Collegati con noi

In Evidenza

Terra dei Fuochi, il ministro Costa: “Veritas”, studio da valutare con attenzione

Avatar

Pubblicato

del

“Le voci scientifiche che indagano sulla relazione tra inquinamento e malattie e, nella fattispecie, tra Terra dei Fuochi e tumori, vanno ascoltate con grande attenzione. La ricerca del professor Giordano (si riferisce ad Antonio Giordano, ricercatore e direttore dello Shro, Temple University di Filadelfia) è una ulteriore testimonianza dell’urgenza della battaglia contro la gestione illecita dei rifiuti pericolosi”. Cosi’ in una nota il ministro dell’Ambiente Sergio Costa in merito alle polemiche seguite alla pubblicazione di uno studio scientifico che evidenzia una presenza anomala dei metalli tossici nel sangue di malati oncologici residenti nella zona tra la provincia nord di Napoli e quella di Caserta. “Come ho gia’ detto – aggiunge Costa – ambiente e salute sono tra loro in una correlazione strettissima. La ricerca si confronti e discuta, ma insieme, tutti insieme, senza preclusioni ne’ divisioni. I nostri nemici sono altri: sono gli ecocriminali che incendiano i rifiuti, sono i delinquenti che seppelliscono l’immondizia. Ecco chi dobbiamo combattere. A chi si e’ impegnato in questa ricerca va il mio grazie cosi che ringrazio il territorio per il suo costante impegno di denuncia. A noi istituzioni tocca trovare soluzioni e fermare le illegalita’. Ed e’ su questo che stiamo lavorando, ogni giorno”.

Advertisement

Corona Virus

Coronavirus in Italia, i dati del contagio del 30 settembre: 1.851 nuovi casi e 19 morti

Avatar

Pubblicato

del

In Italia, dall’inizio dell’epidemia di coronavirus, almeno 314.861 persone (+1.851 rispetto a ieri, +0,6%; ieri +1.648) hanno contratto il virus Sars-CoV-2 . Di queste, 35.894 sono decedute (+19; ieri +24) e sono state dimesse 227.704 (+1.198, +0,5%; ieri +1.316). Attualmente i soggetti positivi dei quali si ha certezza sono 51.263 (+633, +1,2%; ieri +307); il conto sale a 314.861 — come detto sopra — se nel computo ci sono anche i morti e i guariti, conteggiando cioè tutte le persone che sono state trovate positive al virus dall’inizio dell’epidemia.

I tamponi sono stati 105.564 (15.379 in più rispetto a ieri che erano stati 90.185).

I pazienti ricoverati con sintomi sono 3.047 (-1; ieri +71), di cui 280 in terapia intensiva (+9, +3,3%; ieri +7).

Continua a leggere

Corona Virus

Campania, i numeri del contagio: 287 positivi al covid 19, nessun decesso

Marina Delfi

Pubblicato

del

Ancora alto il numero di positivi in Campania nelle ultime 24 ore: sono 287 i contagiati a fronte di poco più di 5 mila 500 tamponi eseguiti. Nella sola Asl1 sono 138 i positivi al covid. Di questi 138, 14 arrivano dagli screening preoperatori, 100 rintracciati in focolai familiari, 18 sono pazienti con sintomi, sei sono da accertare.

Questo il bollettino di oggi:

Positivi del giorno: 287
Tamponi del giorno: 5.584

Totale positivi: 12.742
Totale tamponi: 595.991

​Deceduti del giorno: 0
Totale deceduti: 463

Guariti del giorno: 139
Totale guariti: 6.166

Continua a leggere

In Evidenza

L’Inter a valanga al Vigorito, il Benevento cola a picco in un tempo

Avatar

Pubblicato

del

Serata da incorniciare allo stadio Vigorito: ma per l’Inter, che si impone con un perentorio 5-2 contro i padroni di casa del Benevento guidati da Pippo Inzaghi. I quotatissimi nerazzurri impiegano poco a far valere la legge dei piu’ forti, andando in gol dopo pochi secondi con Lukaku, poi autore di una doppietta che lo proietta in vetta alla classifica dei cannonieri. Antonio Conte cambia tanto rispetto alla vittoria sulla Fiorentina, ma la sostanza resta la stessa e il risultato pure: i tre punti in tasca. Nel Benevento rientra Maggio dal 1′, al debutto in giallorosso nella nuova stagione in Serie A, mentre riposa inizialmente Letizia, sostituito in corsia da Barba. Confermato l’assetto offensivo dei giallorosso, con Moncini supportato da Insigne e Caprari; soltanto panchina, invece, per il nuovo arrivato Iago Falque, a insieme allo stesso Lapadula.

Conte si affida alla grinta di Gagliardini, a centrocampo al fianco di Vidal, e con Sensi alle spalle di Lukaku, confermato al centro dell’attacco, ma con Sanchez intorno, mentre Lautaro parte dalla panchina. In difesa rientra De Vrij, con Kolarov e Skriniar. Risultato in discesa gia’ in avvio di partita: bastano 28″ a Lukaku per sfruttare l’assist di Hakimi, il secondo da interista, e sorprendere Montipo’ per l’1-0. Il Benevento pero’ ci prova e cerca di lasciar poco spazio ai centrocampisti avversari, aggredendo gli spazi. Al 24′ l’Inter trova il raddoppio: cross dalla corsia destra di Hakimi, sponda di Young per Gagliardini che si accentra e colpisce col mancino, anticipando Schiattarella e sorprendendo Montipo’. Bastano 5′ per la terza rete nerazzurra, propiziata da un erroraccio di Montipo’: il portiere del Benevento serve Gagliardini sul rinvio, poi Sanchez trova al centro Lukaku che firma la doppietta.

Il Benevento, pero’, non molla la presa e prova a rientrare in partita al 34′: l’errore questa volta e’ di Handanovic che sbaglia in fase di impostazione e serve direttamente Caprari, protagonista col destro del 3-1. Prima dell’intervallo l’Inter pero’ dilaga, sfruttando soprattutto le fasce: cross basso di Young, tocco maldestro di Lukaku ed anticipo decisivo di Hakimi che lascia sul posto Letizia e firma il 4-1. Nella ripresa cambia tanto Inzaghi, passando alla difesa a 3 con Tuia insieme a Glik e Caldirola: atteggiamento rabbioso, ma che vede protagonista ancora l’Inter, sul 5-1 al 26′ del secondo tempo: Sanchez dentro per Lautaro che stoppa e trova il palo lontano dal limite. C’e’ gioia per il Benevento alla mezz’ora: Lapadula serve Caprari che sfrutta il varco giusto e realizza centralmente il 5-2. Prima del triplice fischio, prima Lapadula si lascia ipnotizzare da Handanovic e poi Eriksen centra la traversa dalla lunga distanza, con una parabola velenosa. Dopo 3′ di recupero, esulta l’Inter al Vigorito: 5-2 per i nerazzurri e padroni di casa ridimensionati dopo il successo in terra di Liguria.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto