Collegati con noi

Cronache

La morte di Maria Paola Gaglione, nella notte di sangue ad Acerra scooter non assicurati e nessuno col casco

Avatar

Pubblicato

del

Nell’ordinanza di convalida dell’arresto di Michele Antonio Gaglione, il giudice delle indagini preliminari del Tribunale di Nola, la dottoressa Fortuna Basile, analizza con scrupolo e perizia l’intera vicenda, legge in scienza e coscienza gli atti d’indagine della polizia giudiziaria e del pubblico ministero, prova a tenersi fuori dalla mischia mediatica relativa al fatto di cronaca che ha suscitato ampia eco nella opinione pubblica ed emette la prima sentenza sulla morte di Maria Paola Gaglione. Al momento l’accusa per Michele Antonio Gaglione è quella di omicidio preterintenzionale. Che significa? Vuol dire che Michele Antonio Gaglione ha cagionato la morte della sorella alla fine di una serie di azioni delittuose che certamente non avevano il fine di commettere l’omicidio anche se alla fine la morte di Maria Paola è l’evento che determina l’inchiesta che è appena agli inizi.

Michele Antonio Gaglione. Il giovane in cella a Poggioreale per la morte della sorella Maria Paola

L’accusa potrebbe cambiare. Le circostanze aggravanti dei motivi futili dell’omicidio potrebbero cambiare. Insomma il quadro accusatorio al momento è questo. Tocca capire se e come cambierà nel corso delle prossime settimane. In attesa dei funerali e che sulla vicenda la polizia giudiziaria come sempre analizzi con scrupolo ogni singolo elemento, evidenziamo alcune cose, che possono sembrare banali, ma che invece testimoniano il clima, l’humus culturale in cui è maturata la morte di una ragazza di 18 anni.

Le due moto dell’inseguimento, quella di Michele Antonio Gaglione e quella di Cira Migliore (il Gip ancora non le attribuisce una identià sessuale maschile perchè all’anagrafe questo è il nome del fidanzato di Maria Paola), non risultano essere assicurate. Cira è persona conosciuta perchè pizzicata per spaccio di stupefacenti, in un contesto urbano degradato come quello del Parco Verde. Non emerge dalla ordinanza il fatto che nessuno di loro, a bordo dei due scooter, indossava il casco di protezione che avrebbe potuto (ma qui siamo nel campo delle ipotesi) salvare la vita a Maria Paola nonostante la rovinosa caduta. Di sicuro il gip, la dottoressa Basile, come ha reiteratamente scritto, Michele Gaglione (quand’anche incensurato, nonostante la sua collaborazione con gli inquirenti e benchè abbia reso anche dichiarazioni auto accusatorie) ha tenuto dei comportamenti criminali che hanno poi cagionato la morte della sorella. Questa storia assurda che ci parla di una ragazza morta, di un fratello in carcere e due famiglie distrutte, è figlia di una periferia napoletana dove lo Stato – come dice efficacemente Padre Maurizio Patriciello  – ha deciso di non fare niente. Per chiarire le responsabilità penali degli attori di questa storia criminale saranno importanti le analisi técniche sull’incidente, le analisi scientifiche. Alla fine però avremo solo un’altra sentenza di un giudice, non l’attenzione dello Stato su un quartiere abbandonato.

Advertisement

Cronache

Caso Bellomo, sezione disciplinare del Csm: ex pm Nalin sospeso e trasferito

Avatar

Pubblicato

del

Sospensione per due anni e trasferimento a Bologna con funzioni di giudice. Questa la sentenza emessa dalla sezione disciplinare del Csm nei confronti dell’ex pm di Rovigo Davide Nalin, stretto collaboratore di Francesco Bellomo, l’ex consigliere di Stato destituito da Palazzo Spada dopo le denunce secondo cui avrebbe imposto ad aspiranti magistrate, che frequentavano i corsi della scuola di formazione giuridica ‘Diritto e Scienza’ da lui diretta, un ‘dress code’ con tacchi alti e minigonna e regole sui fidanzati. Nalin e’ stato sanzionato dal ‘tribunale delle toghe’ per uno dei capi di incolpazione formulati nei suoi confronti dalla procura generale della Cassazione, quello relativo alla partecipazione scientifica alla scuola diretta da Bellomo, mentre e’ stato assolto “per essere rimasti esclusi gli addebiti” dal capo riguardante le sue condotte nei confronti delle allieve dei corsi.

Continua a leggere

Cronache

Papa Francesco ai genitori di figli Lgbt: “La Chiesa li ama, sono figli di Dio”

Avatar

Pubblicato

del

Il Papa ama i vostri figli cosi’ come sono, perche’ sono figli di Dio”. E’ quanto detto da Papa Francesco stamattina, al termine dell’udienza generale, accogliendo un gruppo di genitori con figli lgbt dell’associazione Tenda di Gionata. Erano una quarantina i padri e le madri presenti, riferisce online Avvenire. Mara Grassi vice presidente dell’associazione insieme al marito Agostino Usai, ha donato al Pontefice il volumetto “Genitori fortunati” – tradotto in spagnolo per l’occasione – che riassume le esperienze ecclesiali, non sempre agevoli, di queste famiglie insieme ad alcune lettere con richieste, speranze ma anche proteste di persone troppo a lungo considerate spesso indesiderabili dalle comunita’ ecclesiali. “La nostra associazione – ha detto Mara Grassi riferendo il discorso rivolto al Papa  – vuol far dialogare la Chiesa e le famiglie con figli lgbt. Vogliamo creare un ponte con la Chiesa perche’ anche la Chiesa possa cambiare lo sguardo verso i nostri figli, non escludendoli piu’ ma accogliendoli pienamente”. La risposta di Francesco e’ stata rasserenante e cordiale: “La Chiesa non li esclude perche’ li ama profondamente”. Al Papa e’ stata donata anche una maglietta colorata d’arcobaleno con la scritta “Nell’amore non c’e’ timore” (1Gv, 4, 18). “Ha guardato e ha sorriso – ha concluso Mara Grassi, che ha quattro figli, di cui il piu’ grande omosessuale – un momento di profonda sintonia che non dimenticheremo’’.

Continua a leggere

Cronache

Università Federico II: le elezioni per il Rettore finiscono in parità e si torna a votare

Avatar

Pubblicato

del

Sembra quasi incredibile ma la votazione per il nuovo Rettore dell’Università degli Studi Federico II di Napoli è finita in parità. I due contendenti sono Luigi Califano, presidente della Scuola di Medicina e Chirurgia, e Matteo Lorito, direttore del Dipartimento di Agraria: al termine dello spoglio il primo ha ottenuto 1262 voti, il secondo 1261, 14 le schede bianche e 24 quelle nulle.

Nessuno dei due ha raggiunto dunque il quorum per essere eletti che è di 1280 voti. Le nuove elezioni si terranno i prossimi 22, 23 e 24 settembre.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto