Collegati con noi

Esteri

Armenia-Azerbaigian, colloqui di pace favoriti dagli Usa

Pubblicato

del

I ministri degli Esteri di Armenia e Azerbaigian, Ararat Mirzoyan e Jeyhun Bayramov, hanno discusso del trattato di pace tra i due Paesi nel corso di una conversazione telefonica alla quale ha partecipato anche il Segretario di Stato americano Antony Blinken (nella foto): lo ha reso noto il ministero degli Esteri armeno, secondo quanto riporta la Tass. “Nel corso della conversazione, gli interlocutori hanno scambiato opinioni sullo sviluppo del trattato di pace tra Armenia e Azerbaigian e sulla creazione di un meccanismo di discussione tra Stepanakert e Baku”, ha dichiarato il ministero in un comunicato. “Le parti hanno concordato di continuare le discussioni volte a creare stabilita’ e sicurezza nel Caucaso meridionale”, ha aggiunto.

Durante il colloquio Blinken “ha espresso il nostro apprezzamento per i passi positivi che l’Armenia e l’Azerbaigian stanno compiendo verso il raggiungimento di un accordo di pace sostenibile”, ha reso noto in un comunicato il portavoce del Dipartimento di Stato americano, Ned Price. Blinken ha inoltre “accolto con favore l’incontro tra i ministri del due ottobre come un importante passo avanti nel processo di pace”, riporta la Tass. Il Segretario di Stato Usa ha poi “elogiato il rilascio dei prigionieri di guerra e ha ribadito il nostro impegno ad aiutare l’Armenia e l’Azerbaigian a risolvere le questioni in modo pacifico, sottolineando che la diplomazia e’ l’unica via da seguire”, si legge nella nota.

Advertisement

Esteri

Due bambini uccisi a coltellate in casa nel Bronx

Pubblicato

del

Due bambini, di 3 anni a di appena 11 mesi sono stati uccisi a coltellate in casa loro, nel Bronx. Lo riportano i media locali. I piccoli sono stati trasportati in ospedale ma non ce l’hanno fatta e poco dopo sono morti.

Un’ora prima che la polizia trovasse i due bambini in gravi condizioni, gli agenti erano intervenuti perchè i vicini avevano sentito la madre dei piccoli, una 24enne, urlare e quando sono arrivati la giovane donna stava cercando di dare fuoco ad alcuni oggetti ma non avrebbe avuto un comportamento violento, secondo quanto riportato dalla polizia del Bronx. Hanno portato la donna in ospedale e quando sono tornati hanno trovato i piccoli gravemente feriti. I bambini erano rimasti a casa con il padre che però non è stato arrestato, invece un’altra persona è stata fermata dalla Polizia.

 

Continua a leggere

Esteri

Guerriglia a Bruxelles dopo la partita Belgio-Marocco

Pubblicato

del

Dopo la vittoria del Marocco in Qatar contro il Belgio ai mondiali di calcio,  a Bruxelles si sono verificate scene di guerriglia urbana.  Alcune decine di giovani tifosi del Marocco hanno assaltato le vie del centro città e l’area adiacente alla stazione di Midi, distruggendo l’arredo urbano e appiccando il fuoco ad auto, scooter e tutto quello che incontravano. Sul posto sono intervenuti un centinaio di agenti della polizia in divisa anti-sommossa con camionette e idranti. Gli scontri sono tuttora in corso. Il principale viale del centro, Boulevard Anspach, è stato chiuso e la polizia ha fatto appello ad evitare la zona.

“Condanno con la massima fermezza gli incidenti accaduti questo pomeriggio”, scrive il sindaco di Bruxelles, Philippe Close. “La polizia è già intervenuta con fermezza, ha ribadito, e consiglio ai tifosi di non venire in centro città. La polizia sta usando tutti i suoi mezzi per mantenere l’ordine pubblico. Ho dato loro ordine di procedere con gli arresti nei confronti dei responsabili degli scontri”.

Continua a leggere

Esteri

Kiev, Mosca verso nuovo esercito privato ‘anti-Wagner’

Pubblicato

del

Mosca ha nominato un nuovo “guardiano” per le carceri in Russia e nei territori dell’Ucraina occupati con il compito di creare una nuova “compagnia militare privata” per cercare di contrastare il monopolio detenuto in questo settore da Evgenij Viktorovic Prigozhin, proprietario del Gruppo Wagner, de facto l’esercito privato (PMC) di Putin. Lo riferisce l’Odessa Journal. Secondo il capo dell’intelligence della Difesa ucraina, un criminale di Horlivka vicino alla famiglia dell’ex presidente fuggitivo Viktor Yanukovych – Armen Sarkisyan – è diventato la nuova “guardia” per le carceri della Federazione Russa e dei territori ucraini occupati. L’Odessa Journal ricorda che Sarkisyan è sulla lista dei ricercati ucraini come uno degli organizzatori degli omicidi di Maidan (gli ucraini definiscono “Cento eroi celesti” i connazionali che hanno perso la vita durante le proteste antigovernative nel 2013-14). “Uno degli scopi principali della sua attività è la creazione di una nuova ‘compagnia militare privata’ – scrive l’intelligence della Difesa ucraina -. Si ipotizza che entro un tempo limitato la nuova struttura recluterà un numero significativo di ‘reclute'”. Il modello del progetto dovrebbe essere il famigerato Gruppo Wagner e le nuove forze saranno reclutate nelle carceri. Il “progetto”, commenta l’intelligence, dovrebbe rafforzare il contingente di occupazione e creare concorrenza interna tra gli eserciti privati russi. Il nuovo PMC è stato sponsorizzato dall’uomo d’affari russo-armeno Samvel Karapetyan, fedele di Putin di origine armena, uno degli sponsor dell’invasione russa in Ucraina. I servizi d’intelligence di Kiev commentano infine che una “nuova struttura è un tentativo di contrastare l’effettivo monopolio di Evgenij Viktorovic Prigozhin nel campo delle PMC in Russia”.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto