Collegati con noi

Cronache

Bimbo di 4 anni precipita dal balcone di casa, muore sul colpo: indagini della polizia

Pubblicato

del

 

La tragedia si e’ consumata in una manciata di minuti. Un bimbo, di appena tre anni, era sul balcone della sua abitazione di un antico edificio che affaccia su via Foria, a Napoli. Molto probabilmente si e’ arrampicato sulla ringhiera dell’appartamento al terzo piano dove viveva con i genitori, si e’ sporto ed e’ precipitato al suolo. Per lui, dopo un volo di quindicina di metri, non c’e’ stato nulla da fare. Trasferito al vicino ospedale “Vecchio Pellegrini”, i medici, infatti, non hanno potuto fare altro che costatarne il decesso. Il fatto e’ accaduto poco prima delle 13. Il piccolo era in casa con la mamma, incinta all’ottavo mese. L’esatta dinamica dell’incidente e’ ancora in fase di ricostruzione da parte degli investigatori che nel pomeriggio hanno sentito i genitori del piccolo, nato nel 2017 e primo figlio della coppia. Sull’ampia balconata non c’erano sedie o altri appigli quindi tutta l’attenzione e’ puntata sulla ringhiera. I soccorsi, allertati da alcuni esercenti, sono stati immediati ma le condizioni del bimbo sono apparse subito disperate. Sul posto sono giunti gli uomini della polizia ed una ambulanza del “118” che, scortata dagli agenti motociclisti, si e’ diretta a tutta velocita’ verso il “Vecchio Pellegrini”, dove poi si sono recati anche diversi familiari. Per ore i poliziotti della scientifica, dopo aver transennato l’intera zona, hanno eseguito i rilievi del caso. Una tragedia che ha lasciato sgomento l’intero quartiere, uno dei piu’ affollati della citta’ di Napoli e dove hanno sede, nell’antica caserma Garibaldi, gli uffici del giudice di pace. Il papa’ e la mamma del piccolo sono conosciuti perche’ appartengono a famiglie di commercianti che da tantissimi anni operano in zona. In molti si sono stretti intorno alla famiglia e fino a tarda sera, come in un mesto pellegrinaggio, sul posto sono giunte numerose persone. Alcuni fasci di fiori bianchi sono stati deposti dinanzi al palazzo. C’e’ chi passando sull’ampio marciapiedi non e’ riuscito a trattenere le lacrime e ha recitato una preghiera. “Ho visto sfrecciare tante auto della polizia ma mai avrei immaginato che fosse accaduta una tragedia del genere. Penso al dolore della mamma. Spero tanto che abbia tanta forza”, dice commossa un’anziana donna che quando e’ accaduto il fatto era nei pressi di un’agenzia bancaria di via Foria.

Advertisement

Cronache

Rider picchiato per scooter a Napoli, condannati babyrapinatori

Pubblicato

del

Lo inseguirono e poi lo presero a claci e pugni. Volevano lo scooter che lui usava per consegnare le pizze in giro per la citta’ a Napoli. Quell’azione cosi’ brutale compiuta nella notte tra il 1 e il 2 gennaio scorso in via Calata Capodichino a Capodichino fu ripresa da un passante con lo smartphone. Il video del rider malmenato e poi investito da uno dei rapinatori in sella a un altro scooter fu pubblicato sui social e fece il giro del web in poche ore. Una settimana dopo la gang fu arrestata. Erano tutti giovani, quattro minorenni e due maggiorenni, tutti residenti tra il quartiere di Scampia e il comune dell’hinterland partenopeo di Casoria. Poco prima del ‘colpo’ ai danni del rider 50enne, ex macellaio disoccupato che ‘faticava’ con il mezzo prestattogli dalla figlia, avevano messo a segno un’altra rapina. Sempre con le stesse modalita’. Tre baby rapinatori sono stati condannati a 4 anni e 8 mesi ieri dal giudice del tribunale dei Minori parenopeo; il quarto imputato, che risponde solo di una rapina, ha incassato 3 anni e 4 mesi. Tutti sconteranno la condanna in una comunita’ di recupero in cui erano gia’ dall’arresto. I maggiorenni, Vincenzo Zimbetti e Michele Spinelli, nel luglio scorso sono stati condannati dal gup del tribunale di Napoli Nord, con il rito abbreviato, a 10 anni di reclusione.

Continua a leggere

Cronache

Dentista no vax sospeso esercitava professione, denunciato

Pubblicato

del

Un medico odontoiatra e’ stato denunciato alla procura per esercizio abusivo della professione. Il nucleo carabinieri antisofisticazioni e sanita’ di Ragusa ha effettuato un controllo in uno studio dentistico di Siracusa dove hanno scoperto che l’odontoiatra, sospeso dall’Azienda sanitaria provinciale e dall’Ordine dei medici perche’ non vaccinato, continuava a svolgere la propria attivita’.

Continua a leggere

Cronache

Nove arresti per agguato a due fratelli, arrestato anche un comandante dei vigili urbani

Pubblicato

del

La Polizia sta eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare a carico di 9 presunti capi e affiliati al clan Parisi-Palermiti, ritenuti responsabili, a vario titolo, dell’ omicidio aggravato dal metodo mafioso del 24enne Michele Walter Rafaschieri e del tentato omicidio del fratello Francesco Alessandro Rafaschieri, 34 anni, avvenuti nel quartiere Carbonara il 24 settembre 2018. Tra gli arrestati c’è anche il comandante della Polizia locale di Sammichele di Bari, Domenico D’Arcangelo. Non sarebbe però  coinvolto nel delitto ma avrebbe favorito l’attività di alcuni pregiudicati.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto