Collegati con noi

Sport

Nuova sfida di Maradona in Argentina, a La Plata è già “Diego mania”

Avatar

Pubblicato

del

Diego Armando Maradona sbarca a La Plata per allenare il Gimnasia ed e’ subito Pibe de Oro mania. Nella prima conferenza stampa da nuovo tecnico della squadra argentina, attualmente ultima in classifica, l’ex n.10 del Napoli racconta di quando insegnava a Messi come calciare le punizioni: “Ho allenato il Leo migliore di sempre. Era un fenomeno assoluto con un unico punto debole, i calci di punizione, ma io gli ho insegnato come si fa”. Almeno 30.000 persone in tripudio hanno salutato nello stadio ‘Juan Carmelo Zerillo’ di Buenos Aires l’intramontabile Diego che si lancia nell’ennesima sfida della sua carriera senza fine, con l’obiettivo di non far abbandonare alla sua nuova squadra la Superliga argentina, retrocedendo nella serie inferiore. “Voi siete quelli che ci faranno vincere le partite” ha detto l’argentino reduce dall’esperienza con i messicani Dorados de Sinaloa. Emozionato e provato fisicamente per la recente operazione al ginocchio destro, Maradona ha preso un microfono ed ha spiegato ai tifosi sugli spalti dal centro del rettangolo verde che “io non sono certo un mago, ma mi piace lavorare. Voglio promettervi che finche’ io lo dirigero’, questo gruppo di giocatori avra’ un comportamento esemplare”. “Qui chi non si allena o non corre, non gioca”, ha assicurato in compagnia del suo aiutante Sebastian Me’ndez, un tecnico di 42 anni, che ha allenato in Argentina ed in Cile. Maradona si e’ quindi offerto ai fotografi insieme alla squadra, ed ha poi diretto un breve allenamento, prima di ritirarsi negli spogliatoi a bordo del veicolo che viene utilizzato per trasportare i calciatori infortunati. Il Gimnasia di La Plata naviga in ultima posizione nella Superliga e domenica prossima giochera’ in casa contro il Racing Club, vincitore dell’ultimo campionato. L’annuncio dell’arrivo a La Plata del ‘Pibe de oro’ ha suscitato un incontrollabile entusiasmo fra i tifosi della squadra, ed in pochi giorni in 2.200 hanno acquistato la tessera del club e tutte le magliette stampate per l’occasione con il ‘n.10′. A Maradona, che ha in passato piu’ volte criticato il presidente Mauricio Macri, e’ giunto anche il saluto e l’incoraggiamento dell’ex presidente Cristina Fernandez de Kirchner, candidata come vice del peronista di opposizione Alberto Fernandez nelle presidenziali del 27 ottobre prossimo. Dopo l’abbandono del calcio giocato, Maradona ha allenato sette squadre diverse di cui due in Argentina (Mandiyu e Racing). Dopo un passaggio in Medio Oriente, lo scorso anno ha guidato nella seconda divisione messicana i Dorados de Sinaloa, mancando di un soffio la promozione in prima divisione. (

Advertisement

Sport

Napoli, vertice mercato De Laurentiis-Gattuso, ok a Boga e Under

Avatar

Pubblicato

del

Bilancio della stagione, mercato, primi approcci per il rinnovo del contratto. Questi i temi affrontati da Aurelio de Laurentiis e Rino Gattuso a Capri, nella giornata che chiude la prima annata di Ringhio in azzurro e apre l’avvicinamento alla prossima. Tra i due c’e’ stima e accordo, e c’e’ anche un contratto fino a giugno 2021, il rinnovo ci potra’ essere ma non subito, anche se il Napoli punta su Gattuso per un progetto ampio. Lui, il tecnico, e’ concentrato sull’avvio della sua prima stagione intera in azzurro, ma sa anche che rinnovo vorrebbe dire anche un aumento di ingaggio. Se ne riparlera’ a breve, per ora l’attenzione e’ tutta focalizzata sul mercato per chiudere al piu’ presto la squadra che dal 23 o dal 24 settembre il tecnico ritrovera’ a Castel di Sangro. Preso Osimhen, e a gennaio Lobotka, Demme, Politano, Petagna e Rrahmani, il Napoli ha ora la priorita’ di vendere. In prima fila c’e’ Milik, ormai un corpo estraneo ma anche muro di gomma nei confronti del club: ha un anno di contratto, aspetta che la Juve rinnovi l’interessamento anche con Pirlo in panchina, ma sa anche che il Napoli per meno di 40 milioni non lo vende. La trattativa potrebbe avere una svolta positiva se Bernardeschi accettasse di diventare azzurro, ma tutto e’ ancora in fieri. In lista di sbarco anche Allan, ormai fuori dall’idea di Napoli di Gattuso e invece nelle idee di Ancelotti che potrebbe provare a portarlo all’Everton. In lista di sbarco anche Koulibaly, ormai apparso a fine ciclo in azzurro e in cerca di nuovi stimoli, ma il Napoli vuole fare cassa con il suo talento e aspetta offerte dai 60 milioni in su. Poi c’e’ un pacchetto di altri giocatori da vendere o prestare, come Ounas, tornato dal Bordeaux e in vendita, Ghoulam, che ha pero’ un ingaggio alto ed e’ difficile da piazzare, ma anche Lozano e Younes che potrebbero andare via in prestito. Dal vertice e’ emerso che la priorita’ sarebbe un esterno, visto l’addio di Callejon, con nel mirino Boga del Sassuolo ma anche Under della Roma, e il Napoli starebbe guardando anche al 23nne Reguilon, terzino sinistro tornato al Real Madrid dopo una positiva stagione in prestito al Siviglia. Per la difesa, in caso di addio di Koulibaly, resta in pole position Gabriel, il centrale brasiliano del Lilla. (

