Collegati con noi

In Evidenza

Rai1 canta Lucio Battisti e l’Italia si emoziona

Marina Delfi

Pubblicato

del

Più che canzoni, poesie: emozioni autentiche, anzi di più. Lucio Battisti continua ad essere di moda, mito che ha superato la sua morte, che viene cantato da più generazioni. Il lavoro fatto con “Una storia da cantare, Lucio Battisti” su Rai1 riesce a dare il senso di tutto questo, emozionando, portando alla luce mille sentimenti grazie al contributo di artisti come Enrico Ruggieri, Edoardo Bennato, Roberto Vecchioni, Arisa, Fausto Leali e tanti altri, ai racconti di Mogol che di Battisti fu partner artistico formando con lui un duo nel quale era difficile capire chi davvero componeva le musica e chi scriveva le parole, perché nelle canzoni si fondevano perfettamente.

La conduzione è di Ruggeri con Bianca Guaccero, il format semplice ma di grande effetto ma scrivere di un mito tanto grande come Lucio Battisti è maledettamente difficile.

La tramissione di Rai 1 chiede ai suoi telespettatori di indicare la canzone più bella di Battisti… È una parola, compito arduo se non impossibile. Sono tutte belle. Allegre, sfacciate, ironiche, intimiste, tristi, disperate. Nessuna uguale all’altra, tutte nelle quali riconoscersi per qualche motivo.

Il tradimento, la scelta, la separazione, l’incontro, il pensiero, la voglia di tornare insieme, la ballata trasgressiva…le piccole grandi vicende della vita umana. Forse è questo il segreto del successo di Battisti. Così anche oggi tutti riescono almeno ad accennarne una strofa. Grazie Lucio!

Advertisement

Corona Virus

Coronavirus, situazione in Campania sotto controllo: 3 contagiati e nessun decesso

Marina Delfi

Pubblicato

del

Il focolaio di contagio di Mondragone è stato spento. Nell’area di Serino la situazione è controllata. La situazione in Campania è sotto controllo. Si continuano a fare tamponi. Si prova, non senza difficoltà, a far rispettare norme anti assembramento, rispetto dell’uso della mascherina nei luoghi in cui è difficile se non impossibile tenere le distanze. In ogni caso il bollettino del contagio in Campania è quello che leggete di seguito ed è comunicato dalla Regione Campania. Le notizie del giorno sono tutte positive: appena 3 contagi e nessun decesso. C’è poi una storia che per la verità non è nuova. Una persona già contagiata, già curata e dimessa perché negativa ai tamponi. Ebbene questa persona si è di nuovo positivizzata.

Positivi del giorno: 3

Tamponi del giorno: 1.212
 
Totale positivi: 4.772
Totale tamponi: 302.889
 
​Deceduti del giorno: 0
Totale deceduti: 432
 
Guariti del giorno: 0

Totale guariti: 4.094 * (di cui 4.094 totalmente guariti e 0 clinicamente guariti. Vengono considerati clinicamente guariti i pazienti che, dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione virologicamente documentata da SARS-CoV-2, diventano asintomatici per risoluzione della sintomatologia clinica presentata ma sono ancora in attesa dei due tamponi consecutivi che ne comprovano la completa guarigione).

* Una persona già guarita è tornata positiva

Continua a leggere

Esteri

Coronavirus, al matrimonio decine di invitati contagiati: morti i genitori degli sposi

Avatar

Pubblicato

del

La storia arriva dall’Iran. Ed è una storia tragica i cui tempi vengono dettati dal Coronavirus, epidemia non ancora sotto controllo nel Paese del golfo persico. Alla festa di matrimonio decine di invitati sono stati contagiati e sono poi morti i genitori  di entrambi gli sposi. Morti dopo essere stati contagiati dal Covid19 durante una festa di matrimonio a Urmia, nell’ovest dell’Iran. A rendere nota la vicenda è stato il rettore dell’università di Scienze mediche della città, Javad Aghazadeh. Lo scienziato rettore, citato dall’agenzia ufficiale di Stato Irna, ha aggiunto che decine di altri invitati sono risultati positivi al test del nuovo coronavirus. Mercoledì scorso le autorità iraniane sono tornate a vietare le cerimonie per i matrimoni e i funerali dopo una recrudescenza nella diffusione del virus, che fino ad ora ha provocato quasi 13.000 morti nel Paese. Almeno stando alle cifre ufficiali.

Continua a leggere

Esteri

Ragazzo di 17 anni dilaniato da uno squalo mentre faceva il surf

Avatar

Pubblicato

del

Un po’ come nei film di Steven Spielberg che hanno terrorizzato una generazione intero. Solo che non è fiction ma realtà, Uno squalo ha attaccato un ragazzo mentre faceva surf e lo ha ucciso. Nulla da fare per il 17enne, morto in seguito alle ferite. Il dramma è avvenuto, come spesso succede, in Australia a Coffs Harbour, presso la Wooli Beach, sulla costa nord del Nuovo Galles. Tutto è accaduto alle 14.30 (ora australiana) di venerdì. “Sembrava una scena di un film dell’orrore”, hanno commentato i testimoni, mentre la polizia recuperava il corpo del giovane dilaniato dalle ferite inferte dai denti della bestia. Il ragazzo ha subito gravi lesioni alle gambe e nonostante i soccorsi siano stati immediati, è morto sulla spiaggia. A dare la notizie, i principali quotidiani australiani. Enormi segni di morso sono stati riscontrati anche sulla tavola (si parla anche di un pezzo di fibra di vetro divelto) della vittima. Le spiagge della costa tra Wooli, Diggers Camp e Minnie Water sono state chiuse dalle autorità. Non si tratta, va detto, di un caso isolato. Quest’ultimo attacco mortale arriva dopo che un surfista di 60 anni è morto lo scorso 7 giugno dopo essere stato morso a una gamba da uno squalo di tre metri a Salt Beach vicino a Kingscliff.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto