Collegati con noi

Esteri

Brexit, come cambia l’Eurocamera con uscita dei britannici

Avatar

Pubblicato

del

A Bruxelles e a Strasburgo le valigie sono gia’ pronte per i 73 eurodeputati britannici che dalla mezzanotte del 31 gennaio lasceranno l’Unione europea a seguito della Brexit. Manca solo l’ultimo passaggio, il voto della Plenaria di mercoledi’, che sara’ seguito il giorno dopo dall’adozione da parte del Consiglio, mediante procedura scritta, della decisione sulla conclusione dell’accordo a nome dell’Ue. “Con i britannici che vanno via cambiera’ la configurazione del Parlamento europeo, che dagli attuali 751 seggi scendera’ a 705”. A spiegarlo e’ Jaume Duch, direttore generale della comunicazione e portavoce del Parlamento europeo. “Una parte dei seggi dei britannici verra’ accantonata in vista di eventuali nuovi ingressi di paesi membri nell’Ue, mentre un’altra parte, 27 seggi, andra’ ridistribuita tra diversi paesi, tra cui l’Italia – che ne prendera’ tre – per correggere la proporzione fra gli stati in base al numero di abitanti”, aggiunge Duch, precisando che “ci saranno dei cambiamenti” tra i gruppi politici “ma non saranno molto visibili”. I tre italiani che entreranno a febbraio all’Europarlamento sono Vincenzo Sofo (Lega), primo dei non eletti nella circoscrizione sud, Sergio Berlato di Fratelli d’Italia, nella circoscrizione nord-est, e Salvatore De Meo per Forza Italia nella circoscrizione centro. Ma c’e’ anche un altro italiano che mettera’ piede nell’emiciclo: l’ex sottosegretario Sandro Gozi, eletto in Francia con la lista Renaissance del presidente Emmanuel Macron (che fa parte del gruppo Renew Europe, i liberali). Secondo il portavoce del Parlamento Ue, “i due grandi gruppi, il Ppe e i Socialisti e Democratici, resteranno i primi” per numero di seggi, “i Verdi perderanno una parte piu’ sostanziale, come anche i liberali”, ma alla fine “la grande maggioranza pro-Europea e la minoranza euroscettica rimarranno le stesse”. Molti analisti non escludono che nel bilanciamento fra i vari gruppi possa verificarsi un sorpasso del gruppo sovranista su quello dei Verdi, scompaginando gli equilibri tra i Paesi e tra le famiglie politiche. Le emorragie fra i gruppi potrebbero dunque inaugurare un nuovo valzer delle poltrone con inevitabili riaggregazioni e cambiamenti, considerato che nella prima settimana di febbraio la piu’ numerosa famiglia a Strasburgo, il Ppe, dovra’ decidere se mantenere o meno al suo interno Fidesz, il partito del controverso premier ungherese Viktor Orban. Secondo gli osservatori, un allontanamento dei magiari potrebbe rafforzare la galassia sovranista dove siede la Lega, rimescolando gli equilibri e i contrappesi a Strasburgo.

Advertisement

Esteri

Ursula Von der Leyen: Si elabora un piano di ricostruzione per l’Italia

Avatar

Pubblicato

del

 “L’obiettivo dell’Europa è sempre stato l’avvicinamento delle condizioni economiche” dei paesi membri. Lo dice la presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen, in un’intervista alla Dpa. “L’Italia non e’ colpevole della crisi esplosa col Coronavirus e viene colpita economicamente in modo molto pesante – afferma – e le imprese vanno salvate”. “Per questo, come Commissione, abbiamo ricevuto il mandato dal Consiglio di elaborare un piano di ricostruzione. Questo e’ il binario sul quale stiamo lavorando”, conclude.

Continua a leggere

Esteri

Dramma Spagna: già superati i 72 mila contagi, più di 5800 i morti

Avatar

Pubblicato

del

Drammatica la situazione Spagna:  già superati i 72 mila casi di contagio da coronavirus, i  morti sono 5812. Per cercare di arginare l’avanzata del coronavirus il  primo ministro spagnolo Pedro Sanchez ha annunciato un inasprimento delle misure di confinamento anti coronavirus. A partire da lunedì e per i prossimi 15 giorni tutti i lavoratori ‘non essenziali’ rimarranno a casa. Si tratterà per gli impiegati di un permesso retribuito.

Secondo Fernando Simon direttore del Centro per le Emergenze Sanitarie in Spagna: “Stiamo raggiungendo il picco della curva. Non si sa ancora esattamente quando ne avremo conferma ma lo stiamo raggiungendo, forse già nell prossima settimana”. Simon in conferenza stampa ha messo anche in evidenza la leggera flessione dell’aumento percentuale delle vittime anche se in termini assoluti i numeri continuano a crescere.

Continua a leggere

Esteri

Coronavirus: in Cina 54 nuovi casi, tutti da estero

Avatar

Pubblicato

del

 Sono 54 i nuovi casi di coronavirus in Cina nelle ultime 24 ore, tutti provenienti dall’estero. Lo ha comunicato la Commissione nazionale per la salute, aggiungendo che altri 383 pazienti sono guariti. Tre i morti, tutti nella provincia di Hubei dove pero’ nessun nuovo caso e’ stato registrato nelle ultime 24 ore. In totale in Cina si contano 81.394 casi di contagio. Le vittime dell’epidemia sono 3.295. I guariti nel complesso ammontano a 74.671.

Continua a leggere

In rilievo