Collegati con noi

Uncategorized

Confindustria, risalita stoppata, rischio nuova caduta

Avatar

Pubblicato

del

Confindustria evidenzia il “rischio di nuova caduta”, una “seconda recessione” per l’Italia con il Pil del quarto trimestre atteso “di nuovo in calo”. Il centro studi di via dell’Astronomia lo indica con il rapporto mensile ‘congiuntura flash’ sottolineando le criticita’: “Peggiorano i servizi”, ma anche l’industria vede una “risalita stoppata”. La domanda interna e “fragile” e “con la seconda ondata di pandemia e’ previsto un nuovo stop a fine 2020” per gli scambi del commercio mondiale. Ed e’ allarme per uno “stop dell’occupazione”: gli economisti di Confindustria rilevano che “l’occupazione si e’ di nuovo appiattita a settembre, dopo la risalita temporanea a luglio-agosto. La disoccupazione sembra ripuntare verso il basso, come a marzo-aprile, per la contrazione della forza lavoro. Il quarto trimestre anche per l’occupazione si preannuncia in negativo”.

Il Csc parla di “seconda recessione” spiegando che “le recenti misure restrittive per arginare l’epidemia inducono a stimare che nel quarto trimestre si avra’ di nuovo un Pil in calo. L’impatto sull’economia italiana dovrebbe essere contenuto rispetto al crollo nel primo. nel secondo (-17,8%), dato che molti settori produttivi restano aperti”. L’attesa nuova contrazione del Pil negli ultimi tre mesi el 2020 “avviene subito dopo il forte rimbalzo nel terzo trimestre (+16,1%), che aveva riportato l’attivita’ al -4,5% dai livelli pre-Covid”. In Questo quadro “Peggiorano i servizi. Il pm nei servizisegnala un ulteriore arretramento gia’ in ottobre (46,7 da 48,8), con domanda indebolita. Dopo il recupero parziale del settore turistico fino ad agosto, a fine anno in vari segmenti le perdite saranno ancora vicine al 70% (stime Federturismo)”. Nell’industria “viceversa, il pmki in ottobre (53,8) ha fornito ancora segnali positivi. Tuttavia, la produzione gia’ a settembre-ottobre ha visto interrompersi il suo rapido recupero, sui livelli pre-Covid: cio’ potrebbe preludere a una nuova, moderata, caduta nel quarto trimestre”. in sintesi, gli economisti di via dell’Astronomia vedono per l’industria una “risalita stoppata”. La domanda interna e’ “fragile” . “Gli ordini interni dei produttori di beni di consumo sono risaliti a -28,3 (-34,4 nel 3 trimestre), quelli dei produttori di beni strumentali a -31,4 (da -42,8). La fiducia delle famiglie pero’ diminuisce, con forte calo delle attese sull’economia: cio’ alimenta la propensione al risparmio” Nelle imprese c’e’ poi “piu’ debito per la liquidita’. A settembre la dinamica del credito alle imprese ha accelerato ulteriormente (+6,8% annuo, da -1,0% a gennaio), per sopperire alla carenza di liquidita’. I prestiti con garanzie pubbliche hanno superato i 110 miliardi a novembre (dati Task Force). Cio’ pesera’ sul debito bancario (da 16,5% a 18,9% del passivo, stime CsC) e sugli oneri finanziari, riducendo le risorse per investimenti”. L’export e’ “in risalita”, con un recupero che “ha riguardato tutti i principali tipi di beni e, con ritmi diversi, i maggiori mercati. Le indicazioni a inizio quarto trimestre erano positive: in risalita gli ordini manifatturieri esteri. Tuttavia – avverte il CsC – le probabilita’ di una nuova caduta a fine anno sono alte, a causa della pandemia, specie nelle voci legate al turismo”. “Tassi stabili” con “il tasso sovrano in Italia rimasto basso (0,66% medio il BTP decennale a novembre), nonostante qualche volatilita’. Anche lo spread sulla Germania ha tenuto, sui bassi valori di ottobre (+1,23%)”, ed e’ “una buona notizia, rispetto al balzo di marzo quando l’Italia era percepita come piu’ rischiosa. Intanto, nello scenario globale, Il petrolio e’ “in risalita”, “l’eurozona frena”, la crescita Usa e’ “sotto ritmo”, e’ in evidenza un “Brasile in crescita”; “Segnali incoraggianti anche per la manifattura cinese e indiana”, ” si contrae invece l’industria russa, che risente dei prezzi del petrolio ancora bassi”.

Advertisement

Uncategorized

Covid: Usa,record 210.000 casi e 2.900 morti in 24 ore

Avatar

Pubblicato

del

Nelle ultime 24 ore negli Stati Uniti sono stati registrati oltre 210 mila nuovi casi di contagio da Covid, secondo i dati della Johns Hopkins University. Si tratta di un record assoluto. I decessi sono stati oltre 2.900.

Continua a leggere

Uncategorized

Trump, via immunità per social o metto veto a legge difesa

amministratore

Pubblicato

del

Donald Trump ha minacciato su Twitter di porre il veto alla legge annuale sulla difesa se il Congresso non mettera’ fine alla cosiddetta sezione 230, ossia la normativa che garantisce ai giganti del web l’immunita’ per i contenuti di terzi. Uno scudo legale che definisce “una grave minaccia alla nostra sicurezza nazionale e all’integrita’ delle elezioni”, dopo che Twitter e altri social hanno ‘censurato’ i post suoi e di altri conservatori sui presunti brogli elettorali.

Continua a leggere

Uncategorized

Falsi profili social per adescare minorenni, in manette una coppia

Avatar

Pubblicato

del

Falsi profili social per adescare minori. Una coppia di Termini Imerese (Palermo) è stata arrestata per violenza sessuale, adescamento di minori, divulgazione e detenzione di immagini video di pornografia minorile. Le indagini, condotte dalla Polizia postale di Palermo e Catania e dal Centro nazionale di contrasto alla pedopornografia online (Cncpo), sono scattate dopo un’attività investigativa dei colleghi di Torino per divulgazione online di immagini di pornografia minorile che lo scorso 27 agosto aveva portato a una perquisizione nei confronti di una persona in possesso di diversi dispositivi informatici. L’impiego di innovativi e sofisticati programmi di ricerca di prove informatiche relative allo scambio di materiale pedopornografico hanno consentito di arrestare a Termini Imerese una prima volta uno dei due individui, per detenzione di più di 100mila file di immagini e video a contenuto pedopornografico.     L’analisi del contenuto dei dispositivi informatici sequestrati ha fatto emergere le responsabilità non solo dell’indagato ma anche della sua convivente. Gli investigatori hanno scoperto così che due 13enni residenti a Catania erano state adescate utilizzando tre profili falsi, di due coetanei e di una blogger molto nota tra i teenagers, convinte a instaurare una relazione a distanza e indotte a compiere e assistere ad atti sessuali. Le adolescenti, ascoltate dalla Polizia postale di Catania con l’ausilio di una psicologa, dopo iniziali e comprensibili reticenze dovute alla vergogna, hanno raccontato quanto accaduto. Dalle indagini è emerso l’adescamento di un terzo minore, un ragazzo di anni 14 anch’egli di Catania. Nei confronti di un uomo di 42 anni e della sua convivente di 46 anni sono così scattate le manette e condotti nel carcere di Palermo e in quello di termini Imerese.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto