Collegati con noi

Corona Virus

Coronavirus, il dato del contagio in Campania: 1.626 nuovi positivi, 42 morti

Avatar

Pubblicato

del

 

Scende il numero dei contagiati da Covid-19 in Campania nelle ultime 24 ore, sono 1.626, scende anche il numero dei tamponi fatti, la percentuale di positivi sui test effettuati rimane sostanzialmente invariata, cioè l’11,38%. I morti sono 42 dato che porta il totale a 1.643 deceduti dall’inizio della pandemia, più di 100o negli ultimi 50 giorni.

 

 

Questo il bollettino dell’Unità di crisi della Regione Campania di oggi:

Positivi del giorno: 1.626
di cui:
Asintomatici: 1.431
Sintomatici: 195
Tamponi del giorno: 14.286

Totale positivi: 155.319
Totale tamponi: 1.586.159

​Deceduti: 42 (*)
Totale deceduti: 1.673

Guariti: 1.843
Totale guariti: 49.119

* 18 deceduti nelle ultime 48 ore e 24 deceduti in precedenza ma registrati ieri

​Report posti letto su base regionale:

Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656
Posti letto di terapia intensiva occupati: 182
Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (*)
Posti letto di degenza occupati: 2.141

* Posti letto Covid e Offerta privata

Advertisement

Corona Virus

Coronavirus, in Campania sempre peggio: 2.780 positivi e 40 decessi

Avatar

Pubblicato

del

In Campania, nelle ultime 24 ore, si sono registrati 2.780 positivi al coronavirus, di cui 327 casi identificati da test antigenici rapidi, 1.034 guariti e 40 decessi, di cui 21 nelle ultime 48 ore e 19 deceduti in precedenza, ma registrati ieri. Gli asintomatici sono 2.237 e i sintomatici 216, riferiti ai soli positivi al tampone molecolare. A comunicarlo l’Unità di crisi regionale. Il totale dei contagi da Covid-19, da inizio pandemia, sale a 276.976 (di cui 7.308 antigenici), i morti sono 4.414 e le guarigioni 189.604. I tamponi processati complessivamente 3.015.852 (122.730 antigenici) di cui 23.988 eseguiti ieri, dei quali 4.102 antigenici. Il report posti letto su base regionale riporta 656 posti letto di terapia intensiva disponibili, di cui 140 occupati mentre i posti letto di degenza disponibili, tra posti letto Covid e offerta privata 3.160, di cui 1.357 occupati. La situazione in netto peggioramento non fa altro che confermare la possibilità, forse la certezza, che nelle prossime ore la Campania potrebbe essere passata in zona rossa. Con tutto quello che ne consegue. Si pagano le irresponsabilità delle scorse settimane soprattutto a Napoli e nell’area metropolitana dove il contagio costituisce il 65 per cento dei positivi a livello regionale.

Continua a leggere

Corona Virus

Elezioni Napoli, Bonavitacola: grave scorrettezza del Pd, i nomi vengono dopo il programma

Avatar

Pubblicato

del

“Leggo i giornali stamane, che confermano quanto dichiarato dal segretario metropolitano del Pd dopo la riunione della coalizione di ieri sera. Ne ricavo una evidente e grave scorrettezza politica, nei riguardi di quanto deciso pochi minuti prima e delle forze chiamate al tavolo di confronto”. Lo afferma il vicepresidente della Regione Campania Fulvio Bonavitacola replicando alle dichiarazioni del segreario del pd di Napoli Marco Sarracino sull’ipotesi di Riberto Fco come candidato a sindaco di Napoli della coalizione centrosinistra-M5S. “Nella riunione – spiega Bonavitacola che ieri era al tavolo della costruenda coalizione – si era deciso tutt’altro. Partire dalla coalizione vincente alle regionali, definire i punti programmatici per poi aprirsi ad altre forze disponibili a condividere tale programma. I nomi venivano dopo, con la necessita’, condivisa da tutti, di garantire candidature coerenti con la coalizione regionale ed in grado di sviluppare piena collaborazione fra il Comune e la Regione, affrontando con priorita’ la disastrosa situazione del bilancio comunale. E’ chiaro a tutti che senza un sostegno regionale il Comune sarebbe consegnato alla paralisi amministrativa. Il segretario metropolitano del Pd parla d’altro e per se stesso, rivelandosi del tutto inaffidabile. Noi riteniamo che il futuro di Napoli si debba decidere a Napoli, non sulla base di giochi politici romani, a cui subordinare gli interessi della citta’. Ne prendiamo atto. Negli anni passati il misto di presunzione, supponenza e inconcludenza mostrato dal Pd ha portato a risultati disastrosi per il Pd, ed ha lasciato nella piu’ totale precarieta’ le istituzioni cittadine. Ma sembra che le esperienze del passato non abbiano insegnato nulla. Noi confermiamo il rispetto per le forze politiche e civiche della coalizione e saremo impegnati a mantenerla coesa. Ci muoveremo in coerenza e di conseguenza in piena autonomia”.

Continua a leggere

Corona Virus

L’Ema ha avviato la valutazione dello Sputnik V, Mosca: pronti a fornire vaccini per 50 milioni di europei

Avatar

Pubblicato

del

L’Ema ha avviato la valutazione del vaccino russo Sputnik V. Lo rende noto la stessa Ema. Nel comunicato, l’Ema specifica che a presentare domanda per l’Ue e’ stata la filiale tedesca del gruppo farmaceutico russo R-Pharm. La decisione di avviare la revisione in tempo reale, prosegue Ema, si basa sui risultati di studi di laboratorio e studi clinici sugli adulti. La revisione continuera’ fino a quando non saranno disponibili prove sufficienti per la domanda formale di autorizzazione all’immissione in commercio. L’Ema non e’ in grado di prevedere le tempistiche generali, ma precisa che “dovrebbe richiedere meno tempo del normale per valutare un’eventuale domanda a causa del lavoro svolto durante la revisione progressiva”. L’Ente comunichera’ ulteriormente quando sara’ stata presentata la domanda di autorizzazione all’immissione in commercio per il vaccino. “Dopo l’approvazione da parte dell’Ema” del vaccino Sputnik V contro il Covid, “saremo pronti a fornire vaccini per 50 milioni di europei a partire da giugno 2021”: lo ha dichiarato il capo del Fondo Russo per gli investimenti diretti, Kirill Dmitriev, in una nota dell’ente ripresa dall’agenzia Interfax.  “Accogliamo con favore l’inizio della procedura di esame del dossier di registrazione del vaccino Sputnik V da parte dell’Agenzia europea per i medicinali. Abbiamo fornito all’Ema tutti i dati necessari per un vaccino gia’ approvato da oltre 40 Paesi in tutto il mondo”, ha affermato – secondo quanto riferisce l’agenzia Ria Novosti – il capo del Fondo per gli investimenti diretti russo (Rdif), che ha partecipato allo sviluppo del vaccino. “Lo Sputnik V – ha affermato Dmitriev – puo’ dare un contributo fondamentale nel salvare milioni di vite in tutta Europa e attendiamo con impazienza l’esame dei dati da parte dell’Ema per l’impiego medico”. Dmitriev ha poi affermato che “il partenariato riguardante il vaccino deve stare al di sopra della politica” e che “la collaborazione con l’Ema e’ un ottimo esempio che conferma che solo l’unione degli sforzi e’ in grado di sconfiggere la pandemia”.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto