Collegati con noi

Napoli

Sanità, inaugurato un centro per l’autismo nell’ospedale di Torre del Greco

Avatar

Pubblicato

del

Taglio del nastro all’ospedale Maresca di Torre del Greco (Napoli) per il nuovo centro per l’autismo, ambulatorio per la diagnosi precoce dei disturbi dello spettro autistico dell’Asl Napoli 3 Sud. Alla cerimonia hanno partecipato tra gli altri il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca; i consiglieri regionali Pd Loredana Raia e Mario Casillo; il sindaco di Torre del Greco Giovanni Palomba, il direttore generale della Napoli 3 Sud Gennaro Sosto.

”I casi sono in aumento – ha sottolineato Sosto – ma più che di un vero e proprio aumento parlerei piuttosto di un sommerso che viene fuori: prima infatti quasi si aveva ‘vergogna’ di questo fenomeno. L’Istituto Superiore di Sanita’ parla di 4 casi ogni 1.000 bambini nati. Fondamentale e opera di grande civilta’ della sanita’ campana e’ attivare nuovi centri pubblici. Avevamo voglia di partire con velocita’, qui i lavori sono finiti lo scorso 23 dicembre. Abbiamo gia’ programmato per giovedi’ 16 un incontro con le associazioni, che invitiamo a collaborare per mettere insieme a regime questa struttura”.

Advertisement

Cronache

Ponticelli, Napoli: i poliziotti rendono omaggio a medici e personale sanitario impegnati contro il coronavirus

Avatar

Pubblicato

del

Le auto con i colori d’istituto schierate, tutti sugli attenti e le sirene spiegate: Ponticelli, i poliziotti rendono gli onori a medici e personale sanitario degli ospedali della zona a est di Napoli, l’ospedale del Mare e Villa Betania, da giorni in guerra contro il coronavirus.

Un omaggio sentito, voluto, condiviso dalla popolazione che arriva da chi è impegnato sullo stesso fronte, rischiando ogni giorno: i poliziotti del commissariato di Ponticelli a Napoli.

Continua a leggere

Cronache

“Pane sospeso” a San Giuseppe Vesuviano, la solidarietà è un pezzo di pane donato a chi ne ha bisogno

Avatar

Pubblicato

del

Dopo il caffè sospeso nasce il pane sospeso. Con l’emergenza Covid e l’impoverimento di molte famiglie, ridotte allo stremo dalla reclusione in casa per motivi di ordine sanitario, registriamo una bella iniziativa di solidarietà che arriva dalla zona vesuviana, da San Giuseppe Vesuviano per la precisione. Grazie alla collaborazione dei proprietari del Panificio Carobino, panettieri dal 1930, da stamattina è comparso un cartello che riportava la seguente frase: “Pane Sospeso”. Con un invito che richiama le persone più abbienti, e ce ne sono, a lasciare un pezzo di pane in sospeso. Un gesto di solidarietà verso chi ha bisogno. L’iniziativa a scopo benefico nata dall’idea di un gruppo di amici, noti come quelli de “la partita di pallone”, ha preso piede e in tanti stanno lasciando pezzi di pane sospeso per chi poi lo andrà a ritirare.

Continua a leggere

Cronache

Polizia municipale, paura dopo il giuramento di 96 nuovi agenti: uno di loro è in quarantena in attesa del risultato del tampone

Avatar

Pubblicato

del

Cha la mamma dei cretini fosse sempre incinta lo si sapeva, che fosse così prolifica anche in tempo di pandemia, francamente no. La storia che vi raccontiamo è soltanto di una settimana fa, risale a quando, lunedì passato, hanno giurato 96 nuovi agenti di polizia municipale, un giuramento collettivo in tempi di coronavirus nella sede del comando della polizia municipale in via De Giaxa.  Qualcuno racconta anche di festeggiamenti proseguiti a Chiaia.

Il giorno dopo la festa di giuramento uno dei nuovi agenti dice di avere il padre risultato positivo al test per il covid-19 e di aver fatto il tampone. Il rischio -se dovesse risultare positivo- è che potrebbe aver infettato i compagni che a loro volta sono andati in giro in tutti i loro reparti in tutta Napoli… Un potenziale pericolo per tutta la polizia municipale, i familiari degli agenti e le persone che hanno avuto a che fare con loro. Il comando di via De Giaxa è stato sanificato, sarebbe stato igienizzato anche il locale di Chiaia. Ma la domanda è una: visto che in questo particolare momento si rinvia tutto, dalle feste di battesimo a quelle di nozze, non si celebrano messe neppure per i funerali, si discutono on line le tesi di laurea, che necessità c’era di far giurare tutte insieme tante persone? Non si poteva rinviare o celebrare un giuramento virtuale, online con meno pericolo per tutti?

 

Continua a leggere

In rilievo