Collegati con noi

Corona Virus

Messaggio video in italiano di Ursula Von der Leyen: l’Unione europea impari da lezione Italia

Avatar

Pubblicato

del

“La presidente della Commissione Ursula Von der Leyen ha espresso apprezzamento per gli sforzi del Governo italiano e riconosciuto il peso economico e sociale che la crisi attuale impone sulla popolazione”. Con il premier Conte “sono d’accordo che bisogna trarre lezioni dall’esperienza italiana per guidare le politiche europee”: cosi’ i due leader in una nota congiunta, dopo una videoconferenza.

“Il Coronavirus è una crisi globale ed europea che richiede una risposta europea forte e coordinata. L’Italia e’ attualmente in prima linea nella battaglia per contenere la diffusione del virus in Europa e deve affrontare conseguenze sanitarie, sociali ed economiche immediate. Le azioni intraprese da ogni Stato membro hanno un impatto sul resto dell’Ue”, scrivono Conte e Von derLeyen nella nota congiunta. I leader “si sono scambiati opinioni sui risultati della teleconferenza del Consiglio europeo di ieri e sugli orientamenti che la Commissione adottera’ entro la fine della settimana”, ovvero sulle “modalita’ per applicare la flessibilita’ nel contesto del Patto di stabilita’ e crescita e nella fornitura di aiuti di Stato”.

Inoltre, “entrambi hanno concordato sull’importanza di agire rapidamente” per condividere tutte le informazioni sulla diffusione del virus e sulle misure adottate, per istituire un team di scienziati dedicato a livello dell’Ue che contribuira’ a coordinare gli sforzi e ad armonizzare gli interventi, per rafforzare gli sforzi in materia di ricerca e per coordinare la produzione e la distribuzione di attrezzature mediche e prodotti farmaceutici e chiedere che qualsiasi misura restrittiva da parte degli Stati membri sia discussa per la prima volta a livello europeo, in modo che gli approvvigionamenti vitali vadano dove sono maggiormente necessari, il mercato interno funzioni correttamente e qualsiasi ostacolo ingiustificato sia evitato”.

 

Advertisement

Corona Virus

Coronavirus Italia, 270 contagiati e 72 morti con le terapie intensive ancora un po’ affollate nel nord del Paese: il Sud è al riparo

Avatar

Pubblicato

del

Torna a scendere l’incremento giornaliero dei contagi da Coronavirus in Italia. E’ di 234.801 il numero complessivo dei contagiati, con un incremento rispetto a ieri di 270 casi, quando si era registrata una crescita di 518. Il dato comprende attualmente positivi, vittime e guariti. In Lombardia i nuovi contagiati sono 142 in piu’, mentre ieri l’incremento era stato di 402 casi, pari al 52,5% dell’aumento odierno in Italia. Dai dati della Protezione Civile emerge che sono 5 le Regioni con zero nuovi casi: Campania, Umbria, Calabria, Molise e Basilicata.

Sono 72 le vittime del Coronavirus nelle ultime 24 ore in Italia, in calo rispetto alle 85 di ieri. In Lombardia nell’ultima giornata se ne sono registrate 27, mentre ieri erano 21. I morti complessivi salgono cosi’ a 33.846. Dai dati della Protezione Civile emerge che ci sono 8 regioni senza vittime: Trentino Alto Adige, Sicilia, Friuli Venezia Giulia, Umbria, Sardegna, Calabria, Molise e Basilicata. Sono saliti a 165.078 i guariti e i dimessi per il Coronavirus in Italia, con un incremento rispetto a ieri di 1.297. Giovedi’ l’aumento era stato di 1.886.

Sono 293 i pazienti ricoverati in terapia intensiva in Italia, 23 meno di ieri. Di questi, 110 sono in Lombardia, 10 meno di ieri. I malati ricoverati con sintomi sono invece 5.002, con un calo di 299 rispetto a ieri, mentre quelli in isolamento domiciliare sono 30.582, con un calo di 777 rispetto a ieri. I dati sono stati resi noti dalla Protezione Civile.

Sono 35.877 i malati di Coronavirus in Italia, 1.099 meno di ieri, quando il calo era stato di 1.453.

Nel dettaglio – secondo i dati diffusi dalla Protezione Civile – gli attualmente positivi sono:

  • 19.499 in Lombardia (-354),
  • 4.167 in Piemonte (-202),
  • 2.416 in Emilia-Romagna (-96),
  • 1.164 in Veneto (-65),
  • 785 in Toscana (-72),
  • 245 in Liguria (+1),
  • 2.697 nel Lazio (-13),
  • 1.195 nelle Marche (-98),
  • 738 in Campania (-36),
  • 758 in Puglia (-88),
  • 104 nella Provincia autonoma di Trento (-19),
  • 866 in Sicilia (-6),
  • 161 in Friuli Venezia Giulia (-19),
  • 653 in Abruzzo (-17),
  • 100 nella Provincia autonoma di Bolzano (-1),
  • 28 in Umbria (-1),
  • 60 in Sardegna (-7),
  • 12 in Valle d’Aosta (+2),
  • 91 in Calabria (-6),
  • 121 in Molise (-1),
  • 17 in Basilicata (-1).

Quanto alle vittime, sono:

  • Lombardia 16.249 (+27),
  • Piemonte 3.934 (+7),
  • Emilia-Romagna 4.171 (+4),
  • Veneto 1.949 (+11),
  • Toscana 1.068 (+5),
  • Liguria 1.492 (+6),
  • Lazio 758 (+4),
  • Marche 991 (+2),
  • Campania 426 (+1),
  • Puglia 522 (+1),
  • Provincia autonoma di Trento 464 (+0),
  • Sicilia 276 (+0),
  • Friuli Venezia Giulia 338 (+0),
  • Abruzzo 418 (+3),
  • Provincia autonoma di Bolzano 292 (+0),
  • Umbria 76 (+0),
  • Sardegna 131 (+0),
  • Valle d’Aosta 144 (+1),
  • Calabria 97 (+0),
  • Molise 23 (+0),
  • Basilicata 27 (+0).

I tamponi per il Coronavirus sono finora 4.187.057, in aumento di 72.485 rispetto a ieri. I casi testati sono finora 2.599.294.

Continua a leggere

Corona Virus

Coronavirus Lombardia, ancora 27 morti e 142 contagiati: le vittime complessive ad oggi sono 16.249

Avatar

Pubblicato

del

Con 13.696 tamponi effettuati, sono 142 in un giorno le persone risultate positive al Coronavirus in Lombardia (una percentuale quindi dell’1,04% rispetto agli esami effettuati). Sono 110 le persone al momento ricoverate in terapia intensiva, dieci meno di ieri, e 2840 quelle negli altri reparti (-120). I decessi registrati sono 27, in totale 16.249.

Continua a leggere

Corona Virus

Coronavirus, nel Lazio 28 casi positivi: è un focolaio all’Irccs San Raffaele Pisana

Avatar

Pubblicato

del

Nel Lazio si registrano oggi 28 casi positivi al Covid-19, di cui 25 a Roma citta’. E’ quanto emerge dal report delle Asl, reso noto dalla Regione Lazio. Nel dettaglio di ogni singola Azienda sanitaria locale e ospedaliera: la Asl Roma 1 registra un nuovo caso positivo e 21 persone uscite dalla sorveglianza domiciliare. Nella Asl Roma 2 non si registrano nuovi casi positivi, con 13 persone che sono uscite dalla sorveglianza domiciliare. La Asl Roma 3, invece, registra un decesso e 24 nuovi casi positivi riferibili al cluster dell’Irccs San Raffaele Pisana, dove e’ in corso l’indagine epidemiologica. Inoltre, e’ stato disposto l’isolamento della struttura, test a tutti con l’affiancamento da parte della Asl. Sul posto 6 unita’ operative Usca-r e i servizi della Asl Roma 3 che ha affiancato la direzione sanitaria della struttura. Intanto, 16 persone sono uscite dalla sorveglianza domiciliare. Nella Asl Roma 4 si registra un nuovo caso positivo e 13 persone uscite dalla sorveglianza domiciliare. Non si registrano nuovi casi positivi nella Asl Roma 5, dove 40 persone sono uscite dalla sorveglianza domiciliare. Anche nella Asl Roma 6 non si registrano nuovi casi positivi con 65 persone uscite dalla sorveglianza domiciliare. Per quanto riguarda la situazione nelle province del Lazio: la Asl di Frosinone registra un solo nuovo caso positivo ma nessun decesso. Mentre 13 persone sono uscite dalla sorveglianza domiciliare. Lo stesso nella Asl di Latina, dove si registra un solo nuovo caso positivo e nessun decesso, con 32 persone che sono uscite dalla sorveglianza domiciliare. Nella Asl di Rieti non si registrano nuovi casi positivi ne’ decessi, con 6 persone uscite dalla sorveglianza domiciliare. Infine, non si registrano nuovi casi positivi ne’ decessi nella Asl di Viterbo, dove 3 persone sono uscite dalla sorveglianza domiciliare.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto