Collegati con noi

Cronache

Carnevale napoletano, mascheramenti per tutti i gusti

Avatar

Pubblicato

del

 

Ci sono Lorendana Bertè, Franco Ricciardi, Fedez, Chiara Ferragni ed il piccolo Leone. Ma anche ballerine e Pippi Calzelunghe, il pizzaiolo e Papa Francesco. Questi e tanti altri personaggi ancora sono i protagonisti  dei mascheramenti del Carnevale di Napoli. Nel capoluogo partenopeo la fantasia non manca. Anzi ce n’è pure troppa. E così i genitori si divertono con i figli per il Carnevale. Non tutto è bello, qualcosa di dubbio gusto pure si incontra. Ma è la vita che è bella perchè è varia. E a Napoli è davvero un arcobaleno.

Advertisement

Cronache

Pedopornografia, arrestato un ufficiale della Guardia di Finanza

Avatar

Pubblicato

del

Detenzione e diffusione di materiale pedopornografico. Sono le accuse contestate dalla Procura di Palermo a un ufficiale della Guardia di finanza di 46 anni in servizio da poco piu’ di un anno alla stazione navale di manovra di Cagliari. Il militare e’ stato arrestato in base alle indagini condotte circa un mese fa dalla Polizia postale di Palermo nell’ambito di un’ampia indagine legata alla diffusione e detenzione di foto e video a carattere pedopornografico. L’abitazione dell’ufficiale è stata perquisita e sono stati sequestrati computer, attrezzature e supporti informatici.  Il materiale sequestrato nell’abitazione dell’ufficiale sara’ ora analizzato dettagliatamente dagli specialisti della Postale. Al 46enne viene contestata la detenzione di un ingente quantitativo di file perdopornografici, ma anche la diffusione: nel corso degli accertamenti sarebbe stato ‘intercettato’ proprio mentre cedeva del materiale. Nell’inchiesta ci sarebbero altri indagati. La Procura di Palermo, da quanto si apprende, avrebbe stralciato la posizione dell’ufficiale di cui si occupera’ adesso la magistratura cagliaritana. Dopo l’arresto è stato sospeso dal servizio. I fatti contestati, viene sottolineato, non hanno alcuna attinenza con la sua attività lavorativa.

Continua a leggere

Cronache

Arriva un’ondata di gelo dalla Russia, Italia sotto zero

Avatar

Pubblicato

del

Italia sotto zero da per un’ondata di gelo in arrivo dalla Russia, che da domani e fino a lunedi’ colpira’ principalmente le regioni adriatiche ma non risparmiera’ il Centrosud, mentre al Nord prevarra’ il sole. Sara’ un’irruzione di aria fredda “breve ma intensa”, sottolinea Edoardo Ferrara, meteorologo di 3bmeteo.com, spiegando che “venti freddi dalla Russia stanno dilagando sull’Europa centro-orientale e coinvolgeranno anche l’Italia sotto forma di venti di bora e grecale. Tra lunedi’ e martedi’ – precisa – e’ pero’ previsto un rialzo termico di 5-6 gradi, fino a 7-8 in piu’ in montagna”. Sabato, in particolare, e’ prevista neve al Sud e sul versante adriatico, anche in collina. Non esclusi fiocchi a Pescara. Domenica ci sara’ un nuovo veloce peggioramento tra pomeriggio e sera al Centrosud, che interessera’ principalmente il versante tirrenico. Anche in questo caso l’aria fredda favorira’ le precipitazioni nevose anche a quote collinari sull’alta Toscana, che saranno piu’ incisive sul basso versante tirrenico. Deboli nevicate sono invece previste sulle Alpi di confine. Al Nord, ad eccezione delle Alpi di confine dove ci sara’ un po’ neve domenica, prevarra’ il sole e il freddo sara’ asciutto. In questa parentesi di gelo, peraltro di portata non eccezionale, “l’apice del freddo si avra’ tra sabato e domenica, in particolare, avremo -1 di minima a Roma e Milano, -2 in pianura, tra -2 e -5 nelle valli appenniniche centro-settentrionali”. Sotto zero saranno anche gran parte delle citta’ del Centronord ad eccezione di quelle costiere (Livorno e Genova) ed e’ prevista neve sul versante adriatico (Pescara, Chieti, l’Aquila) ma anche a Potenza”. Da lunedi’ le temperature cominceranno a risalire, e l’incremento termico sara’ piu’ evidente in montagna. “L’inverno in corso – spiega ancora il meteorologo di 3bmeteo.com – e’ sicuramente nella norma rispetto ali ultimi inverni cui eravamo abituati, con minime che difficilmente scendevano sotto i 3 gradi di minima e i 10-12 di massima e mancanza di neve sull’Appennino. Quest’anno fa mediamente freddo e ci sono state cospicue precipitazioni nevose”. Come esempio Ferrara prende Roma, “che sta registrando temperature nella media di riferimento degli anni ’80-’90 anche se non c’e’ la neve perche’ mancano ondate di gelo rilevanti. Spesso le massime, nella capitale, erano di 14-15 gradi, ora sono sui 9-10″. Come altro esempio, il meteorologo ricorda la neve sull’Abetone, in Toscana, mai cosi’ abbondante da almeno 10 anni”.

Continua a leggere

Cronache

Sesso durante la lezione online, il prof si scusa e lascia il lavoro all’Accademia di Belle Arti di Urbino

Avatar

Pubblicato

del

Doveva essere una delle tante lezioni a distanza da casa ma è andato tutto storto, tanto da provocare le sue dimissioni da docente dell’Accademia di Belle Arti di Urbino. L’insegnante in questione, dopo aver tenuto le lezione, avrebbe voluto completarla mostrando dei video ai ragazzi. Insomma  una lezione in tempi di pandemia fatta con scrupolo. Poi però per un errore o una dimenticanza  ha fatto partire le immagini ma invece di condividere lo schermo del computer ha fatto partire la webcam in diretta.
A questo punto, gli universitari collegati sono diventati, involontariamente, dei guardoni. Eh sì,  il professore, pensando di non essere più visto da loro, ha iniziato ad amoreggiare con foga con una persona in casa. La storia di passione del prof è arrivata all’orecchio del direttore dell’Accademia di Belle Arti, Luca Cesari, che ha convocato prima gli studenti e poi il docente per ricevere le dovute spiegazioni.
La notizia è trapelata solo ieri, riportata dal Resto del Carlino . I vertici dell’ Accademia marchigiana, pur confermando la vicenda, hanno preferito non commentare ulteriormente rispetto a una nota.
“Abbiamo subito incontrato gli studenti per ascoltare i loro sentimenti molto combattuti, per nulla elaborati – ha spiegato il direttore Cesari – e poi abbiamo convocato il professore che ha perfettamente compreso la posizione degli allievi e dell’ istituzione, rassegnando spontaneamente e consapevolmente le sue dimissioni”.
Una scelta che ha diviso i social fra chi la considera necessaria e chi, invece, eccessiva vista l’involontarietà e le scuse.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto