.

 

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto