Collegati con noi

In Evidenza

Anniversario Stazione Spaziale, “abitata” da 20 anni

Avatar

Pubblicato

del

Il cielo azzurro della Terra e il caos dei laboratori, dove fra i materiali e gli strumenti scientifici si affacciano i distintivi delle missioni e le foto degli amici: sono i simboli, catturati dagli scatti dell’astronauta Paolo Nespoli, della presenza dell’uomo a bordo della Stazione Spaziale internazionale, diventata ormai da 20 anni una grande casa-laboratorio. Il 2 novembre 2000 arrivavano infatti sulla Stazione Spaziale i suoi primo inquilini: l’americano William Shepherd e i russi Yuri Gidzenko e Sergei Krikalev e aprivano la nuova pagina nella storia dell’esplorazione spaziale che avrebbe fatto della stazione orbitale un luogo di ricerca aperto a tutti e un trampolino per la new space economy, la nuova economia che sempre di piu’ sta legando le attivita’ industriali condotte sulla superficie del pianeta a processi e dati forniti dalla ricerca in orbita. Pesante oltre 400 tonnellate, lunga 73 metri, larga oltre 108 e alta 20, la Stazione Spaziale ha un volume abitabile di oltre 400 metri cubi. Sfreccia intorno alla Terra alla velocita’ media di 27.600 chilometri l’ora dalla quota di circa 400 chilometri, e’ l’oggetto piu’ grande mai costruito in orbita e il piu’ costoso mai costruito in assoluto (le stime oscillano fra 35 e 160 miliardi di dollari) e soprattutto e’ un esempio unico di collaborazione internazionale, gestita com’e’ da Stati Uniti, Russia, Europa, Canada e Giappone. Adesso la presenza dell’uomo a bordo e’ palpabile e ha portato a quella che Nespoli definisce “l’umanizzazione di un laboratorio tecnologico”.

Le sue foto, esposte in una mostra a Roma organizzata da Leonardo, raccontano bene questa storia in cui la tecnologia piu’ avanzata si intreccia con le tante storie degli uomini che hanno lavorato prima alla costruzione della struttura e poi alla manutenzione e alla gestione di centinaia di esperimenti, dal gigantesco cacciatore di antimateria Ams (Alpha Magnetic Spectrometer) che cattura i raggi cosmici fuori dalla Stazione Spaziale, alla prima insalata coltivata a bordo. Sono 64 gli equipaggi che si sono susseguiti sulla stazione orbitale, per un totale di 242 astronauti. Fra questi cinque italiani, compresa AstroSam, la prima donna italiana ad andare nello spazio. In generale la Stazione Spaziale Internazionale e’ stata per l’Italia “una palestra straordinaria”, ha detto il presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana (Asi), Giorgio Saccoccia. Il nostro Paese, ha aggiunto, e’ stato presente fin dall’inizio di quel progetto con la costruzione dai primi moduli: i primi mattoni che hanno permesso di realizzare questa struttura straordinaria e che rappresenta cosa sia possibile fare quando si uniscono le forze a livello internazionale”. Per l’amministratore delegato di Leonardo, Alessandro Profumo la Stazione Spaziale e’ un formidabile esempio di ingegno umano, industriale e tecnologico. Gli innumerevoli esperimenti svolti al suo interno hanno rappresentato delle sfide avvincenti per l’uomo e per l’industria del settore che ci condurranno, nel prossimo futuro, alla realizzazione di nuove strutture orbitanti sempre piu’ lontane, a partire da quella per la Luna”.

Advertisement

Esteri

Terrore in Germania, auto sulla folla: due morti e numerosi feriti

Avatar

Pubblicato

del

Un Range Rover color grigio metallizzato ha attraversato la zona pedonale nel centro di Treviri in Germania seminando il panico e uccidendo due persone, i feriti sono almeno una decina, L’auto viagiava nella zona che ogni anno di questi tempi era occupata dai mercatini di Natale ad almeno70-80 kmh, i testimoni raccontano che i pedoni volavano via come fantocci. A dare la notizia di quanto stava accadendo nella cittadina della Germania sud-occidentale fondata dai Romani , situata nella regione vinicola della Mosella vicino al confine con il Lussemburgo, è stata la polizia sul suo account Twitter.

Il sindaco di Treviri ha reso noto che tra i feriti ve ne sono alcuni in pericolo di vita. La dinamica dell’incidente non è chiara, fermato il conducente: sarebbe un cinquantenne, secondo qualcuno una donna. Rimane lo stato d’allerta.

 

 

Continua a leggere

In Evidenza

F1, Hamilton positivo al covid è già in isolamento: niente Gp di Bahrain

Avatar

Pubblicato

del

Il campione del mondo di Formula Uno Lewis Hamilton e’ risultato positivo al test per il Covid-19. Saltera’ per questo il GP a Sakhir nel Bahrain after testing positive for coronavirus. il prossimo weekend. Lo ha reso noto la Mercedes. Nel comunicato la scuderia ha fatto sapere che Hamilton e’ stato sottoposto tre volte a test la scorsa settimana e in tutti e tre i casi e’ risultato negativo, e cosi’ pure al tampone effettuato domenica, giorno della gara. Ieri mattina nuovo test, dopo che il campione del mondo ha avvertito alcuni sintomi sospetti ed e’ stata cosi’ accertato la positività al covid. Il pilota ha sintomi lievi ed e’ gia’ in isolamento; non potra’ partecipare al prossimo gran premio di F1 che si terra’ ancora sulla pista di Sakhir in Bahrein. La Mercedes non ha ancora reso noto il nome del pilota che sostituira’ Hamilton in gara domenica, penultima prova del mondiale 2020.

Continua a leggere

Ambiente

Si chiama Selma la foca in arrivo per Natale allo zoo di Napoli

Avatar

Pubblicato

del

Una nuova foca vitulina sta per arrivare allo zoo di Napoli, si chiama Selma e verrà a far compagnia ad Halos: lo Zoo di Napoli, nonostante il duro periodo che tutti stiamo vivendo, non smette di investire sul benessere animale, sull’animal welfare. Questa volta è toccato alla vasca di Halos, Phoca vitulina, ospite del giardino zoologico da marzo del 2019. Halos è un maschio di 17 anni, è arrivato a Napoli grazie alla collaborazione con il Parc Zoologique de Chateau de Branféré , in Francia. Il motivo per cui è stato necessario spostarlo dal luogo in cui viveva dipende dal suo particolare carattere: Halos è infatti un animale molto solitario, non ama vivere in gruppo.

In Francia Halos era ospitato insieme ad altri esemplari della sua specie dai quali si teneva sempre molto distante e alcune foche erano impaurite da lui. Il responsabile che lo ha affidato allo Zoo di Napoli aveva raccomandato di tenerlo al massimo solo con un altro esemplare. Ormai a Napoli ha vissuto da solo per circa un anno e mezzo e finalmente arriva anche per lui una sorpresa natalizia! Dopo lunghe ricerche i responsabili scientifici dello Zoo di Napoli hanno trovato Selma. La nuova ospite ha quasi la stessa età di Halos e a breve partirà dal suo luogo d’origine, un parco in Olanda.
Il parco è in trepidante attesa e tutto lo staff ha lavorato per garantire ai due esemplari una vita felice insieme in una ‘casa’ tutta ristrutturata. La nuova vasca è stata interamente piastrellata e riqualificata,  e Halos sta già apprezzandone i dettagli.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto