Collegati con noi

In Evidenza

Mattarella alla Casa Bianca assiste al solito show del solito Donald Trump caricatura di se stesso

Avatar

Pubblicato

del

Donald Trump rassicura subito il presidente Sergio Mattarella. “Italia e Stati Uniti mai così vicini” assicura Trump ricordando i legami profondi che legano i due Paesi. Ma Mattarella e Trump sono molto diversi. Pacato e riflessivo il primo; troppo esuberante e talvolto sguaiato il secondo. E questo lo si vede e lo si capisce plasticamente alla Casa Bianca dove il clima non è certo quello compassato e tranquillo del Quirinale. Certo nessuno avrebbe immaginato nell’entourage di Mattarella il solito show del tycoon. Ma oramai è sempre lo stesso spettacolo che regala ogni volta che riceve un leader straniero.

Già nello Studio Ovale, per i tradizionali convenevoli davanti alla stampa prima di iniziare il vero e proprio faccia a faccia, Mattarella deve fare i conti con un Trump a mille all’ora, che non guarda in faccia a nessuno e che passa da un argomento all’altro come se nulla fosse. Anche stavolta il presidente americano non perde occasione per inscenare quello che di fatto e’ un monologo, dai dazi alla Siria, passando per il 5G. Su ogni punto è un martellamento, relegando l’ospite quasi al ruolo di comparsa. Ma Mattarella sembra non starci e, in maniera sempre pacata ma ferma, si riprende la parola: come a dire, “adesso tocca a me”. E qualcuno fa notare anche un’impercettibile smorfia del capo dello Stato che forse tradisce un po’ di nervosismo. Dopo il lungo faccia a faccia privato, nella conferenza stampa congiunta – trasferita dal Rose Garden alla East Room della Casa Bianca a causa della pioggia battente – va in onda la stessa scena. Quello di Trump è un vero e proprio comizio fiume, ogni regola prestabilita sulle domande ai due capi di Stato salta, e Mattarella è costretto quasi a fatica a prendersi la parola. Un giornalista si alza per porgli la sua domanda ma a rispondere e’ Trump. Il presidente della Repubblica espone con grande chiarezza la posizione dell’Italia su dazi, Turchia e via dicendo, ma su ogni argomento il tycoon vuole sempre l’ultima parola.

Advertisement

Cronache

Mareggiate e vento forte: ancora allerta meteo a Napoli e nel Sud. Scuole, giardini e cimiteri chiusi

Avatar

Pubblicato

del

Mare agitato, vento forte di scirocco: è allerta meteo gialla dai nuovo a Napoli e in altre località della Campania e dell’intero Sud. Il Comitato operativo comunale ha deciso di tenere chiusi parchi e cimiteri, anche le scuole non apriranno i cancelli a scopo prudenziale alla luce della particolare forza dei venti nell’arco della giornata ed anche alla luce delle coincidenti previsioni meteo dei più seguiti siti del settore ( come ad esempio CNR e Aeronautica militare ). Le scuole rimarranno chiuse in molte regioni d’Italia: Sicilia, Calabria e Puglia, in parte del Lazio.

Si prevedono “venti forti di scirocco con raffiche forti o molto forti. Mare da agitato a molto agitato soprattutto al largo e lungo le coste esposte. Precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o isolato temporale, puntualmente di moderata intensità, a partire dalla nottata”.

Dall’amministrazione comunale di Napoli arrivano alcune raccomandazioni in caso di avviso di allerta meteo per forti raffiche di vento, valide ovviamente per ogni luogo. Eccole nel dettaglio

– Prestare attenzione in prossimità di alberi e strutture verticali per l’eventuale caduta di rami, alberi, pali, segnaletica o impalcature e, in ogni caso, segnalare l’eventuale stabilità precaria di tali elementi anche in situazioni ordinarie, dandone comunicazione ai numeri di emergenza 112, 113, 115;

– Assicurare stabilmente o rimuovere da finestre e balconi elementi mobili quali piante, coperture, strutture provvisorie o qualsiasi oggetto che possa essere trasportato via dal vento;

– Osservare particolare prudenza negli spostamenti limitandoli a quanto strettamente necessario.

Il Servizio Tecnico Scuole raccomanda, inoltre, ai dirigenti scolastici di non far frequentare in modo stanziale le aree esterne pertinenziali agli edifici scolastici con presenza di alberature e non utilizzare le attrezzature e le aree destinate ad attività ludiche all’aperto fino alla validità dell’allerta meteo.

Continua a leggere

Cronache

Fiaccolata a Terzigno per protestare contro lo sgombero e l’abbattimento di 14 case

Avatar

Pubblicato

del

C’erano almeno trecento persone  in via Panoramica, a Terzigno, alla fiaccolata di solidarietà per le 14 famiglie, che saranno sfrattate nelle prossime ore. La gente ha animato un corteo pacifico che è partito intorno alle 19,30 alla presenza di polizia e carabinieri e si è sciolto verso le 21. È stato un modo per la gente del luogo di stare vicino a queste famiglia che rischiano di vedersi la casa rasa al suolo. Sono case che queste persone hanno acquistato regolarmente, sapendo che c’era una concessione edilizia. Licenza che poi è stata revocata. Pertanto quelle case sono ora abusive. Una situazione difficilissima, con grandissima tensione in zona.

Continua a leggere

Cronache

Uccide un maialino con un colpo di pistola alla testa e riprende la scena con lo smartphone, arrestato per crudeltà contro gli animali

Avatar

Pubblicato

del

Era accusato di aver ucciso un maialino con un colpo di pistola alla testa. Era accusato anche di aver ripreso questa scena di grande crudeltà con uno smartphone. Un pregiudicato di 32 anni di Ventimiglia è stato arrestato dalla polizia in esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere firmata dal gip di Imperia. I fatti sono avvenuti nel febbraio scorso a Camporosso, ma l’episodio – dettato da semplice crudeltà – è trapelato oggi. La polizia di Ventimiglia è riuscita a acquisire il video con il quale il pregiudicato aveva voluto documentare il crudele gesto. L’arma non è stata trovata ma la buona qualità delle riprese ha documentato l’accaduto in tutta la sua brutalità consentendo agli investigatori di individuare con certezza il tipo di pistola usata: una pistola calibro 8 modificata in grado di sparare proiettili calibro 7.65 browning. L’uomo dovrà rispondere delle accuse di uccisione di animali, detenzione illegale di arma comune da sparo e clandestina e ricettazione dell’arma.

Continua a leggere

In rilievo