Collegati con noi

Sport

Cio contro Russia, su doping Valieva ultima parola al Tas

Pubblicato

del

Il Comitato olimpico internazionale ha deciso di ricorrere contro la Russia sul doping accertato della baby pattinatrice Kamila Valieva, appena 15enne, risultata positiva a “una sostanza vietata” in avvicinamento ai Giochi invernali di Pechino 2022 ai quali e’ stata autorizzata a partecipare dal suo Paese. Il Cremlino, per il secondo giorno di fila, e’ intervenuto sul caso, sostenendo in pieno l’atleta, invitata a “non nascondere la faccia”, alimentando lo scontro nella vicenda. “Sei una russa, esibisciti e sconfiggi tutti. Siamo convinti che si tratti di una sorta di malinteso”, ha assicurato il portavoce Dmitry Peskov, invitando il Cio a finire di studiare il caso e a “prendere la sua decisione”. La vicenda ha avuto in giornata i suoi sviluppi piu’ significativi: la International Testing Agency, l’agenzia indipendente che gestisce l’antidoping a Pechino 2022, ha confermato la positivita’ della pattinatrice, considerata una “persona protetta” a causa della sua eta’. La Valieva e’ risultata positiva il 25 dicembre 2021, durante i campionati nazionali russi di San Pietroburgo dove vinse l’oro, alla trimetadizina, un farmaco vietato che e’ usato contro i disturbi cardiaci. Il risultato, accertato da un laboratorio svedese accreditato dalla Wada (agenzia antidoping mondiale), e’ stato comunicato l’8 febbraio, il giorno successivo alla vittoria della squadra russa nel concorso individuale, dove la Valieva contribui’ con una prova straordinaria. In automatico, e’ scattata la sospensione: trattandosi di test a livello nazionale, e’ stata la Rusada (antidoping russo) ad aver fermato la pattinatrice 15enne che ha fatto ricorso e il 9 febbraio e’ stata riammessa ad allenarsi e a gareggiare secondo motivazioni disponibili nei prossimi giorni. Il Cio ha pero’ deciso di impugnare la riammissione e il caso sara’ gestito dalla Corte arbitrale sportiva (Tas) di Losanna che, come di consueto, ha aperto una divisione ad hoc a Pechino per i Giochi. La decisione sara’ presa d’urgenza, entro il 15 febbraio, la data della gara individuale dove Valieva e’ la grande favorita, pronunciandosi sulla sospensione provvisoria ed entrando nel merito in seguito. Secondo il Comitato olimpico russo (Roc), l’atleta ha il diritto di competere a Pechino 2022 e la sua medaglia d’oro e’ pienamente valida, malgrado la positivita’ al dopingi. In una dichiarazione, il Roc, difendendo la vittoria di squadra, ha affermato di aver messo a disposizione un pool di legali e che la Valieva ha “il diritto di allenarsi e di prendere parte alle competizioni senza restrizioni fino a quando la Corte arbitrale dello sport non decidera’ diversamente”. Nel frattempo, il risultato del concorso a squadre resta sub iudice e le medaglie non saranno consegnate. Una volta presa la decisione finale, l’International Skating Union determinera’ se i risultati dell’evento a squadre saranno validi. Se la Russia dovesse perdere la sua medaglia d’oro, il Team Usa potrebbe salire sul gradino piu’ alto, mentre l’argento passerebbe al Giappone e il bronzo al Canada: tutto, verosimilmente, combattuto a colpi di carte bollate.

Advertisement

Sport

La Roma spreca, ma le basta Cristante-gol per battere la Salernitana

Pubblicato

del

Pur sprecando tanto, la Roma conquista l’Arechi e torna a casa con i primi tre punti del campionato. A mandare al tappeto una Salernitana volenterosa ma troppo leggera in avanti e’ un gol di Cristante alla mezzora del primo tempo. Nicola lancia subito in campo i nuovi arrivati Bronn, Candreva e Vilhena e schiera Bonazzoli (preferito a Ribery) nel tandem con Botheim. Mourinho si affida al 3-4-2-1 con Dybala e Zaniolo alle spalle di Abraham. I giallorossi partono con le marce alte e dopo quattro minuti mettono i brividi all’Arechi: Coulibaly perde un pallone sanguinoso in mezzo al campo, Zaniolo s’invola palla al piede ma al momento della battuta strozza troppo e conclude a lato. Il numero 22 della Roma e’ il piu’ vivace e si rende pericoloso anche al 9′ ma il suo tiro viene deviato in angolo.

La Salernitana prova a venire fuori dal guscio con Bonazzoli che al 18′ ci prova dal limite con un tiro  che viene respinto con qualche difficolta’ da Rui Patricio. I giallorossi, pero’, hanno un’altra marcia e quando accelerano rischiano sempre di far male alla difesa del cavalluccio marino. Che al 33′ capitola: Cristante calcia forte dalla distanza, la palla viene deviata da Coulibaly e termina nell’angolino alla sinistra di Sepe. E’ una doccia gelata per i 26mila dell’Arechi che, pero’, tirano un sospiro di sollievo sul finire di tempo quando prima il palo nega la gioia a Dybala e, poi, Mazzocchi salva sulla conclusione a botta sicura di Abraham. Nella ripresa la Salernitana parte meglio e riesce a tenere la Roma maggiormente nella propria meta’ campo. Nicola si gioca anche la carta Ribery trequartista per provare a sfruttare l’esperienza e la fantasia del francese. Ma le occasioni migliori sono ancora per i giallorossi. Al 12′ i ragazzi di Mourinho vanno vicini al raddoppio con un tiro ad incrociare di Dybala che esce d’un nulla. Dieci minuti dopo ci prova ancora Zaniolo con una botta dalla distanza che fa la barba al palo ed esce alla sinistra di Sepe. Nicola si gioca il tutto per tutto schierando i suoi con il 3-4-3 (Ribery-Kristoffersen-Valencia nel tridente) ma l’attacco granata non riesce mai a pungere. Al 32’arriva anche il momento di Wijnaldum che prende il posto di Zaniolo e fa il suo esordio in giallorosso. L’ex Liverpool al 41′ trova anche il gol in contropiede su assist di Dybala ma la gioia viene vanificata da una posizione di offside. Un episodio che non cambia la storia del match. Al triplice fischio la Roma fa festa ma la Salernitana esce tra gli applausi della sua gente.

Continua a leggere

In Evidenza

Torna la serie A e grazie ai disservizi Dazn i tifosi rimpiangono Sky

Pubblicato

del

Torna il campionato di calcio di Serie A e tornano i disservizi sulla piattaforma tv di Dazn, e la polemica oltre che dai tifosi arriva anche dai politici impegnati nella campagna elettorale. Dopo alcuni momenti di blak out durante Lazio-Bologna, nel pomeriggio, e’ arrivato il comunicato della piattaforma per scusarsi della situazione che riguardava Salernitana-Roma e Spezia-Empoli. Sui social e’ partita la forte protesta dei tifosi, inferociti anche per l’aumento del prezzo di abbonamento. Il primo a reagire e’ stato Mauro Berruto, responsabile sport del Pd, annunciando una segnlazione all’Agcom. Poi e’ arrivato anche il tweet di Carlo Calenda: “Alla fine e’ stata semplicemente una fesseria togliere i diritti a Sky. Peraltro colpendo una grande azienda che aveva investito in Italia e fa anche cinema, serie e cultura”. A seguire Matteo Salvini: “Da abbonato a #Dazn #credo che il servizio che stanno offrendo faccia schifo”, il tweet che fa perno sul suo slogan elettorale ‘Credo’. A poco sono servite le scuse di Dazn e l’indicazione di una via alternativa al collegamento via tv: le stories di Instagram, con link dedicati “Se stai riscontrando dei problemi di accesso, utilizza il link nelle Instagram stories per vedere Salernitana-Roma e Spezia-Empoli”, l’avviso di Dazn che forniva un escamotage per aggirare i disservizi che sono tornati a far capolino sulla diretta della Serie A. Quando stavano per cominciare le due partite odierne della fascia serale valide per la prima giornata, la Ott che detiene l’esclusiva del massimo campionato aveva diffuso una nota via Instagram: “Alcuni utenti stanno attualmente riscontrando problemi di accesso sulla nostra piattaforma. Stiamo lavorando duramente per trovare il prima possibile una soluzione e ci scusiamo per l’inconveniente”. Poi, evidemente, a primo tempo in corso i problemi non erano risolti, ed e’ arrivato un altro avviso di Dazn. L’avviso con scuse di Dazn, con la segnalazione di una via alternativa per guardare le partite della prima giornata, non hanno placato le proteste via social dei tifosi. Su twitter, con l’hashtag Dazndown, molti segnalano problemi a macchia di leopardo anche sulle partite del pomeriggio, Fiorentina-Cremonese e Lazio-Bologna. Gli utenti attaccano duramente la Ott, sottolineando che all’aumento delle quota di abbonamento si aggiunge il ripetersi dei problemi di visione gia’ riscontrati in passato. Sulla spinosa vicenda e’ intervenuto anche Mauro Berruto, responsabile sport del Partito Democratico, che da’ notizia di avere inviato una segnalazione dei disservizi all’AGCom. “In tutta #Italia ci sono gravi problemi di ricezione della trasmissioni di @DAZN_IT. Il @pdnetwork ha inoltrato una segnalazione urgente ad #AGCOM per accertare eventuali violazione degli accordi sulla qualita’ del segnale raggiunti in quella sede”

Continua a leggere

Sport

Calcio, grande gol di Koulibaly in Chelsea-Tottenham (2-2)

Pubblicato

del

Grande gol di Koulibaly in Premier League. Si è presentato alla grande Kalidou Koulibaly ai tifosi del Chelsea. Al 19esimo minuto ha segnato il del vantaggio dei Blues contro il Tottenham di Conte. Calcio d’angolo e lui secondo palo in area colpisce al volo di destro e batte l’incolpevole Lloris. Uno schema ma anche un gol molto bello, complesso, per il quale bisogna avere ottima tecnica. Derby londinese tra Blues e Spurs concluso sul 2-2. La squadra di casa, dopo esser passata in vantaggio due volte grazie ai gol di Koulibaly e James, si è fatta raggiungere prima da Hojbjerg e successivamente da Kane al sesto minuto di recupero. Scintille tra Conte e Tuchel: i due sono quasi arrivati alle mani al termine della partita, con l’arbitro che ha mostrato il cartellino rosso probabilmente a entrambi gli allenatori.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto