Collegati con noi

Economia

Scongiurare possibili dazi e tutelare la mozzarella di bufala campana Dop, sono gli obiettivi della missione del Consorzio di Tutela negli Stati Uniti

Avatar

Pubblicato

del

I dazi alla mozzarella sarebbero una ingiustizia che penalizzerebbe, senza alcun senso, non solo un comparto economiche di eccellenza della enogastronomia italiana, ma farebbe male anche ai consumatori statunitensi, molti dei quasi originari dell’Italia, che amano l’oro bianco. È per tutelare questa eccellenza made in Italy che è partita la missione americana per la mozzarella di bufala campana Dop. Il Consorzio di Tutela ha lanciato una seria attività di pressing istituzionale contro i dazi aggiuntivi ventilati da Trump sui formaggi made in italy, e a seguire direttamente questa delicata faccenda c’è il direttore del Consorzio, Pier Maria Saccani. È lui che è volato a Washington per una serie di incontri bilaterali e un obiettivo chiaro: far capire quanto sia dannosa la scelta di ulteriori gabelle su un’eccellenza che piace molto ai consumatori Usa.

L’oro bianco della Campania. La mozzarella di bufala campana Dop è un prodotto di eccellenza dell’enogastronomia italiana. La sua produzione è rigorosamente certificata dalla produzione del latte di bufale alla trasformazione alla commercializzazione. Non c’è al mondo un prodotto che arriva sulle tavole dei consumatori che sia più sano, genuino e controllato

Proprio gli Stati Uniti rappresentano infatti il primo Paese extra Ue per le esportazioni della mozzarella Dop, con una quota pari al 7%. Ma si tratta di un mercato dalle grandi potenzialità, con una crescente richiesta di prodotto certificato.

Oltre a sostenere le iniziative istituzionali in corso, il Consorzio ha avviato un filo diretto negli Stati Uniti per approfondire la problematica. Il direttore Saccani è stato a colloquio con il Consigliere economico dell’Ambasciata italiana a Washington, Lamberto Moruzzi. Durante l’incontro sono stati trattati i temi legati alla delicata situazione attuale dopo la minaccia di introduzione di dazi da parte del governo americano. Piena sintonia con l’ambasciata, che ha raccolto l’allarme del settore della Mozzarella di Bufala Campana Dop e si conferma importante punto di riferimento anche per le esigenze del comparto produttivo italiano. Inoltre Saccani ha incontrato Jaime Castaneda, vice presidente del US Dairy per definire i termini di un accordo tra l’ente americano e il Consorzio in merito alla protezione della denominazione Mozzarella di Bufala Campana Dop in diversi Paesi.

Advertisement
Continua a leggere

Economia

Sul mercato 200 immobili Invimit, l’obiettivo del Tesoro è incassare 110 millioni

amministratore

Pubblicato

del

Nuova mossa del Tesoro per dare attuazione al piano di cessione degli immobili pubblici che, negli obiettivi indicati dal governo Conte a dicembre al termine della trattativa con l’Unione europea, porterà all’erario 950 milioni quest’anno per arrivare a 1,2 miliardi da qui al 2021. Invimit, societa’ partecipata al 100% dal Ministero dell’Economia, ha appena messo sul mercato 200 immobili pubblici – abitazioni, negozi e uffici – acquistabili fino al 20 settembre da privati e imprese, per un valore di oltre 100 milioni di euro. La vendita riguarda 8 citta’: Roma, Firenze, Palermo, Bologna, Pisa, Firenze, Trieste e Sabaudia. Il processo di asta e’ innovativo e prevede l’identificazione di notai incaricati dalla stessa Invimit per offrire supporto e ricevere sia le offerte di acquisto che eventuali rilanci. Tutti gli immobili sono ‘in vetrina’ sul sito della societa’, con indirizzo, metratura e dettagli, accompagnati dalle istruzioni per partecipare alle aste. L’operazione rientra nel piano di dismissioni nazionale che affida alla Sgr del Tesoro un obiettivo complessivo di 610 milioni di euro, di cui 500 attraverso la commercializzazione di quote di fondi immobiliari a investitori istituzionali ed altri 110 milioni attraverso appunto la vendita diretta di asset. La Sgr si occupa della valorizzazione di immobili di provenienza pubblica conferiti ai fondi immobiliari di propria gestione, per un importo di 1,6 miliardi di euro. La vendita di unita’ immobiliari e’ parte di una strategia piu’ ampia che punta anche alla razionalizzazione dei portafogli. Invimit e’ una delle tre gambe del piano complessivo: le altre due sono l’Agenzia del Demanio e il ministero della Difesa. La prima, gia’ attiva dall’inizio dell’anno con attivita’ di cessione che coinvolgono altri 1.200 beni di valore minore, ha pubblicato a luglio il primo bando per la vendita diretta di 420 immobili e terreni di proprieta’ dello Stato per un valore pari a 420 milioni di euro. Circa 40 unita’ immobiliari sono state invece individuate nell’ambito di quelle in uso alla Difesa, per un valore stimato di 160 milioni di euro.

Continua a leggere

Economia

Tenaris: appalto da 1,9 miliardi dollari negli Emirati Arabi

Avatar

Pubblicato

del

Il gruppo Tenaris ha ottenuto da Abu Dhabi National Oil Company (Adnoc) un contratto quinquennale per la fornitura di tubi e servizi per un valore di 1,9 miliardi di dollari. Lo rende noto la societa’ evidenziando che “l’accordo puo’ essere prolungato per altri due anni”. L’accordo fa parte di un’iniziativa di Adnoc volta a garantire soluzioni di “approvvigionamento intelligenti – e’ scritto in una nota – che aggiungono valore alla sua attivita’ di perforazione di petrolio e gas a monte e promuovono investimenti e servizi interni”. Il presidente di Tenaris, Gabriel Podskubka, si e’ detto soddisfatto e pronto a supportare “Adnoc con prodotti e servizi di alta qualita’ per il loro ambizioso programma di perforazione. Siamo molto lieti di vedere riconosciuto il valore che possiamo apportare con le soluzioni Rig Direct in cui collaboriamo a stretto contatto con i clienti, contribuendo a operazioni piu’ sicure ed efficienti”.

Continua a leggere

Economia

Hasbro compra Peppa Pig e Pj Mask per 4 miliardi di dollari

Avatar

Pubblicato

del

Hasbro acquista PJ Mask – Super Pigiamini. Il colosso dei giocattoli compra Entertainment One per circa 4 miliardi di dollari, in quella che e’ una delle maggiori acquisizioni della sua storia. La transazione, tutta in contanti, amplia il portafoglio di Hasbro, nel quale vanno a confluire molti brand internazionali. Oltre a PJ Mask fa capo a Entertainment One anche Pegga Pig.

Continua a leggere

In rilievo