Continua a leggere

In Evidenza

Mercato, il Real vuole Dybala mentre Matuidi va verso il Miami. Napoli e Gattuso: tre anni assieme

Avatar

Pubblicato

del

In Spagna sono sicuri, il Real Madrid ha pronta una maxi-offerta per Paulo Dybala. Sul tavolo della Juve una valutazione complessiva di oltre 100 milioni di euro tra cash e una contropartita tecnica. Che la Juve la possa prendere in considerazione, poi, e’ un’altra questione. Due, secondo Marca che riprende rumors italiani, i giocatori che i merengues sarebbero disposti a sacrificare per raggiungere la Joya argentina: Isco o Toni Kroos, entrambi graditi al neo allenatore bianconero Andrea Pirlo. In effetti la Juventus non avrebbe intenzione di privarsi di Dybala, a maggior ragione se Cristiano Ronaldo decidesse di lasciare Torino. Il tormentone del calciomercato e’ dunque servito. Intanto il club bianconero dopo la delusione per l’eliminazione dalla Champions League ha deciso di voltare subito pagina e di iniziare immediatamente a programmare il futuro. Ai saluti il francese Blaise Matuidi, che giochera’ in America con l’Inter Miami. Intesa trovata con il club di David Beckham e, secondo i media francesi, visite mediche gia’ oggi a Parigi. L’obiettivo della Juve e’ quindi quello di ringiovanire la rosa, per cui l’addio di Matuidi non sara’ l’unico in casa bianconera. In partenza, infatti, ci sono anche Sami Khedira e Gonzalo Higuain. In casa Lazio prosegue la trattativa per David Silva. Se nei giorni scorsi l’affare aveva subito un’accelerazione – con tanto di conferme dal papa’ del giocatore -, nelle ultime ore i segnali sono sempre piu’ positivi. I contatti proseguono: si lavora su un triennale, ultimi dettagli da definire con il centrocampista spagnolo, 34 anni, in scadenza di contratto col Manchester City. Ieri ha giocato gli ultimi 9′ della sfida contro il Real Madrid, provera’ a salutare i Citizens con la Champions League. Il Napoli e Gattuso insieme per tre anni. Il tecnico ha incontrato il presidente dei partenopei Aurelio De Laurentiis a Capri, un paio d’ore di colloqui e l’intesa per il futuro. Raggiunta l’intesa si e’ parlato di mercato. Tra i nomi sul taccuino dei dirigenti partenopei quello dell’esterno del Real Madrid, Reguilo’n (che piace anche al Chelsea), Boga, Under e Veretout. Dal punto di vista delle cessioni, Koulibaly e’ sempre in cima alla lista dei desideri del Manchester United che pero’ non e’ intenzionato ad assecondare la richiesta di De Laurentiis che valuta il difensore senegalese 100 milioni di euro. Vuole la Juve Arkadiusz Milik: il Napoli lo valuta 40 milioni. Salutata la Roma, potrebbe tornare in Italia, ma stavolta destinazione Inter, Chris Smalling. Il difensore inglese, infatti, non rientra nei piani dello United.

Continua a leggere

In Evidenza

Al via la rivoluzione Pirlo alla Juve, ecco chi va via e chi arriva: Matuidi è fuori

Avatar

Pubblicato

del

Parte dal centrocampo la rivoluzione di Andrea Pirlo alla Juventus, che intende allestire una rosa all’altezza delle aspettative del suo nuovo tecnico con un occhio al bilancio e alla carta d’identita’ dei giocatori. Gia’ acquistati Arthur e Kulusevski, il primo giocatore a salutare dovrebbe essere Blaise Matuidi, che presto pero’ potrebbe essere seguito anche da altri compagni. A breve potrebbe essere seguito anche da Khedira e Higuain. E forse non solo: sulla lista dei partenti potrebbero esserci anche Bernardeschi, uno dei giocatori offerti al Napoli nella trattativa per Milik, e persino Douglas Costa, che non ha convinto del tutto anche a causa dei numerosi infortuni. Nonostante sia alla prima esperienza in panchina, il neo tecnico bianconero ha le idee chiare su quello che vuole per continuare a vincere in Italia e provare a riuscirci anche in Europa, proprio dove ha fallito il suo predecessore Maurizio Sarri. E allora basta con gli incontristi come Matuidi, che avrebbe trovato l’accordo con la societa’ per andar via un anno prima della scadenza del contratto. Andra’ a parametro zero negli Stati Uniti, dove ad attenderlo c’e’ l’Inter Miami, squadra della Msl di David Beckham con il quale il campione del Mondo avrebbe gia’ un accordo. “Stagione speciale… tanta gioia… e la delusione della Champions League – scrive Matuidi in un post che suona tanto d’addio – Ora e’ tempo per una breve vacanza prima che inizi una nuova stagione!”. Quest’anno di tempo per il mercato ce n’e’ davvero poco, ma nei primi incontri operativi con la dirigenza – l’ultimo di nuovo oggi – Pirlo sembra avere le idee chiarissime. Spetta a Paratici, che il club ha confermato insieme al vicepresidente Pavel Nedved nonostante il flop Sarri, accontentare il nuovo tecnico e mettergli a disposizione una rosa il piu’ possibile vicina alle sue aspettative, come invece non e’ riuscita a fare del tutto con Sarri.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto