Collegati con noi

Sport

Benevento, Vigorito: speranza fino alla fine

amministratore

Pubblicato

del

“Speriamo che il Benevento possa fare le ultime due partite in maniera diversa rispetto a quello che ha fatto nelle ultime quindici. Vogliamo giocarci la salvezza fino al 180mo minuto perche’ non lavoriamo per un anno per arrenderci l’ultimo giorno. Speriamo anche di arrivarci perche’ tra le varie combinazioni che noi, addetti ai lavori e tifosi, ci siamo studiati, c’e’ anche quella che il campionato possa finire gia’ mercoledi’ e rendere dunque inutile la trasferta di Torino. Mi auguro di poter vivere questo campionato e continuare a sperare fino alla fine. Quando poi la sirena suonera’ faremo le nostre valutazioni”. Lo ha detto il presidente del Benevento Calcio, Oreste Vigorito, che e’ anche presidente di Confindustria Benevento, a margine dell’inaugurazione dell’hub vaccinale per le attività produttive nell’area industriale del capoluogo sannita.

Advertisement

Sport

Campagna #NoToGattuso, per i tifosi del Tottenham è contro gay e donne ma Carolina Morace lo difende

Avatar

Pubblicato

del

La prospettiva che Gennaro Gattuso possa diventare il tecnico del Totthenham ha sollevato proteste tra i fan, che hanno lanciato su Twitter una campagna contro l’arrivo dell’ex tecnico del Napoli attraverso l’hashtag #NoToGattuso. L’ostilita’ verso Gattuso – riportano i media inglesi – riguarda alcune affermazioni controverse che l’ex centrocampista azzurro aveva fatto su argomenti come il matrimonio tra persone dello stesso sesso – ma riferendosi ai matrimoni in chiesa – e le donne nel calcio. La protesta e’ stata comunicata al club dal Tottenham Hotspur Supporter Trust, il sodalizio che riunisce i club dei tifosi degli Spurs. Dopo il ‘congelamento’ delle trattative con Paulo Fonseca erano iniziate a circolare le voci su un interessamento del club inglese per Gattuso, ma dalla societa’ non sono mai giunte conferme ne’ smentite. Altri nomi accostati agli Spurs sono quelli di Antonio Conte e di un ritorno di Mauricio Pochettino. “Rino Gattuso ed io abbiamo lavorato insieme al Milan, e, da allora, non abbiamo mai smesso di discutere e condividere idee e punti di vista professionali.Gattuso e’ contro ogni forma di discriminazione ed e’ una persona dalle doti rare. Chi dice il contrario non lo conosce affatto”: e’ il messaggio pubblicato su Twitter da Carolina Morace in difesa dell’amico Gennaro Gattuso accusato dai tifosi del Tottenham sui social di aver espresso in passato considerazioni omofobe e razziste.

Continua a leggere

In Evidenza

Sergio Ramos lascia il Real Madrid e lo cercano in tanti: dalla Premier al Psg e in Italia

Avatar

Pubblicato

del

L’ashtag è #GraciasSergio: il mondo madridista è in fermento per l’addio di Sergio Ramos. Da Florentino Perez a Carlo Ancelotti salutano il mito dei ‘blancos’.
Perez lo ringrazia per aver contribuito ad accrescere la gloria del Real Madrid nel Mondo.

671 presenze con le Merengues ma Sergio Ramos nonostante le lacrime di commozione è pronto a una nuova avventura. Lo vogliono in tanti: dai club della Premier League al Paris Saint Germain, ma anche il Milan e la Roma di Mourinho. Ma la moglie del calciatore twitta cuori rossoneri. Con la dirigenza del Milan, grazie anche all’amicizia con Maldini, Ramos avrebbe già parlato: la richiesta è altina si parla di 15 milioni netti a stagione ma tutti sognano di avere uno come lui in difesa. Un affare impossibile? Chissà …

 

Continua a leggere

Sport

Europei: tra Chiesa e Verratti, scalpita l’altra Italia

amministratore

Pubblicato

del

E’ un’Italia che non fa calcoli, che vuol continuare a sognare e far sognare, un’Italia che, indipendentemente da chi giochera’, vuole stupire ancora. Roberto Mancini medita di mutare qualcosa contro il Galles domenica a Roma (arbitrera’ il rumeno HaTegan), in palio il primo posto del girone. Guai pero’ chiamare l’Altra Italia quella che scendera’ in campo. Puo’ cambiare qualche giocatore ma non lo spirito di gruppo ne’ gli obiettivi, compreso il primato di Vittorio Pozzo, 30 risultati utili di fila: agli azzurri reduci da dieci successi consecutivi e per di piu’ con la porta inviolata, ne manca appena uno. Ma Giorgio Chiellini che non ci sara’ per il fastidio al flessore accusato martedi’ (“Sto bene, non e’ nulla di grave”) guarda oltre: “Non ci interessano i record, a noi interessa l’Europeo. Abbiamo conquistato gli ottavi, ora vogliamo vincere il girone perche’ intendiamo dare continuita’ ai nostri risultati. A quel punto arrivando primi affronteremmo una tra Austria e Ucraina poi staremo a vedere. Stiamo vivendo questa avventura con grande felicita’”. Nel clan azzurro si punta a farla durare il piu’ a lungo possibile (e presto si discutera’ dei premi che dovrebbero mantenersi sulle stesse cifre di cinque anni fa) come fa capire Federico Chiesa che domenica potrebbe subentrare dal 1′ a Insigne: “‘Deluso per non essere stato finora titolare? Si spera sempre di giocare ma accetto le decisioni del ct, ho tanta voglia di lasciare il segno – ha annunciato lo juventino a segno solo una volta in 27 gare in Nazionale, nel 9-1 all’Armenia due anni fa – e mi faro’ trovare pronto quando il ct decidera’ di impiegarmi e ovunque mi mettera’. Per il ct siamo tutti titolari, tutti pronti per giocare, non ci sono undici titolari ma 26, ognuno e’ importante per raggiungere il traguardo”. Nel gruppo azzurro nessuno si nasconde piu’, si cavalca l’onda e crescono sempre di piu’ fiducia e convinzione: “Facciamo bene tutti a sognare. Siamo qua per arrivare fino in fondo – ha rimarcato Chiesa -. Per riuscirci dovremo superare le avversarie piu’ forti ma noi siamo arrivati a un punto di maturita’ tale da potercela giocarcela con tutte, merito di Mancini. Nessuna paura, solo desiderio di verificare a che livello siamo”. Non sara’ facile per il ct metter le mani su una squadra che sta funzionando a meraviglia tuttavia un po’ di turnover s’annuncia inevitabile, avendo anche gia’ in tasca il passaggio agli ottavi: quindi nel confermato 4-3-3 finora rivelatosi produttivo Acerbi sostituira’ Chiellini come e’ gia’ l’altra sera e il giovane Bastoni potrebbe farsi trovare pronto per far rifiatare Bonucci, a sinistra Emerson avvicendera’ Spinazzola e Toloi potrebbe fare altrettanto con Di Lorenzo a destra in attesa del recupero di Florenzi (anche oggi il giocatore ha lavorato a parte). Il piu’ atteso e’ Verratti reduce dai 50′ in partitella ieri coi Primavera della Cremonese e ormai ristabilito dall’infortunio al ginocchio anche se la condizione fisica non puo’ essere ancora al 100%: Mancini valutera’ se impiegarlo a sinistra spostando lo scatenato Locatelli a destra al posto di Barella, mentre l’intoccabile Jorginho dovrebbe partire ancora titolare. In avanti scalpita Belotti per Immobile, cinque gol nelle ultime cinque gare, anche se nelle esercitazioni odierne il ct ha confermato il solito tridente Berardi-Immobile-Insigne. Comunque sia cinque cambi, dall’inizio o con staffette a mach in corso sono previsti. “Di sicuro – ha detto Chiellini – c’e’ la base solida creata dal ct in questa Italia, chiunque entra e gioca sa integrarsi subito bene. Con il rinvio l’anno scorso dell’Europeo la prima cosa che dissi e’ che secondo me questa squadra avrebbe beneficiato di un anno di lavoro in piu’. E infatti tanti ragazzi sono arrivati piu’ maturi”.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto