Collegati con noi

Cronache

Briatore “prende a calci la Ferragni” e i suoi fan: solo dei deficienti pagherebbero un biglietto da 60 euro per vederla

Avatar

Pubblicato

del

Flavio Briatore, il manager, l’imprenditore (anche dell’effimero), il re delle notti in Versilia, il tombeur de femmes (e che femmine), parte lancia in resta ed attacca con durezza Chiara Ferragni. Anzi, forse è meglio dire che avverte tutti i ragazzi che sognano ricchezza facile come influencer che solo  uno su un milione forse ce la fa. Dunque invita i giovani a creare lavoro, impresa, aprirsi una ditta. Insomma a fare qualcosa di serio, non l’influencer.

L’intervento del proprietario del Billionaire è andato in onda durante l’ultima puntata di Non è l’Arena. Briatore, ospite di Massimo Giletti su La7,  ha assistito ad un servizio su un evento organizzato da Chiara Ferragni. Nel servizio si raccontava di molte ragazze che hanno pagato dai 400 ai 650 euro per osservare e capire come si trucca l’influencer. Biglietti standard, vip, exclusive. A prezzi da capogiro. Il pass più costoso permetteva anche di raggiungere la moglie di Fedez in camerino.

Alla fine della visione del servizio messo in onda da Giletti, Briatore sbotta e poi ci va giù duro. “Intanto voglio capire chi dà i 650 euro a questi deficienti. Trenta anni fa vendevano l’aria di Alassio e c’era chi la comprava. Io vorrei vedere un imbianchino, un ragazzo che è riuscito a fare impresa. Queste cose succedono a una persona, non puoi pensare che succeda anche a te. Diventa un modello di niente. Tutti questi social media ti disolgono dal lavoro vero. Tutti sognano di diventare milionari senza fare un ca…, senza lavorare. Di sicuro non darei a mio figlio 600 euro per farsi fotografare con qualcuno”. “E se te li chiedesse?”, domanda Giletti. “Gli darei due calci nel sedere – ribatte l’imprenditore – uno per parte così lo bilancio”. E ancora: “Ragazzi, iniziate a lavorare. Perché è sparito il desiderio di fare impresa quando si hanno 18 anni?”.

Advertisement

Cronache

L’ex pm antimafia Ingroia in un video: non ero ubriaco in aeroporto, solo false notizie

Avatar

Pubblicato

del

Con un video pubblicato sul suo profilo Facebook, l’ex pm Antonio Ingroia ha dato la sua versione su quanto accaduto il 19 aprile all’aeroporto di Parigi. “Siamo qui per smentire false notizie – afferma Ingroia accanto alla moglie Giselle Oberti -. Uno dei problemi principali che abbiamo nel nostro Paese e’ quello della disinformazione e delle fake news. Spesso in nome della sicurezza si fanno abusi e poi la stampa fa la sua parte. Sono stato anche io vittima di questo uso pretestuoso della sicurezza. C’e’ stato un banale litigio per una questione di posti a sedere sull’aereo di Air France, il comandante ha preso ovviamente posizione a favore del membro dell’equipaggio con cui avevo litigato e si é arrivati al punto che ha deciso che io costituissi un pericolo per la sicurezza. Si sono inventati che io fossi ubriaco: tutto falso. Come e’ falso che sia stato ‘rispedito’ in Italia: ho proseguito poi il mio viaggio e sono qui in America Latina”.

https://m.facebook.com/profile.php?id=1540150460

Continua a leggere

Cronache

Pasqua tragica a Monopoli per un 26enne: gli va per traverso un boccone e muore soffocato

amministratore

Pubblicato

del

Un boccone di carne ha causato la morte per soffocamento di un 26 enne di Monopoli, Bari. Il giovane era a casa dello zio per il pranzo pasquale e quando i commensali riuniti a tavola si sono accorti che stava soffocando hanno provato a fare le manovre per liberargli la gola ma non ci sono riusciti così hanno allertato il 118. Giunto in ospedale però neppure i medici sono riusciti ad estrarre il pezzo di carne che nel frattempo aveva istruito le vie respiratorie del giovane ed hanno effettuato una tracheotomia ma ormai era troppo tardi e il giovane è morto. Sulla vicenda indaga la polizia anche se con ogni probabilità si è trattato di una tragica fatalità.

Continua a leggere

Cronache

Salerno, donna accoltellata al cuore per strada dal suo stalker

Avatar

Pubblicato

del

Tragedia della follia  a Salerno.  Un uomo ha accoltellato una giovane romena. La donna è ora al pronto soccorso dell’ospedale San Giovanni di Dio e ruggi d’Aragona e la sua vita è appesa ad un filo: alla 39enne è stato inferto un colpo al cuore. L’uomo è stato invece bloccato da alcuni carabinieri di pattuglia in centro che sono accorsi sul luogo della tragedia ed hanno fermato l’accoltellatore nell’immediatezza dei fatti. La donna era da tempo oggetto di morbose attenzioni di quell’uomo che ha precedenti proprio per stalking..

Continua a leggere

In rilievo