Collegati con noi

In Evidenza

Lotteria Italia, Amadeus dispensa premi milionari e vola a Sanremo. L’elenco di tutti i 280 biglietti vincenti

Avatar

Pubblicato

del

Duecentottanta tagliandi vincenti per un totale di quasi 17 milioni di euro: sono quelli distribuiti ai possessori di biglietti vincenti della Lotteria Italia dell’Epifania, abbinata alla trasmissione “I soliti ignoti” condotta da Amadeus, un appuntamento con la fortuna particolarmente atteso. I primi 5 biglietti vincenti sono stati estratti durante il programma, in diretta tv e stavolta la fortuna ha baciato il possessore di un biglietto venduto a Torino, 2 milioni e mezzo per chi ha acquistato il tagliando a Gonars, Udine, 1 milione e mezzo ad un vincitore di Roma, 1 milione per un biglietto della Lotteria Italia venduto a Lucca e mezzo milione per uno acquistato a Erba. Su un totale di 6 milioni e 700 mila tagliandi venduti per questa edizione con una raccolta di oltre 30 milioni di euro. Ancora una volta il maggior numero di tagliandi è stato venduto nel Lazio. Dopo la pioggia di milioni distribuiti nel giorno dell’Epifania, Amadeus vola a condurre il Festival di Sanremo

 

 

 

ECCO TUTTI I BIGLIETTI VINCENTI DELLA LOTTERIA ITALIA 2019- 2020:

  1. premio della Lotteria Italia da 5 milioni di euro va al tagliando O 005538 venduto a Torino.
  2. premio della Lotteria Italiada 2,5 milioni di euro va al tagliando P 463112 venduto a Gonars (UD).
  3. premio della Lotteria Italiada 1,5 milioni di euro va al tagliando N 121940 venduto a Roma.

4, premio della Lotteria Italia da un milione di euro va al tagliando C 127922 venduto a Lucca.

  1. premio della Lotteria Italiada 500.000 euro va al tagliando P 370303 venduto a Erba (CO).

E

ELENCO PREMI DA 100 MILA EURO

 

C 497235 venduto a Roma;

L 064678 a Castellarano (Reggio Emilia);

E 237293 a Roma;

E 235721 a Roma;

N 221621 a Molfetta (Bari);

F 409216 a Salerno;

D 133481 a Pavia;

E 346697 a Torino di Sangro (Chieti);

P 431020 a Palo del Colle (Bari);

P 412570 a Lavis (Trento);

M 059274 a Riccione (Rimini);

L 288423 a Torino;

E 468061 a Frascati (Roma);

A 473573 a Tortona (Alessandria);

M 160464 a Trieste;

P 475690 a Roma;

N 065499 a Napoli;

M 003332 a Salerno;

A 351631 a Parma;

E 323839 a Piscina (Torino).“

 

Estrazione Lotteria Italia 2019 2020, 180 premi da 20 mila euro

 

C 434354 PARMA PR
I 216510 ROMA RM
B 28354 SORA FR
A 71348 PALERMO PA
O 242663 FERRARA FE
G 459307 PESARO PU
D 346370 ROMA RM
G 222860 LECCE LE
A 231379 NAPOLI NA
E 67080 NAPOLI NA
N 255148 ROMA RM
B 373045 MILANO MI
D 146753 ROVERETO TN
P 333105 PISTOIA PT
E 448622 VARESE VA
M 373490 ROMA RM
B 453184 ROMA RM
G 368620 AZEGLIO TO
D 324628 ROMA RM
A 128814 GARAGUSO MT
O 293724 SANTARCANGELO DI ROMAGNA RN
L 272933 MUGGIO MB
M 428505 BELFORTE MONFERRATO AL
B 187169 FERRARA FE
B 388353 MIRABELLA ECLANO AV
P 130693 ROMA RM
P 3140 TORINO TO
P 474348 FERNO VA
P 474343 FERNO VA
E 336656 ROMA RM
G 471421 ROSIGNANO MARITTIMO LI
M 132553 TREDOZIO FC
F 467018 PARMA PR
Q 214708 MUGGIA TS
D 461757 SAN MARTINO SICCOMARIO PV
O 231207 TREVI PG
D 44903 PONTE NELLE ALPI BL
D 284536 RIMINI RN
P 329420 VERDELLO BG
D 474869 TIVOLI RM
D 472306 CASALECCHIO DI RENO BO
G 197979 PINEROLO TO
N 129927 ABANO TERME PD
D 292658 MILANO MI
C 153399 POZZAGLIO ED UNITI CR
M 425049 OSIMO AN
P 13390 CUGGIONO MI
P 221424 BONDENO FE
N 44530 MILANO MI
L 37951 ROMA RM
O 91984 VERONA VR
I 423936 PIETRASANTA LU
F 297635 VAREDO MB
A 76726 CASALECCHIO DI RENO BO
O 250788 VILLADOSSOLA VB
L 195316 NAPOLI NA
G 180081 TITO PZ
Q 54881 NOGAROLE ROCCA VR
G 18810 MODENA MO
Q 375130 VILLORBA TV
F 322101 ROMA RM
Q 66086 GIOVE TR
G 293774 GENOVA GE
F 495040 PALERMO PA
P 360068 MONTESILVANO PE
D 211022 GENOVA GE
L 341187 ROMA RM
L 485383 PESCARA PE
Q 374621 SALBERTRAND TO
B 68086 MAIDA CZ
A 256628 ROMA RM
G 133320 ROMA RM
Q 58891 DESENZANO DEL GARDA BS
G 8121 LUCCA LU
F 64531 ACIREALE CT
D 463234 CIVITAVECCHIA RM
A 467714 BERTINORO FC
B 184851 BOLOGNA BO
P 493989 MONTESARCHIO BN
C 70781 MONTALTO DI CASTRO VT
O 282957 ROMA RM
G 363609 SELLANO PG
E 83904 CAMPOGALLIANO MO
E 334190 ROMA RM
F 276937 PADOVA PD
G 351783 ROMA RM
F 152242 CATANIA CT
I 11322 GUARDIA PIEMONTESE CS
N 355534 VARESE VA
I 470724 PARMA PR
P 317081 CAPONAGO MI
E 464056 PALERMO PA
AA 4401 ONLINE
E 439076 PARMA PR
D 463885 TREVISO TV
B 421604 CINISI PA
B 31319 MILANO MI
O 451040 REZZATO BS
E 15714 ROMA RM
I 247688 MILANO MI
N 421237 BRENTINO BELLUNO VR
E 260292 PARMA PR
O 63010 SESTO SAN GIOVANNI MI
G 174052 NAPOLI NA
E 270536 BAGNO A RIPOLI FI
I 428554 CASELLE DI SOMMACAMPAGNA VR
F 57942 MONTEFIASCONE VT
G 432062 ANTRODOCO RI
A 11582 LATIANO BR
B 93677 BARI BA
I 133923 GALLARATE VA
N 50334 PALERMO PA
M 488267 MILANO MI
F 430607 VERONA VR
P 213827 PADOVA PD
F 139463 GORIZIA GO
D 376954 NAPOLI NA
B 342228 APRICENA FG
A 431078 BOLOGNA BO
P 376480 MEDESANO PR
N 94517 MESTRINO PD
E 413993 GENOVA GE
E 149454 BENTIVOGLIO BO
L 458474 CASTELROTTO BZ
O 24679 NICHELINO TO
M 141756 MIGLIANICO CH
L 99589 FABRIANO AN
C 16517 PORTO VIRO RO
P 5152 CAVA DE TIRRENI SA
A 8061 FERMIGNANO PU
I 457980 NAPOLI NA
D 486306 BUCCINASCO MI
M 229629 ANAGNI FR
A 257612 CREMONA CR
Q 207348 CEFALU PA
D 62407 MONTESCAGLIOSO MT
B 210348 IMOLA BO
D 141109 VELLETRI RM
G 107109 PORDENONE PN
C 221758 GENOVA GE
C 295729 SOMMA LOMBARDO VA
G 386799 MUGGIA TS
B 128889 SARACENA CS
F 43290 BOLZANO BZ
P 366125 AOSTA AO
P 474346 FERNO VA
O 272981 ROMA RM
C 467905 AVELLINO AV
B 451744 NAPOLI NA
G 328401 TEANO CE
C 461522 ROMA RM
E 458402 BOLZANO BZ
O 464398 MILANO MI
Q 156353 ROMA RM
I 409670 ROMA RM
P 36 MACERATA CAMPANIA CE
C 31354 SEVESO MB
I 348538 POMEZIA RM
P 123042 ROMA RM
B 404258 LECCO LC
L 291870 SOAVE VR
G 264341 SAN GIOVANNI IN PERSICETO BO
D 314654 ROMA RM
Q 118246 ARQUATA SCRIVIA AL
O 2647 SANTA MARIA CAPUA VETERE CE
L 249769 FABRO TR
I 332806 SPERLINGA EN
G 6414 GIULIANOVA TE
Q 264525 RAPALLO GE
G 457061 PARMA PR
I 8602 PERUGIA PG
E 221498 PADOVA PD
E 416520 ARDEA RM
B 247674 ZOLA PREDOSA BO
M 191721 BRENDOLA VI
D 494572 PIETRASANTA LU
O 402253 PONTE NELLE ALPI BL
N 466797 MOLFETTA BA
B 40057 ASTI AT
F 305210 PADERNO DUGNANO MI

 

75 PREMI GIORNALIERI DA 10 MILA EURO CIASCUNO PRIMA DELL’ESTRAZIONE FINALE

 

I031604 Codice 2235545275 venduto a MILANO

D056295 Codice 9237936728 venduto a QUATTRO CASTELLA (RE)

L001753 Codice 1727365136 venduto a MILANO

E021531 Codice 1061593202 venduto a MILANO

I018640 Codice 2745244233 venduto a TORITTO (BA)

I050427 Codice 6963361682 venduto a LAVARONE (TN)

D010730 Codice 4104994994 venduto a AREZZO

G304832 Codice 8149425706 venduto a ROMA

I316831 Codice 2703306698 venduto a ROMA

C021374 Codice 6164523638 venduto a MILANO

B033717 Codice 3589281028 venduto a ROZZANO (MI)

D052790 Codice 6065404375 venduto a ROMA

D306580 Codice 3272299756 venduto a ROMA

E009014 Codice 4558998288 venduto a CHIAVARI (GE)

B304049 Codice 2042332758 venduto a ROMA

C318820 Codice 2854153384 venduto a ROMA

D039317 Codice 5179413954 venduto a FARA IN SABINA (RI)

L073996 Codice 7841127734 venduto a ROMA

D018688 Codice 7797947392 venduto aCATTOLICA (RN)

L056215 Codice 9633878712 venduto a TORINO

G061460 Codice 4731267583 venduto a NOVENTA DI PIAVE

E158118 Codice 8894177564 venduto a ROMA

L084258 Codice 3439643709 venduto a ROMA

G128414 Codice 9416302646 venduto a STRADELLA (PV)

I105107 Codice 7832987918 venduto a ROMA

F147366 Codice 1414664008 venduto a ROMA

F009238 Codice 3218672156 venduto a SIRACUSA

E318848 Codice 5896189804 venduto a GUIDONIA MONTECELIO (RM)

D302629 Codice 4791802067 venduto a ROMA

G002340 Codice 4787459154 venduto a ROSIGNANO MARITTIMO (LI)

I116028 Codice 7607975636 venduto a NAPOLI

F012143 Codice 6169441448 venduto a DOLO (VE)

B155735 Codice 7967887908 venduto a PERUGIA

C004042 Codice 9652848078 venduto a OROSEI (NU)

B002136 Codice 7179944226 venduto a ROMA

D316016 Codice 1754400184 venduto a MILANO

I003908 Codice 9394744916 venduto a PISA

C075283 Codice 3052452236 venduto a MILANO

L025830 Codice 1043572164 venduto a BAGHERIA (PA)

F109541 Codice 3039762514 venduto a RONCIGLIONE (VT)

I320057 Codice 2583930257 venduto a FABRO (TR)

E006754 Codice 4384634697 venduto a MODIGLIANA (FC)

A170365 Codice 4016504673 venduto a NAPOLI

D045491 Codice 3523601369 venduto a TODI (PG)

E077779 Codice 6832950384 venduto a AGRATE BRIANZA (MB)

F088187 Codice 1139176367 venduto a ROMA

I065075 Codice 4471378664 venduto a MASSA

I138958 Codice 7645155812 venduto a CHIETI

F086619 Codice 7696487516 venduto a FOGGIA

C202204 Codice 1614572185 venduto a GALLICANO NEL LAZIO (RM)

E047087 Codice 9511926687 venduto a ORTE (VT)

B051024 Codice 1335357939 venduto a ROMA

E242060 Codice 9723253662 venduto a PISA

G317646 Codice 6216907427 venduto a ROMA

D011592 Codice 6499573766 venduto a CIAMPINO (RM)

M016391 Codice 9299763736 venduto a PRATO

E173217 Codice 2673563142 venduto a CASTELNUOVO BERARDENGA (SI)

L225663 Codice 8097479796 venduto a PALERMO

D158470 Codice 6281997012 venduto a CARPINO (FG)

M153012 Codice 8269242132 venduto a MONTELLA (AV)

D070871 Codice 7292428064 venduto a ROMA

F120080 Codice 4586440607 venduto a BACOLI (NA)

D163946 Codice 6647010868 venduto a FERRARA

F345919 Codice 7032312322 venduto a INDUNO OLONA (VA)

D050866 Codice 4114897378 venduto a FRASCATI (RM)

B184392 Codice 2230631377 venduto a RAGUSA

C047813 Codice 7611654586 venduto a LUCCA

D306754 Codice 9199653473 venduto a ROMA

G027397 Codice 5728898056 venduto a CINISELLO BALSAMO (MI)

A105081 Codice 2134997734 venduto a SAN MANGO PIEMONTE (SA)

M144457 Codice 9757275833 venduto a TORINO

D083430 Codice 7940547703 venduto a BOLOGNA

C405478 Codice  7729095606 venduto a LISSONE (MB)

L041869 Codice 8782858657 venduto a VILLAFRANCA DI VERONA (VR)

M023107 Codice 6184386342 venduto a CORNAREDO (MI)“

 

Advertisement

Esteri

Macron tira dritto sulle pensioni, la piazza non molla

Avatar

Pubblicato

del

Al 51esimo giorno, Emmanuel Macron ha avuto la sua riforma delle pensioni, contestata da una maggioranza di francesi e ottenuta nonostante una serie di scioperi e manifestazioni senza precedenti nel Paese. La mobilitazione, meno massiccia, non ha perso in determinazione. Il presidente, accusato di imporre “una riforma ingiusta”, contrattacca: “Non siamo in una dittatura”. Ad aumentare la rabbia dei sindacati che si oppongono ancora al nuovo regime “universale” e “a punti” per le pensioni – in prima linea la Cgt – e’ stata la formulazione definitiva della legge, approvata oggi dal Consiglio dei ministri: nel testo figura chiaramente la cosiddetta “eta’ d’equilibrio”, uno dei provvedimenti piu’ controversi, che il governo aveva comunque annunciato di rinunciare ad applicare dal 2022. “E’ una riforma ingiusta, ancora peggio di quanto immaginassimo, non c’e’ nessun motivo per mollare fino al suo completo ritiro”, ha commentato, guidando il corteo da place de la Republique a place de la Concorde, il segretario della Cgt, Philippe Martinez. Come ormai tradizione, e’ arrivato poi il balletto delle cifre sulla partecipazione, con i sindacati a gridare vittoria per gli “oltre” 1,3 milioni di persone in piu’ di 200 cortei in tutto il Paese. E il ministero dell’Interno a quantificare i partecipanti in 249.000, di cui 31.000 a Parigi, un numero in risalita rispetto ai minimi delle ultime manifestazioni ma nettamente inferiore alle mobilitazioni di dicembre. Se gli scioperi dei trasporti sono quasi scomparsi, aumentano le operazioni a sorpresa in altri settori: spettacolo, energia elettrica, inceneritori e soprattutto avvocati, presenti oggi nelle prime file del corteo parigino ma soprattutto in quello di Strasburgo, dove 300 di loro hanno intonato addirittura ‘Bella ciao’. Nonostante 2 francesi su 3 pensino che il presidente debba tener conto dell’opposizione di gran parte del Paese alla riforma, il ruolino di marcia e’ stato rispettato dal governo. Di ritorno dalla visita in Israele, parlando in aereo con i giornalisti, Macron ha reagito alle accuse di aver creato una sorta di “dittatura”: “Andate a provarle le dittature e vedrete!”. “Dittatura – ha insistito – e’ un regime in cui i leader non cambiano, mai. La dittatura giustifica l’odio, la dittatura giustifica la violenza per uscirne, ma in democrazia c’e’ un principio fondamentale: il rispetto altrui, il divieto della violenza e la lotta all’odio”. Il progetto di legge, diviso in due parti, una “organica” e una “ordinaria”, miranti a porre fine ai 42 “regimi speciali” di diverse categorie di lavoratori, comincia adesso il suo iter istituzionale. Che vedra’ il testo approdare il 17 febbraio davanti ai deputati dell’Assemblea Nazionale per una prima votazione ad inizio marzo. Le trattative con le parti sociali proseguiranno in questi giorni, su punti controversi come il trattamento per i lavori usuranti, la pensione minima e il lavoro dei senior. All’orizzonte, la prospettiva del governo di raggiungere “l’equilibrio economico” del sistema previdenziale entro il 2027. Su questo si pronuncera’ anche la Conferenza dei finanziatori, che si riunira’ a partire dal 30 gennaio con il compito di ricercare alternative di finanziamento rispetto all’innalzamento dell’eta’ pensionabile.

Continua a leggere

In Evidenza

Si chiude campagna, i big del centrodestra tentano la spallata in Emilia Romagna

Avatar

Pubblicato

del

Tutti contro uno. Matteo Salvini, Giorgia Meloni e Silvio Berlusconi uniti contro Stefano Bonaccini, sicuri che il voto di domenica “liberera’” l’Emilia-Romagna e contemporaneamente “sfrattera”” Giuseppe Conte da Palazzo Chigi. Bonaccini chiude invece a Marzabotto, la cittadina appenninica simbolo della resistenza, mentre il segretario del Pd Nicola Zingaretti va in Calabria. Cesena e’ location della prima uscita pubblica del neo capo politico dei 5 stelle, Vito Crimi. I tre leader del centrodestra, insieme alla candidata Lucia Bergonzoni, chiudono insieme questa lunghissima campagna elettorale, in piazza a Ravenna, sicuri di una vittoria storica che da lunedi’ cambiera’ tutto, a Bologna come a Roma. “Lunedi’ citofoneremo a Conte e gli facciamo fare gli scatoloni”, esclama Giorgia Meloni. Zingaretti in Calabria attacca frontalmente l’ex Ministro dell’Interno: “Salvini e’ il peggiore a risolvere i problemi. E’ sbagliato, come fa la destra – sottolinea – diffondere odio, stupidaggini, per raccattare voti cavalcando la rabbia ed i problemi”. Dietro la decisione di Bonaccini di andare a rendere omaggio alla citta’ simbolo della Resistenza c’e’ l’obiettivo di respingere bruscamente la narrativa portata avanti da Matteo Salvini secondo cui il 26 gennaio restera’ nella storia come un secondo 25 aprile, una seconda liberazione, non piu’ dal nazifascismo ma dalla sinistra che in questa Regione governa da sempre.

Matteo Salvini, Interior Minister, during the demonstration commemorating the massacres of mafia in which the judges Giovanni Falcone and Paolo Borsellino and the men of their escort died.

Davanti al sacrario in memoria di oltre 700 vittime civili trucidate dai nazisti, depone una corona e canta “Bella Ciao”, l’inno scelto dalle sardine. Un modo per rivendicare, alla vigilia di un voto cosi’ incerto, le radici della sua storia. In questa convulsa ultima giornata di campagna elettorale, arriva in Emilia anche Vito Crimi, per la prima volta nella veste di neoreggente del Movimento. “Questo voto – assicura da Cesena – non avra’ alcun impatto tenuta del governo”. Di parere opposto Matteo Salvini, che su questa sfida regionale si e’ speso anima e corpo, piu’ di ogni altro leader. Sin dal primo momento, sin dalla prima manifestazione del Paladozza, datata 14 novembre, ha sempre considerato questo voto un test nazionale. E oggi ribadisce che vincere qui significa “mandare a casa Conte, Di Maio e Zingaretti”. Anche Silvio Berlusconi, in passato apparso timido su questo fronte, oggi sfida apertamente il governo giallorosso. A suo giudizio, in caso di vittoria del centrodestra in Emilia, “se non ci fossero le dimissioni e il governo continuasse a stare li’, l’Italia non sarebbe piu’ una democrazia”. Convintissima sulle conseguenze nazionali di queste regionali anche la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni: “Io, Salvini e Berlusconi siamo pronti ad andare al governo. Se vinciamo chiederemo le elezioni anticipate”, annuncia dal palco ravennate, da dove ripropone il suo celebre tormentone di grandissimo successo “Io sono Giorgia, sono una donna…”. Un palco, questo di Ravenna, con tutti i simboli dei partiti della coalizione, che restituisce l’immagine plastica di una colazione che malgrado le tensioni interne scalpita per un repentino ritorno alle urne. Ora la parola ai cittadini emiliano-romagnoli, per una sfida, questa di domenica, che oggettivamente si presenta assolutamente incerta, come non e’ stata mai in questa terra. Una vigilia arroventata, dai toni quarantotteschi, in cui potrebbe giocare un ruolo importante il dato dell’affluenza. Cinque anni fa, Bonaccini trionfo’ in un’elezione segnata da un minimo storico di partecipazione, appena il 37%. Adesso, i leader del centrodestra, invece, sono convinti che quanto sara’ piu’ alta l’affluenza alle urne, tanto saranno maggiori le loro chance di vittoria.

Continua a leggere

Cronache

Il virus arriva nei paesi Ue, 2 casi in Francia. In Cina città da milioni di abitanti in quarantena

Avatar

Pubblicato

del

Milioni di persone isolate, stop al turismo, blocchi dei trasporti pubblici. La Cina sta rispondendo con misure senza precedenti all’emergenza coronavirus, che intanto e’ arrivato in Europa con due casi confermati in Francia: uno a Bordeaux e l’altro a Parigi, i primi nel continente. Il paziente di Bordeaux ha 48 anni, ha fatto sapere in serata la ministra della Salute francese Agnes Buzyn, ed e’ appena rientrato dalla Cina, dove e’ passato da Wuhan. Da ieri e’ ricoverato in una camera isolata. E’ stato in contatto con una decina di persone dopo il suo arrivo in Francia. L’uomo e’ di “origini cinesi”, ma residente in Gironda, la regione di Bordeaux. Si sa poco invece del paziente ricoverato a Parigi, a parte il fatto che anche lui e’ rientrato dalla Cina. Intanto, nel giorno del Capodanno lunare, Pechino ha disposto la chiusura anche di alcuni tratti della Grande Muraglia, mentre l’Esercito popolare di liberazione ha inviato 150 medici militari in piena notte a Wuhan, citta’ focolaio del virus, su un aereo da trasporto truppe, in esecuzione di una specifica indicazione del presidente Xi Jinping. In Cina i casi accertati di contagio del nCOV-2019 sono saliti a 897 e i morti si sono attestati a quota 26, secondo l’ultimo bollettino diffuso dal governo. E mentre continuano a diffondersi segnalazioni in tutto il mondo, la mappa della Cina, tra le quasi 40 province, regioni e municipalita’ speciali che la compongono, ha soltanto il Tibet che resiste al contagio, a fronte dell’Hubei, la provincia di cui Wuhan e’ capoluogo, che raccoglie la meta’ circa dei contagiati e la quasi totalita’ dei decessi. Proprio a Wuhan si sta costruendo un ospedale ad hoc per il coronavirus in tempi record e le autorita’ sanitarie hanno ammesso la necessita’ di aumentare le forniture di medicinali, inclusi i kit dei test per individuare l’infezione e le mascherine protettive, ormai sparite in molte citta’. E malgrado la quarantena, i capi provinciali del Partito comunista hanno annunciato indagini per accertare come sia stata possibile la fuga di alcuni residenti da Wuhan, malgrado il divieto “di lasciare la citta’ se non per cause adeguatamente motivate”. A Pechino, oltre alla Grande Muraglia, da domani saranno chiusi i templi piu’ noti e la Citta’ Proibita, nonche’ il Museo nazionale e la Biblioteca nazionale. A Shanghai, il piu’ grande hub commerciale cinese, chiuderanno i battenti numerosi musei e tutto il parco di Shanghai Disneyland, che e’ tradizionalmente preso d’assalto durante le festivita’. Nella citta’ hanno alzato l’allerta in risposta alle emergenze sanitarie al grado massimo, il livello 1. Sui social network in mandarino si sono moltiplicati anche i commenti su “una situazione irreale, quasi da fine del mondo”, in risposta a una quarantena di scala biblica, mai tentata prima nella storia. Le autorita’ cinesi hanno infatti esteso a 13 citta’ il blocco dei trasporti pubblici, tra Xianning, Xiaogan, Enshi e Zhijiang, ampliando il cordone sanitario a 41 milioni di abitanti. Disposta la chiusura di luoghi aperti al pubblico come teatri e la cancellazione di eventi di massa. Sempre da domani, sia al Capital sia al Daxing, i due grandi aeroporti internazionali di Pechino, saranno operative le attrezzature per la scansione della temperatura corporea su tutti i passeggeri in arrivo. La Cina ha inoltre ordinato a tutte le agenzie di viaggio di interrompere la vendita di tour interni e internazionali, con lo stop alla vendita di biglietti per i pacchetti turistici a partire da oggi. La diffusione del coronavirus e’ andata avanti anche sul fronte estero. Oltre alla Francia, un secondo caso verificato e’ stato annunciato negli Usa (dove sono state rafforzate le misure sulla sicurezza sanitaria), e segnalazioni si sono avute in Giappone, Corea del Sud, Messico e Nepal.

Continua a leggere

In rilievo