Collegati con noi

Sport

Calcio: Fifa al lavoro su Var semplificata, più accessibile

Avatar

Pubblicato

del

La Fifa sta valutando lo sviluppo di una Var “semplificata” e piu’ “abbordabile” da distribuire “a tutti i livelli del calcio”. Il gruppo di lavoro “Innovazione ed eccellenza” dell’ente calcistico mondiale, informa la stessa Fifa in una nota, si e’ riunito l’ultima volta il 27 ottobre scorso in videoconferenza e presto presentera’ sia alla federazione sia alla Ifab, garante delle regole del gioco, una raccomandazione per l’attuazione di questa riforma. L’obiettivo, spiega la Fifa, e’ ideare sistemi di video assistenza arbitrale piu’ convenienti e consentirne l’uso a tutti i livelli del calcio. Il gruppo di lavoro ha identificato fattori di costo variabili, ha parlato della potenziale diminuzione della qualita’ e dei requisiti minimi per una tale configurazione tecnologica. Inoltre, la Confederazione calcistica asiatica (Afc), la federcalcio francese (Fff) e l’Uefa hanno fornito al gruppo di lavoro i risultati dei test offline con una tecnologia Var più efficiente in termini di costi. La Fifa ha fatto poi sapere che si sta valutando “lo sviluppo di una tecnologia semi-automatizzata per il fuorigioco al fine di rendere il processo di analisi di queste situazioni il piu’ efficiente possibile”. E’ stato sollecitato il mercato a trovare una tecnologia che permettesse di visualizzare meglio il “fuorigioco difficile da giudicare” con la Var. Tre fornitori sarebbero interessati alla prossima fase di sviluppo, che ha dovuto essere posticipata a causa della pandemia, ma dovrebbe essere conclusa il prossimo anno. Lo scopo di questa fase di sviluppo e’ migliorare ulteriormente gli algoritmi dei sistemi basati su una raccolta di dati da centinaia di diversi casi di fuorigioco.

Advertisement

Sport

Maradona imbottito di farmaci, perquisiti casa e studio della psichiatra

Marina Delfi

Pubblicato

del

La prescrizione è del 16 novembre, 9 giorni prima che Maradona morisse. Un lungo elenco di farmaci con uno schema tipo 1-1-1-per spiegare se andavano presi di mattina, pomeriggio e sera. Si tratta di medicine che vengono solitamente utilizzate in pazienti con dipendenza da alcol, con sintomi depressivi e, eventualmente, ansia. A prescriverli la psichiatra Agustina Cosachov, una delle professioniste che frequentavano la star del calcio mondiale, mentre Diego, reduce da un’operazione al cervello, era già nella casetta di San Andres, dove dormiva in un soggiorno diviso dalla cucina con un cartongesso perché non era in grado di salire al piano superiore.

Luque e Maradona

Ecco la lista dei farmaci, con specificate le dosi e quando vanno prese:

Quetiapina, 100 mg, serve per il trattamento della schizofrenia, episodi maniacali, grave depressione del disturbo bipolare. Mezza compressa la mattina, una a pranzo, una di sera.
E poi Naltrexone, per il trattamento dell’avvelenamento acuto da oppiacei;
Gabapentina: per il trattamento dell’epilessia e utilizzato per affrontare le terapie del dolore;
Venlafaxina, un antidepressivo;
Levetiracetam, un principio attivo utilizzato nella cura dell’ epilessia
Omeprazol: per ridurre la quantità di acido prodotto dallo stomaco.
Complesso B: set di 8 vitamine del gruppo B, che ha il vantaggio di aumentare l’energia cellulare e l’effetto analgesico contro il dolore neuropatico. Abbiamo provato a sentire un medico di nostra fiducia su queste prescrizioni: inizialmente, conscio anche delle nostre perplessità, ci ha detto che probabilmente si trattava di medicinali somministrati in diversi trattamenti per un periodo di tempo determinato, un arco di tempo di un anno o più ma poi gli abbiamo spiegato che erano stati prescritti dopo l’operazione al cervello a Maradona, con tutte le sue patologie ci ha risposto con la faccina disperata dell’emotikon…

 

Anche per la dottoressa Cosachov, al pari del dottor Luque, il neurologo di Maradona, perquisiti casa e studio, in attesa dell’esame dei tabulati dei cellulari di tutti e due i medici.
Oggi, inoltre, sono iniziati i pareri degli esperti su sangue, urina e tamponi prelevati durante l’autopsia di Maradona, nonché gli studi sul suo cuore, che verranno effettuati presso la Soprintendenza della Polizia Scientifica, nel comune di La Plata. Bisognerà stabilire grazie a questi esami se Maradona avesse o meno consumato alcool o droghe nelle ultime ore della sua vita.

Agustina Cosachov

I patologi esamineranno anche il cuore di Maradona che soffriva di “cardiomiopatia dilatativa”, un cuore particolarmente grande, dal peso -sembra-  doppio della media. In particolare hanno chiesto di poter analizzare il sistema di conduzione  cardiaco, per capire come funzionava il muscolo cardiaco del Diez,  e tutti gli organi interni.

 

 

 

Continua a leggere

Sport

Napoli stanco e svogliato, brutto pareggio in Olanda contro l’Az Alkmaar: Ospina protagonista

Avatar

Pubblicato

del

Il Napoli è più forte tecnicamente. La squadra di Rino Gattuso non può permettersi di sbagliare partita. Contro l’Az Alkmaar  gli azzurri devono vincere e passare il turno. È l’obiettivo unico assegnato da Gattuso ai suoi uomini. Giocare bene dare continuità alla prestazione eccellente del 4-0 alla Roma in campionato. E il Napoli in Olanda parte a razzo contro l’Az Alkmaar. Passano pochi minuti, precisamente 6 minuti, e gli azzurri vanno in gol con Dries Mertens. Gol di rapina in area di rigore su un cross di Politano da destra.

Gli olandesi provano a reagire, alzano di molto il loro baricentro, provano anche un pressing asfissiante ma il Napoli palleggia bene, gioca con ordine e non si fa rinchiudere nella sua area. Spesso gli azzurri superano il pressing in difesa, saltano il centrocampo e si presentano sotto porta avversaria. Il secondo tempo comincia con l’Az Alkmaar molto aggressivo e un Napoli assai dimesso.

Passano nove minuti e gli olandesi vanno in gol con Martins Indi. Una rete in sospetto fuori gioco. Nemmeno il tempo di mettere la palla al centro che Bakayoko travolge in area un olandese. É rigore. Ospina salva il Napoli con un volo all’incarico dei pali. Già che rigore sbagliato da Koopmeiners è un rigore parato . Partita che poi diventa brutta. Al minuto 85 un piccolo bagliore di luce con Petagna lanciato a rete da Insigne che mette di pochissimo a lato.

 

Continua a leggere

Sport

Maradona, Pelè ricorda l’amico-rivale Diego: sei stato un genio che ha incantato il mondo

Avatar

Pubblicato

del

“Sono già passati sette giorni da quando sei partito. Molta gente amava paragonarci,  è stato cosi’ per una vita. Tu sei stato un genio che ha incantato il mondo, un mago con il pallone tra i piedi. Una vera leggenda. Ma prima di tutto, per me, tu sarai sempre un grande amico, con un cuore ancora più grande”.

A una settimana dalla scomparsa di Maradona, Pelè, l’altro ‘calciatore del secolo’, affida a Facebook una sua riflessione sull’argentino del quale, in realtà, è stato rivale solo a parole ma mai davvero. “”Oggi il mondo sarebbe molto migliore – continua Pele’ – se potessimo fare meno paragoni gli uni con gli altri e invece passassimo più tempo ad ammirarci di più, gli uni con gli altri. Per questo voglio dirti che tu sei incomparabile. La tua traiettoria è sempre stata caratterizzata dall’onesta’. Hai sempre dichiarato ai quattro venti cio’ che amavi e cio’ che detestavi. E questo tuo modo particolare insegna che dobbiamo amare e dire ‘ti amo’ molte piu’ volte. La sua dipartita cosi’ rapida non mi ha lasciato dire, allora lo scrivo: io ti amo, Diego”.

“Mio grande amico, grazie – dice ancora Pele’, che posta anche varie sue foto assieme a Maradona – per le nostre giornate. Un giorno, lassu’ in cielo, giocheremo nella stessa squadra. E sara’ la prima volta che daro’ un pugno all’aria non per commemorare un gol ma per poterti dare ancora un abbraccio”.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto