Collegati con noi

In Evidenza

Lotteria Italia, Amadeus dispensa premi milionari e vola a Sanremo. L’elenco di tutti i 280 biglietti vincenti

Avatar

Pubblicato

del

Duecentottanta tagliandi vincenti per un totale di quasi 17 milioni di euro: sono quelli distribuiti ai possessori di biglietti vincenti della Lotteria Italia dell’Epifania, abbinata alla trasmissione “I soliti ignoti” condotta da Amadeus, un appuntamento con la fortuna particolarmente atteso. I primi 5 biglietti vincenti sono stati estratti durante il programma, in diretta tv e stavolta la fortuna ha baciato il possessore di un biglietto venduto a Torino, 2 milioni e mezzo per chi ha acquistato il tagliando a Gonars, Udine, 1 milione e mezzo ad un vincitore di Roma, 1 milione per un biglietto della Lotteria Italia venduto a Lucca e mezzo milione per uno acquistato a Erba. Su un totale di 6 milioni e 700 mila tagliandi venduti per questa edizione con una raccolta di oltre 30 milioni di euro. Ancora una volta il maggior numero di tagliandi è stato venduto nel Lazio. Dopo la pioggia di milioni distribuiti nel giorno dell’Epifania, Amadeus vola a condurre il Festival di Sanremo

 

 

 

ECCO TUTTI I BIGLIETTI VINCENTI DELLA LOTTERIA ITALIA 2019- 2020:

  1. premio della Lotteria Italia da 5 milioni di euro va al tagliando O 005538 venduto a Torino.
  2. premio della Lotteria Italiada 2,5 milioni di euro va al tagliando P 463112 venduto a Gonars (UD).
  3. premio della Lotteria Italiada 1,5 milioni di euro va al tagliando N 121940 venduto a Roma.

4, premio della Lotteria Italia da un milione di euro va al tagliando C 127922 venduto a Lucca.

  1. premio della Lotteria Italiada 500.000 euro va al tagliando P 370303 venduto a Erba (CO).

E

ELENCO PREMI DA 100 MILA EURO

 

C 497235 venduto a Roma;

L 064678 a Castellarano (Reggio Emilia);

E 237293 a Roma;

E 235721 a Roma;

N 221621 a Molfetta (Bari);

F 409216 a Salerno;

D 133481 a Pavia;

E 346697 a Torino di Sangro (Chieti);

P 431020 a Palo del Colle (Bari);

P 412570 a Lavis (Trento);

M 059274 a Riccione (Rimini);

L 288423 a Torino;

E 468061 a Frascati (Roma);

A 473573 a Tortona (Alessandria);

M 160464 a Trieste;

P 475690 a Roma;

N 065499 a Napoli;

M 003332 a Salerno;

A 351631 a Parma;

E 323839 a Piscina (Torino).“

 

Estrazione Lotteria Italia 2019 2020, 180 premi da 20 mila euro

 

C 434354 PARMA PR
I 216510 ROMA RM
B 28354 SORA FR
A 71348 PALERMO PA
O 242663 FERRARA FE
G 459307 PESARO PU
D 346370 ROMA RM
G 222860 LECCE LE
A 231379 NAPOLI NA
E 67080 NAPOLI NA
N 255148 ROMA RM
B 373045 MILANO MI
D 146753 ROVERETO TN
P 333105 PISTOIA PT
E 448622 VARESE VA
M 373490 ROMA RM
B 453184 ROMA RM
G 368620 AZEGLIO TO
D 324628 ROMA RM
A 128814 GARAGUSO MT
O 293724 SANTARCANGELO DI ROMAGNA RN
L 272933 MUGGIO MB
M 428505 BELFORTE MONFERRATO AL
B 187169 FERRARA FE
B 388353 MIRABELLA ECLANO AV
P 130693 ROMA RM
P 3140 TORINO TO
P 474348 FERNO VA
P 474343 FERNO VA
E 336656 ROMA RM
G 471421 ROSIGNANO MARITTIMO LI
M 132553 TREDOZIO FC
F 467018 PARMA PR
Q 214708 MUGGIA TS
D 461757 SAN MARTINO SICCOMARIO PV
O 231207 TREVI PG
D 44903 PONTE NELLE ALPI BL
D 284536 RIMINI RN
P 329420 VERDELLO BG
D 474869 TIVOLI RM
D 472306 CASALECCHIO DI RENO BO
G 197979 PINEROLO TO
N 129927 ABANO TERME PD
D 292658 MILANO MI
C 153399 POZZAGLIO ED UNITI CR
M 425049 OSIMO AN
P 13390 CUGGIONO MI
P 221424 BONDENO FE
N 44530 MILANO MI
L 37951 ROMA RM
O 91984 VERONA VR
I 423936 PIETRASANTA LU
F 297635 VAREDO MB
A 76726 CASALECCHIO DI RENO BO
O 250788 VILLADOSSOLA VB
L 195316 NAPOLI NA
G 180081 TITO PZ
Q 54881 NOGAROLE ROCCA VR
G 18810 MODENA MO
Q 375130 VILLORBA TV
F 322101 ROMA RM
Q 66086 GIOVE TR
G 293774 GENOVA GE
F 495040 PALERMO PA
P 360068 MONTESILVANO PE
D 211022 GENOVA GE
L 341187 ROMA RM
L 485383 PESCARA PE
Q 374621 SALBERTRAND TO
B 68086 MAIDA CZ
A 256628 ROMA RM
G 133320 ROMA RM
Q 58891 DESENZANO DEL GARDA BS
G 8121 LUCCA LU
F 64531 ACIREALE CT
D 463234 CIVITAVECCHIA RM
A 467714 BERTINORO FC
B 184851 BOLOGNA BO
P 493989 MONTESARCHIO BN
C 70781 MONTALTO DI CASTRO VT
O 282957 ROMA RM
G 363609 SELLANO PG
E 83904 CAMPOGALLIANO MO
E 334190 ROMA RM
F 276937 PADOVA PD
G 351783 ROMA RM
F 152242 CATANIA CT
I 11322 GUARDIA PIEMONTESE CS
N 355534 VARESE VA
I 470724 PARMA PR
P 317081 CAPONAGO MI
E 464056 PALERMO PA
AA 4401 ONLINE
E 439076 PARMA PR
D 463885 TREVISO TV
B 421604 CINISI PA
B 31319 MILANO MI
O 451040 REZZATO BS
E 15714 ROMA RM
I 247688 MILANO MI
N 421237 BRENTINO BELLUNO VR
E 260292 PARMA PR
O 63010 SESTO SAN GIOVANNI MI
G 174052 NAPOLI NA
E 270536 BAGNO A RIPOLI FI
I 428554 CASELLE DI SOMMACAMPAGNA VR
F 57942 MONTEFIASCONE VT
G 432062 ANTRODOCO RI
A 11582 LATIANO BR
B 93677 BARI BA
I 133923 GALLARATE VA
N 50334 PALERMO PA
M 488267 MILANO MI
F 430607 VERONA VR
P 213827 PADOVA PD
F 139463 GORIZIA GO
D 376954 NAPOLI NA
B 342228 APRICENA FG
A 431078 BOLOGNA BO
P 376480 MEDESANO PR
N 94517 MESTRINO PD
E 413993 GENOVA GE
E 149454 BENTIVOGLIO BO
L 458474 CASTELROTTO BZ
O 24679 NICHELINO TO
M 141756 MIGLIANICO CH
L 99589 FABRIANO AN
C 16517 PORTO VIRO RO
P 5152 CAVA DE TIRRENI SA
A 8061 FERMIGNANO PU
I 457980 NAPOLI NA
D 486306 BUCCINASCO MI
M 229629 ANAGNI FR
A 257612 CREMONA CR
Q 207348 CEFALU PA
D 62407 MONTESCAGLIOSO MT
B 210348 IMOLA BO
D 141109 VELLETRI RM
G 107109 PORDENONE PN
C 221758 GENOVA GE
C 295729 SOMMA LOMBARDO VA
G 386799 MUGGIA TS
B 128889 SARACENA CS
F 43290 BOLZANO BZ
P 366125 AOSTA AO
P 474346 FERNO VA
O 272981 ROMA RM
C 467905 AVELLINO AV
B 451744 NAPOLI NA
G 328401 TEANO CE
C 461522 ROMA RM
E 458402 BOLZANO BZ
O 464398 MILANO MI
Q 156353 ROMA RM
I 409670 ROMA RM
P 36 MACERATA CAMPANIA CE
C 31354 SEVESO MB
I 348538 POMEZIA RM
P 123042 ROMA RM
B 404258 LECCO LC
L 291870 SOAVE VR
G 264341 SAN GIOVANNI IN PERSICETO BO
D 314654 ROMA RM
Q 118246 ARQUATA SCRIVIA AL
O 2647 SANTA MARIA CAPUA VETERE CE
L 249769 FABRO TR
I 332806 SPERLINGA EN
G 6414 GIULIANOVA TE
Q 264525 RAPALLO GE
G 457061 PARMA PR
I 8602 PERUGIA PG
E 221498 PADOVA PD
E 416520 ARDEA RM
B 247674 ZOLA PREDOSA BO
M 191721 BRENDOLA VI
D 494572 PIETRASANTA LU
O 402253 PONTE NELLE ALPI BL
N 466797 MOLFETTA BA
B 40057 ASTI AT
F 305210 PADERNO DUGNANO MI

 

75 PREMI GIORNALIERI DA 10 MILA EURO CIASCUNO PRIMA DELL’ESTRAZIONE FINALE

 

I031604 Codice 2235545275 venduto a MILANO

D056295 Codice 9237936728 venduto a QUATTRO CASTELLA (RE)

L001753 Codice 1727365136 venduto a MILANO

E021531 Codice 1061593202 venduto a MILANO

I018640 Codice 2745244233 venduto a TORITTO (BA)

I050427 Codice 6963361682 venduto a LAVARONE (TN)

D010730 Codice 4104994994 venduto a AREZZO

G304832 Codice 8149425706 venduto a ROMA

I316831 Codice 2703306698 venduto a ROMA

C021374 Codice 6164523638 venduto a MILANO

B033717 Codice 3589281028 venduto a ROZZANO (MI)

D052790 Codice 6065404375 venduto a ROMA

D306580 Codice 3272299756 venduto a ROMA

E009014 Codice 4558998288 venduto a CHIAVARI (GE)

B304049 Codice 2042332758 venduto a ROMA

C318820 Codice 2854153384 venduto a ROMA

D039317 Codice 5179413954 venduto a FARA IN SABINA (RI)

L073996 Codice 7841127734 venduto a ROMA

D018688 Codice 7797947392 venduto aCATTOLICA (RN)

L056215 Codice 9633878712 venduto a TORINO

G061460 Codice 4731267583 venduto a NOVENTA DI PIAVE

E158118 Codice 8894177564 venduto a ROMA

L084258 Codice 3439643709 venduto a ROMA

G128414 Codice 9416302646 venduto a STRADELLA (PV)

I105107 Codice 7832987918 venduto a ROMA

F147366 Codice 1414664008 venduto a ROMA

F009238 Codice 3218672156 venduto a SIRACUSA

E318848 Codice 5896189804 venduto a GUIDONIA MONTECELIO (RM)

D302629 Codice 4791802067 venduto a ROMA

G002340 Codice 4787459154 venduto a ROSIGNANO MARITTIMO (LI)

I116028 Codice 7607975636 venduto a NAPOLI

F012143 Codice 6169441448 venduto a DOLO (VE)

B155735 Codice 7967887908 venduto a PERUGIA

C004042 Codice 9652848078 venduto a OROSEI (NU)

B002136 Codice 7179944226 venduto a ROMA

D316016 Codice 1754400184 venduto a MILANO

I003908 Codice 9394744916 venduto a PISA

C075283 Codice 3052452236 venduto a MILANO

L025830 Codice 1043572164 venduto a BAGHERIA (PA)

F109541 Codice 3039762514 venduto a RONCIGLIONE (VT)

I320057 Codice 2583930257 venduto a FABRO (TR)

E006754 Codice 4384634697 venduto a MODIGLIANA (FC)

A170365 Codice 4016504673 venduto a NAPOLI

D045491 Codice 3523601369 venduto a TODI (PG)

E077779 Codice 6832950384 venduto a AGRATE BRIANZA (MB)

F088187 Codice 1139176367 venduto a ROMA

I065075 Codice 4471378664 venduto a MASSA

I138958 Codice 7645155812 venduto a CHIETI

F086619 Codice 7696487516 venduto a FOGGIA

C202204 Codice 1614572185 venduto a GALLICANO NEL LAZIO (RM)

E047087 Codice 9511926687 venduto a ORTE (VT)

B051024 Codice 1335357939 venduto a ROMA

E242060 Codice 9723253662 venduto a PISA

G317646 Codice 6216907427 venduto a ROMA

D011592 Codice 6499573766 venduto a CIAMPINO (RM)

M016391 Codice 9299763736 venduto a PRATO

E173217 Codice 2673563142 venduto a CASTELNUOVO BERARDENGA (SI)

L225663 Codice 8097479796 venduto a PALERMO

D158470 Codice 6281997012 venduto a CARPINO (FG)

M153012 Codice 8269242132 venduto a MONTELLA (AV)

D070871 Codice 7292428064 venduto a ROMA

F120080 Codice 4586440607 venduto a BACOLI (NA)

D163946 Codice 6647010868 venduto a FERRARA

F345919 Codice 7032312322 venduto a INDUNO OLONA (VA)

D050866 Codice 4114897378 venduto a FRASCATI (RM)

B184392 Codice 2230631377 venduto a RAGUSA

C047813 Codice 7611654586 venduto a LUCCA

D306754 Codice 9199653473 venduto a ROMA

G027397 Codice 5728898056 venduto a CINISELLO BALSAMO (MI)

A105081 Codice 2134997734 venduto a SAN MANGO PIEMONTE (SA)

M144457 Codice 9757275833 venduto a TORINO

D083430 Codice 7940547703 venduto a BOLOGNA

C405478 Codice  7729095606 venduto a LISSONE (MB)

L041869 Codice 8782858657 venduto a VILLAFRANCA DI VERONA (VR)

M023107 Codice 6184386342 venduto a CORNAREDO (MI)“

 

Advertisement

Cronache

Sigilli al tesoretto dei clan a Marano: tra i beni dei Simeoli anche una scuola

Avatar

Pubblicato

del

C’è pure una scuola, una delle più accorsate della zona, fra i beni sequestrati dai carabinieri ad Antonio Simeoli e ai suoi figli Luigi e Benedetto, già destinatari nel 2013  arrestati perché ritenuti responsabili per i reati di partecipazione ad associazione camorristica denominata clan Polverino, falsità ideologica in concorso, abuso di ufficio e trasferimento fraudolento di valori; condotte per le quali riportavano condanne irrevocabili.
I beni sequestrati nella zona di Marano di Napoli, per un valore di 10 milioni di euro: si tratta due ville da dodici vani complessivi, due garages ed un magazzino-deposito alla via Marano Quarto, sei locali commerciali ubicati alla via San Rocco, un magazzino deposito ubicato alla via della Recca, tre appezzamenti di terreno delle dimensioni complessive di mq 39.220, un immobile adibito a scuola alla via Caracciolo.
I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale dei Carabinieri di Napoli hanno eseguito un decreto di sequestro, emesso, su richiesta della Procura della Repubblica di Napoli – Direzione Distrettuale Antimafia, dal Tribunale di Napoli – Sezione per l’applicazione delle misure di prevenzione nei confronti dei proprietari degli immobili, Antonio, Luigi e Benedetto Simeoli. Questo provvedimento arriva dopo una complessa attività investigativa, coordinata dalla DDA di Napoli, che hapermesso di individuare Simeoli padre e poi anche i suoi due figli, dall’inizio degli anni novanta e sino al 2009 allorquando il sodalizio si interrompeva per divergenze di natura economica, tra gli imprenditori di maggior rilievo del clan Polverino.
A seguito di un vero e proprio patto societario occulto, il capo del clan, Giuseppe Polverino, finanziava le imprese dei Simeoli e partecipava al 50% dei relativi introiti, costituendo il reimpiego degli ingenti profitti delle attività criminali (soprattutto di quelli conseguenti all’importazione di stupefacenti) nelle loro iniziative imprenditoriali. Il reimpiego era funzionale non soltanto al personale arricchimento del capo clan ma anche ad alimentare l’ulteriore capitalizzazione dei traffici di droga ed a finanziare le attività illecite del gruppo criminale nelle cui casse venivano versate, a titolo di contributo, somme fisse per ciascun appartamento costruito e tale denaro veniva poi impiegato per il pagamento degli stipendi e per sostenere le spese dell’organizzazione criminale.
Le medesime acquisizioni investigative, intercettazioni ed approfonditi accertamenti patrimoniali, corroborate dalle dichiarazioni precise e concordanti dei collaboratori di giustizia, si estendevano anche ai beni di proprietà della società Garden City Cooperativa Edilizia S.p.a., la quale risultava – secondo gliinvestigatori- di fatto gestita anch’essa dai Simeoli.

Continua a leggere

Cronache

Mafia, sequestrati beni riconducibili al clan Santapaola-Ercolano: tra la auto anche carrozze e calessini

Avatar

Pubblicato

del

Avevano persino carrozze e calessi nel garage dove conservavano le autovetture di famiglia e quelle della società di autonoleggio:  la  Polizia di Stato di Catania ha sequestrato beni per oltre un milione di euro a due pluripregiudicati, uno dei quali considerato elemento storico del clan “Santapaola-Ercolano”. Si tratta di due distinti decreti di sequestro, anticipati d’urgenza, emessi a carico di due noti soggetti, già detenuti, in quanto condannati con sentenza definitiva per associazione mafiosa.

Uno dei due, storico personaggio appartenente all’organizzazione mafiosa “Santapaola-Ercolano”, nella quale ha sempre rivestito ruoli apicali dedicandosi prevalentemente al traffico di stupefacenti ed alle estorsioni, è stato a lungo il responsabile del gruppo “ottantapalmi”, operante nel quartiere San Cristoforo di Catania.

Le indagini patrimoniali, focalizzate nel periodo compreso tra il 1980 e il 2019, hanno permesso di acclarare l’assoluta sproporzione dei beni nella disponibilità dell’uomo rispetto alla capacità reddituale dello stesso e del relativo nucleo familiare.
Il Tribunale di Prevenzione ha quindi disposto il sequestro preventivo finalizzato alla confisca di numerosi immobili, tra cui 5 appartamenti, 2 motoveicoli e 5 autovetture di piccola/media cilindrata, una società di autonoleggio nonchè diversi rapporti finanziari, per un valore stimato di circa 1 milione di euro, beni tutti riconducibili agli appartenenti al sodalizio criminale.
Un aspetto singolare risaltato nel corso delle operazioni, l’arredamento costoso e appariscente degli appartamenti sequestrati e l’inconsueta presenza, all’interno di alcuni di essi, di 7 tra carrozze e calessi di pregio.


I risultati ottenuti confermano il continuo impegno della Polizia di Stato di questa Provincia nella lotta alla criminalità organizzata e nel contrasto delle attività imprenditoriali, attraverso le quali le organizzazioni criminali reimpiegano i capitali illecitamente accumulati e si mimetizzano nell’economia legale. In questo ambito la strategia della Procura e della Questura continua a fondarsi sulla sistematica aggressione dei sodalizi sul versante patrimoniale, attraverso attività investigative finalizzate al sequestro ed alla confisca dei proventi e dei beni ottenuti dalle attività delittuose.


Tale sistemica aggressione ad oggi ha condotto ai seguenti complessivi risultati ottenuti nell’ultimo anno, consistenti in nr. 2 confische patrimoniali, per un valore di euro 16.500.000 circa, nr. 4 sequestri patrimoniali, per un valore di euro 2.000.000 circa, nr. 4 proposte di misure di prevenzione patrimoniali, con richieste di sequestro di beni per un valore di circa 4 milioni di euro, nr.1 richiesta accertamenti patrimoniali finalizzati all’applicazione della misura di prevenzione di cui all’art.34 del codice antimafia.

Continua a leggere

Esteri

Pedofilo tedesco con 17 condanne per abusi accusato di aver ucciso Maddie, la bambina inglese scomparsa a 3 anni nel 2007 in Portogallo

Avatar

Pubblicato

del

 Potrebbe essere la svolta in un mistero che dura ormai da 13 anni: la scomparsa di Maddie McCann, la bambina inglese di 3 anni svanita nel nulla nel maggio del 2007 durante una vacanza in Portogallo con i genitori. Gli investigatori hanno un sospetto. È un pedofilo tedesco, Christian Brückner, oggi 43enne, che si trova già in carcere in Germania per altri reati.
Brückner in cella avrebbe detto ad un suo amico di “sapere tutto” su Maddie, il cui volto era apparso sullo schermo della tv nel decimo anniversario della scomparsa.
In tutti questi anni i genitori della bambina non hanno mai perso la speranza di ritrovarla viva e hanno continuato a lanciare appelli pubblici: più volte ci sono stati falsi avvistamenti, ma adesso la polizia tedesca ritiene che sia stata uccisa dal pedofilo.  Scotland Yard, invece, dice che  Maddie risulta  “scomparsa”: ” Madeleine McCann per noi non è morta – ha detto il procuratore tedesco che si occupa del caso -. Il sospetto è un predatore sessuale già condannato in passato per crimini contro bambine”. L’accusa nei confronti di Brückner è ora per omicidio.
Si tratta di un caso che da 13 anni tiene col fiato sospeso la Gran Bretagna e che ha catturato l’immaginazione del Paese. La bambina scomparve una sera di maggio del 2007 dalla camera da letto del resort in Algarve in cui la famiglia alloggiava, mentre i genitori si erano allontanati per cenare con amici. Tutte le ricerche erano risultate vane e a un certo punto gli investigatori portoghesi avevano addirittura sospettato dei genitori: quegli stessi investigatori che nel 2008 avevano tolto Brückner dalla lista dei sospettati. Una delle teorie voleva che Maddie fosse stata rapita e venduta da trafficanti di persone e che fosse ancora viva, forse in qualche Paese del Medio Oriente. Ieri i genitori hanno reagito alla notizia dicendo di non aver perso la speranza, ma di essere pronti a qualsiasi eventualità: perché sembra ormai probabile che la piccola sia stata uccisa subito dal pedofilo seriale tedesco che viveva da anni in Portogallo e che, è emerso, si trovava nei dintorni del resort di Maddie, a Praia da Luz, proprio nelle ore attorno alla sua scomparsa.
Christian Brückner è un criminale incallito: ha già sulle sue spalle in Germania 17 condanne per pedofilia, pedopornografia, furto, violenza e altri reati. Il primo incontro con la giustizia lo ebbe appena 17enne, quando gli vennero inflitti due anni per abusi sessuali su una bambina. Dopo di che, nel 1995, emigrò in Portogallo, dove visse per 12 anni di rapine e traffico di droga: e fu lì che stuprò una turista americana di 72 anni, nello stesso resort da dove 18 mesi dopo scomparve Maddie. La violenza carnale, che Brückner accompagnò con sadiche torture, avvenne nel corso di una rapina: e per questo si ritiene che Maddie possa essere stata portata via in circostanze simili.
Il criminale tornò poi in Germania, dove venne condannato per droga. Da lì si spostò di nuovo in Portogallo, da dove venne estradato nel 2017 in Germania per abusi su minori. Scontata la pena, se ne andò in Italia: ma nel 2018 venne arrestato di nuovo a Milano, dove si aggirava senza fissa dimora, sulla base di un mandato di cattura internazionale per traffico di droga. Ed è questa condanna a sette anni che sta ora scontando nelle carceri del suo Paese, a Kiel: una pena cui se ne potrebbe aggiungere ora una ben più lunga, quella per l’ omicidio di Maddie McCann.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto