Collegati con noi

Napoli

Suppletive al Senato di Napoli, Ruotolo è il candidato di de Magistris, De Luca e Renzi: forse nasconderanno i simboli alle elezioni

Avatar

Pubblicato

del

La notizia è che Sandro Ruotolo è il candidato di DemA alle suppletive di febbraio al Senato nel collegio rimasto vacante per la morte del senatore del M5S Franco Ortolani. Doveva rimanere una notizia riservata fino a quando non si sarebbe raggiunto un accordo col Pd napoletano. Ambienti DemA hanno però preferito far circolare il nome di Ruotolo anche per capire quale sarebbe stata la reazione dei Dem.  Ebbene Ruotolo sarà candidato di Dem e Dema oltre che di Italia Viva di Matteo Renzi e delle tante sigle della galassia della sinistra partenopea ovvero Leu, Federazione della Sinistra e altri. Ci sarebbe anche la benedizione delle Sardine di Napoli già che Ruotolo ha ottimi rapporti con alcuni dei maggiorenti della galassia sardinista vesuviana e con le Sardine bolognesi. Ruotolo domenica sarà sul palco delle Sardine di Bologna come candidato al Senato alle suppletive, dunque da politico già schierato. L’idea potrebbe essere quella di presentare Sandro Ruotolo come se fosse un candidato sardinista piuttosto che frutto di un accordo tra partiti e movimenti più o meno civici. L’operazione verrà messa in  campo, ma non è facile farla digerire a tutti. Anche perchè come tutti sanno Ruotolo ha già fatto esperienza politica nel 2013 con l’allora Pm Antonio Ingroia. Faceva parte di quel progetto politico che voleva realizzare la Rivoluzione civile ma che fallì nelle urne. Ruotolo candidato governatore del Lazio racimolò uno striminzito 2 per cento.  In quel caso vinse a mani basse Nicola Zingaretti che sconfisse, doppiandolo, il candidato della destra Francesco Storace. Ma la notizia non è tanto la candidatura di Ruotolo quanto il fatto che dietro questo nome trovano un accordo il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, l’ex premier Matteo Renzi. Che cosa abbiano da condividere politicamente questi tre politici ovviamente nessuno lo saprà mai, di sicuro condivideranno la scelta di Ruotolo candidato al Senato. Di sicuro, con questo schieramento, il candidato del centrodestra non avrà vita facile, così come non sarà semplice anche il cammino del candidato del M5S che è uscito dalle parlamentarie. Quali sono i primi effetti della candidatura di Ruotolo?  Annamaria Palmieri, che sarebbe stata il candidato di DemA, è stata ritirata. Lo schieramento che appoggia Ruotolo e che proverà a nascondere i propri simboli alle elezioni per far sembrare Ruotolo un candidato di una coalizione civica ampia sta provando in queste ore a far convergere su questo nome anche il M5S. Che però, salvo ripensamenti dell’ultim’ora, sembra impossibile a Napoli nonostante i buoni uffici di Roberto Fico, Presidente della Camera ed in eccellenti rapporti con Luigi de Magistris.

Advertisement

Napoli

Giancarlo Siani sarà giornalista professionista alla memoria il 23 settembre

Avatar

Pubblicato

del

Il 23 settembre Ordine della Campania e Ordine nazionale dei giornalisti presentano la nuova edizione del libro “Le parole di una vita” che contiene tutti gli scritti giornalistici di Giancarlo Siani. Unica edizione completa. Alle ore 10.30 al cinema Modernissimo di Napoli la consegna alla famiglia del tesserino alla memoria da professionista intestato a Giancarlo e la presentazione del libro. Saranno

Continua a leggere

Cronache

Scopre di avere tumore ma non rinuncia alla gravidanza e mette al mondo una bimba nonostante la chemio

Avatar

Pubblicato

del

La sua vita si era ‘fermata’ a marzo, a 42 anni, quando al terzo mese di gravidanza ha scoperto di avere un tumore al seno. La sua bimba non puo’ piu’ nascere, deve abortire, le dicono tutti i medici che consulta. Deve essere operata subito e sottoporsi a un ciclo di chemioterapia.. E’ gia’ mamma, ma a quella seconda gravidanza non ha voluto rinunciare. Anche a costo della propria vita. Arriva all’ospedale ‘Pascale’ di Napoli, nella stanza di Michelino de Laurentiis, che le ha organizzato un percorso di cura personalizzato. Viene operata ad aprile, in pieno lockdown, all’inizio del quarto mese di gestazione, e subito dopo inizia la chemioterapia, che ha portato avanti senza particolari problemi durante i successivi cinque mesi di gravidanza. Oggi e’ nata sua figlia. Stanno entrambe benissimo, assicurano i medici.

Michelino de Laurentiis. Oncologo

Al Pascale, la nascita della bimba e’ stata possibile grazie a un protocollo creato ad hoc per le donne giovani. Sono diversi i casi di tumore al seno trattato con successo in gravidanza, cosi’ come sono tante le donne che, pur essendosi ammalate giovanissime, sono guarite e hanno potuto avere la gioia di una gravidanza dopo il tumore. Il ‘Pascale’ di Napoli ha una storica tradizione nel trattamento del tumore al seno, per il quale rappresenta da decenni un centro di riferimento regionale. L’Oncologia Medica Senologica, sotto la direzione di Michelino De Laurentiis, e’ diventata, spiegano dall’ospedale, il primo centro in Italia per numero di protocolli sperimentali con farmaci innovativi sul tumore al seno, oltre ad essere tra le prime dieci istituzioni al mondo per offerta di protocolli terapeutici sperimentali con farmaci innovativi.

Continua a leggere

Cronache

Abusi sessuali su due pazienti oncologiche, interdetto per un anno un medico in servizio al “Pascale” di Napoli

Avatar

Pubblicato

del

Secondo l’accusa, quindi non secondo una sentenza, un medico avrebbe costretto più volte due pazienti a subire abusi sessuali. Questa grave accusa è stata formulata dalla Procura di Napoli che hanno coordinato le indagini degli investigatori della Squadra Mobile della Questura. Al medico del Day Surgery Senologia dell’Istituto Nazionale Tumori “Fondazione Pascale” gli agenti del commissariato Arenella hanno notificato una interdizione dalla professione di medico della durata di 12 mesi. La misura cautelare è stata emessa dal giudice delle indagini preliminari presso il Tribunale di Napoli nei confronti del dottore Raffaele Tortoriello, che svolge la sua attività anche nella sanità privata. Evidentemente il medico potrà e dovrà difendersi da queste contestazioni eventualmente in un processo, appena sarà incardinato.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto