Collegati con noi

Ben'essere

Compie 60 anni il Cornetto. Festa e record a Salerno per il gelato più famoso al mondo nato a Napoli per mano del gelataio Spica

Pubblicato

del

Con 962 gelati mangiati Salerno entra nel Guinness World Records. Nella città campana è andata in scena “The Largest Ice Cream Party Social”, una manifestazione organizzata per celebrare i 60anni della nascita del cornetto Algida .

.

“Il cornetto è nato a Napoli 60 anni fa”, rivela Angelo Forgione, scrittore e giornalista meridionalista.“Nel 1959, in pieno miracolo industriale italiano, anno in cui il gelataio napoletano Spica ha la geniale idea di “impermeabilizzare” la superficie interna del cono-cialda rivestendola con uno strato di olio, zucchero e cioccolato. È la salvezza della croccantezza del cono di Marchioni, che Spica battezza col nome di ‘#Cornetto’, perché è noto quanto il simbolo apotropaico sia parte della tradizione partenopea. #Algida, fabbrica italiana del dopoguerra, acquista ben presto il brevetto di Spica”. Anche dopo l’acquisizione dell’Algida da parte del colosso anglo-olandese Unilever il Cornetto è rimasto made in Naples. “Ed è sempre dal territorio napoletano di #Caivano, dalla fabbrica di gelati più grande d’Europa e la seconda in assoluto – spiega ancora Forgione – che parte la produzione italiana del “cuore di panna” #madeinnaples, il #CornettoAlgida, portandosi dietro il primato di gelato industriale più venduto nel globo e le sue origini partenopee”. E chiosa: “Del resto, i napoletani avevano inventato pure il gelato artigianale. Si chiamava “sorbetta al latte”. Ma questa è un’altra storia”.

Advertisement

Ben'essere

Parma – Napoli sarà anche la sfida tra prosciutto e mozzarella, parmigiano e ricotta. Eccellenze a confronto in campo e fuori

Pubblicato

del

Sarà anche la sfida fra prosciutto e mozzarella, parmigiano e ricotta, insomma un derby del gusto DOP quello che si terrà domani al Tardini tra Parma-Napoli. Una doppia sfida: sportiva e gastronomica tra i prodotti di eccellenza sull’asse Campania-Emilia Romagna, a latere del terreno di gioco. In campo la Mozzarella di Bufala Campana Dop, la Ricotta di Bufala Campana Dop, il Prosciutto di Parma Dop e il Parmigiano Reggiano Dop con i rispettivi Consorzi di Tutela per un match all’ultima fetta. Arbitro della sfida ministro delle Politiche agricole Gian Marco Centinaio, grande tifoso del Parma. Prima dell’incontro, infatti, nell’area vip lounge dello stadio sarà allestito il campo di sfida a base di trecce, bocconcini, taglieri, con autorità, istituzioni e giornalisti.

Con il ministro Centinaio ci saranno: il presidente del Consorzio di Tutela Mozzarella di Bufala Campana Dop Domenico Raimondo, il presidente del Consorzio di Tutela Ricotta di Bufala Campana Dop Benito La Vecchia, il presidente del Consorzio di Tutela Prosciutto di Parma Dop Vittorio Capanna e il presidente del Consorzio di Tutela Parmigiano Reggiano Dop Nicola Bertinelli.

Lo sport diventa un’occasione e un veicolo anche di dialogo e di promozione delle eccellenze dei territori. L’iniziativa, che si inserisce nella cornice della partita di Serie A, rafforza il legame che c’è tra i nostri Consorzi di Tutela e sarà una vetrina del meglio del Made in Italy agroalimentare”, commenta il presidente Raimondo.

Partecipiamo con piacere a questa iniziativa che valorizza le nostre produzioni di qualità nel segno dello sport. È bello infatti vedere come una partita di calcio possa talvolta unire due territori diversi ma altrettanto ricchi di tradizioni e sapori di eccellenza”, dichiara il presidente Capanna.

Continua a leggere

Ben'essere

Milano Fashion Week: Irina Shayk sfiula per Moschino in una passerella trasformata nello studio televisivo di “Ok, il prezzo è giusto”

amministratore

Pubblicato

del

Dopo il grande successo a Roma con la sfilata che Moschino ha dedicata a Fellini, Jeremy Scott si presenta a Milano con la collezione per l’autunno inverno 2019-20. Tutto è studiato per raccontare il mondo dello spettacolo, ogni minimo dettaglio è coordinato, si ispira proprio al mondo dei giochi a premi che spopolavano in TV nei mitici anni 80. E si eccome Scott bada molto ai particolari non poteva mancare una location mirata: ha trasformato la passerella nello studio di “Ok, il prezzo è giusto!”  E sulla passerella fra tante bellissime e famose modelle spiccava la regina, Irina Shayk.

I soldi sono al centro di tutta la sfilata, con le borse a forma di phon o di ferro da stiro, abiti lamè o ricoperti di paillettes, spalline rinforzate, ecopellicce over con tanto di testa di volpe di peluche, gioielli bijoux a catena, completi minigonna e chiodo con stampa dollari. Tutto troppo esagerato ma meraviglioso!

Continua a leggere

Ben'essere

Milano Fashion Week: la donna indipendente ed elegante di Alberta Ferretti

Pubblicato

del

Milano frenetica, Milano sold out persino negli alloggi di Airbnb: tutto pieno e la città è impazzita per la settimana della moda. La Milano Fashion Week. Abbiamo scelto un’icona di stile, Alberta ferretti per raccontarvi oggi la moda delle passerelle milanesi .

«Sono partita da una doppia osservazione: conservare il carattere indipendente della mia donna e nello stesso tempo spingerla verso espressioni sempre più coerenti con la vita quotidiana e con il suo stile di vita», parole di Alberta Ferretti nella sua sfilata.

La stilista ha presentato una sfilata sober-chic per la collezione Inverno 2019/2020 giocata sui colori soffici, sull’eleganza, con una moda non imprigionata nei regolamenti e nelle tendenze . “Eccentricità sofisticata” è la definizone giusta per questa collezione di grande eleganza che osa pure un po’ ma senza  mai tradire le regole del buon gusto.

Bianco come la neve, grigio come le nuvole, il comparto dailywear ha insistito sui colori chiari e luminosi. Tantissimi vip alla sfilata, influencer come Chiara Ferragni con sua sorella, e tanti osservatori dall’Oriente.

La stilista nel backstage ha ricordato che il suo marchio sta allargando gli orizzonti:  “Abbiamo da poco aperto a Montecarlo e credo potremo lavorare a nuovi opening in Cina”.

Continua a leggere

In rilievo