Collegati con noi

Esteri

Camerun, massacri di bambini e donne in un villaggio: 22 morti

Avatar

Pubblicato

del

Esteri

Coronavirus, Boris Johnson si aggrava: è in terapia intensiva perchè ha bisogno di ossigeno

Sal Sparace

Pubblicato

del

Ora c’è anche un comunicato stampa ufficiale di Downing Street che certifica la difficile situazione che attraversa il primo ministro Boris Johnson. “Da domenica sera, – scritto nel comunicato –  il Primo Ministro è stato curato dai medici dell’ospedale St Thomas di Londra, dopo essere stato ammesso con persistenti sintomi di coronavirus. “Nel corso di questo pomeriggio, le condizioni del primo ministro sono peggiorate e, su consiglio del suo team medico, è stato trasferito all’unità di terapia intensiva dell’ospedale.  Il Primo Ministro ha chiesto al Segretario agli Esteri Dominic Raab, che è il Primo Segretario di Stato, di sostituirlo temporaneamente.  Il Primo Ministro – è scritto sempre nel comunicato stampa – sta ricevendo un’eccellente cura e ringrazia tutto lo staff del National Health Service (Servizio Sanitario Nazionale)  per il loro duro lavoro e dedizione”.  Johnson è stato dunque trasferito in terapia intensiva (unità di terapia intensiva) del St Thomas affinché possa avere le migliori cure in caso di necessità. Che la situazione sia difficile lo testimonia anche il tweet del capo dell’opposizione, il neo leader dei Labour Keir Starmer.  “Notizia terribile. Tutti i pensieri del Paese sono con il primo ministro e la sua famiglia in questo momento così incredibilmente difficile” ha scritto in un tweet  Starmer dopo il trasferimento di Johnson in terapia intensiva al St Thomas hospital di Londra.

Continua a leggere

Esteri

Incubo coronavirus in Spagna, cala il numero dei morti ma sono 13.055 e 135.032 contagiati

Avatar

Pubblicato

del

Il numero di morti per coronavirus sono calati in Spagna per il quarto giorno consecutivo: 637 i decessi registrati. Il ministero della salute ha dichiarato che il numero, il piu’ basso in 13 giorni, ha portato il totale dei morti a 13.055, secondo solo all’Italia. Anche il numero di nuove infezioni ha rallentato, aumentando del 3,3 per cento a 135.032, in calo rispetto al 4,8 per cento del giorno prima.

Continua a leggere

Esteri

C’è un filmato di un gruppo jihadista, padre Maccalli e Nicola Chiacchio sono vivi e sono in Mali

Avatar

Pubblicato

del

Il missionario italiano rapito nel 2018 in Africa, padre Pier Luigi Maccalli, e Nicola Chiacchio sono vivi. A dimostrarlo un filmato di 24 secondi che sarebbe stato girato nel nord del Mali pochi giorni fa. “Il gruppo jihadista che ha contattato indirettamente il nostro quotidiano non si è pero’ identificato”: lo scrive Avvenire che da’ la notizia. “Mi chiamo Pier Luigi Maccalli, di nazionalita’ italiana, oggi e’ il 24 marzo – inizia il breve audio pervenuto ad Avvenire -. Mi chiamo Nicola Chiacchio”. Il giornale dei vescovi riferisce che “come ulteriore prova di vita, abbiamo richiesto un fermo-immagine del video: i due ostaggi sono seduti uno di fianco all’altro. Maccalli a sinistra con gli occhiali scuri, la sua abituale barba bianca e folta, e un vestito tradizionale. Chiacchio, anche lui vestito tradizionalmente e con la barba lunga”. Maccalli, religioso della Società delle Missioni Africane (Sma), originario della diocesi di Crema, era stato sequestrato la sera del 17 settembre 2018 nella missione di Bomoanga, a circa 150 chilometri dalla capitale nigerina, Niamey. Da allora non si avevano piu’ notizie sulla sua sorte. Chiacchio, di cui si sanno poche cose, e’ stato rapito alcuni anni fa, probabilmente in Mali, mentre viaggiava nella regione come turista.

Continua a leggere

In rilievo