Collegati con noi

Ambiente

La Corte Ue condanna l’Italia per l’emergenza xylella: mancato abbattimento degli alberi infetti

Avatar

Pubblicato

del

Il mancato abbattimento degli olivi infetti da xylella fastidiosa in Puglia e i ritardi sui monitoraggi costano all’Italia una condanna da parte della Corte Ue. Nella sentenza, che non prevede sanzioni, i giudici europei confermano che Roma non ha attuato due degli obblighi previsti dalla decisione Ue per contrastare la diffusione del batterio vegetale da quarantena sul territorio europeo. In particolare, l’abbattimento almeno delle piante malate nella fascia di 20km a Nord dell’area cosiddetta di contenimento. La Corte ha invece respinto la richiesta della Commissione di veder riconosciuto un costante e generale inadempimento da parte dell’Italia dell’obbligo di impedire la diffusione della Xylella. La sentenza chiude una procedura di infrazione iniziata nel 2015. Se l’Italia non dovesse correggere il tiro potrebbe partire una seconda procedura con la richiesta di multe milionarie. Scongiurare questa eventualita’ affrontando “immediatamente l’emergenza xylella” sara’ “una delle priorita’ per me ineludibili” ha dichiarato il neo-ministro alle politiche agricole Teresa Bellanova. La xylella fastidiosa, scoperta per la prima volta in Europa nel 2013 dai ricercatori dell’Istituto per la Protezione sostenibile delle piante del Cnr di Bari, e’ un agente patogeno capace di colonizzare oltre 500 specie di piante diverse e, nella sola California, provoca danni stimati per 100 milioni di dollari l’anno ai vigneti.

Grazie a programmi co-finanziati dall’Ue negli ultimi anni i ricercatori hanno individuato varieta’ di olivi resistenti al batterio. Nel maggio scorso l’Italia ha approvato un decreto per accelerare l’applicazione delle misure di quarantena e sostenere il settore oleicolo della Puglia con un piano da 150 milioni di euro. Ma “gli errori, le incertezze e gli scaricabarile che hanno favorito l’avanzare del contagio hanno provocato danni per 1,2 miliardi di euro”, denuncia Coldiretti. Il presidente di Alleanza Cooperative Agroalimentari Giorgio Mercuri accusa “la disinformazione da un lato e la macchina burocratica dall’altro” ricordando “la nascita di tantissimi comitati che hanno ostacolato iniziative che potessero eradicare da subito la malattia”. “Occorre seguire alla lettera i protocolli scientifici senza rincorrere notizie false e teorie surreali, che tanto credito hanno avuto in questi ultimi anni”, sottolinea in una nota la Cia-Agricoltori italiani. Di “pesanti responsabilita’ delle amministrazioni competenti” parla Confagricoltura che pero’ richiama anche “l’attenzione sulla questione delle verifiche sulle merci in arrivo in Europa”. In Puglia, la delegazione di Forza Italia attacca le “chiare responsabilita’” del presidente della Regione Michele Emiliano. E da Bruxelles l’europarlamentare di FdI Raffaele Fitto rincara la dose: “L’Ue condanna l’Italia ma la colpa e’ di Emiliano”, che contrattacca accusando Roma. La decisione della Corte, ha dichiarato, “riguarda tutto il periodo in cui la lotta alla xylella era sotto la esclusiva responsabilita’ del Governo italiano”.

Advertisement

Ambiente

Sono nate 80 tartarughe sulla spiaggia di Meta di Sorrento, non succedeva da più di 30 anni

Avatar

Pubblicato

del

Almeno 80 tartarughe sono nate sulla spiaggia di Meta di Sorrento (Napoli). Un evento, avvenuto ieri, che i responsabili del parco marino di Punta Campanella – che hanno divulgato la notizia – definiscono storico per la costiera sorrentina, spingendosi a sottolineare in una nota che a cosa del genere non si verificava “da almeno 30 anni, se non più”. Una notizia che ha sorpreso gli stessi referenti dell’area marina protetta di Punta Campanella e la Capitaneria di Porto, subito intervenute sul posto. “Qualche mese fa – fanno sapere dal parco – era stata avvistata una Caretta Caretta adulta su una spiaggia poco distante. Cercava un luogo dove nidificare in sicurezza e tranquillità”. Ma dai sopralluoghi effettuati dalla stazione zoologica Anton Dohrn non erano state trovate tracce di uova, nonostante il sito fosse stato monitorato per giorni. Sul posto la Capitaneria di Porto, intervenuta insieme al parco marino di Punta Campanella. Le neonate sono state monitorate e poi consegnate alla stazione zoologica Dohrn. Soddisfazione nelle parole del direttore di Punta Campanella, Antonino Miccio. “E’ un evento del tutto eccezionale che ci riempie di gioia. Ringrazio la Capitaneria di Porto di Meta, con il comandante Caputo, subito intervenuta. Da oltre 10 anni lavoriamo per tutelare questo meraviglioso abitante dei mari, salvandone circa 160 e stringendo un proficuo rapporto di collaborazione con la stazione zoologica Dohrn. Avremmo preferito che tutte le tartarughe fossero giunte in mare ma purtroppo qualcuna ha avuto bisogno di assistenza. Ora comunque sono in buone mani e presto saranno messe in acqua dove potranno cominciare la loro vita”.

Continua a leggere

Ambiente

Vittorio Brumotti protagonista dello spot per il Parco del Cilento

Marina Delfi

Pubblicato

del

È Vittorio Brumotti il testimonial del nuovo spot del Parco Nazionale del Cilento, Diano e Alburni. Le riprese prenderanno il via lunedì mattina. Il campione di bike trial ed inviato di Striscia la notizia, in sella alla sua inseparabile bici, accompagnato dal presidente del Parco Tommaso Pellegrino, visiterà le bellezze della seconda area protetta più grande d’Europa.
 “Siamo  orgogliosi di poter affidare ad un testimonial di grande valore come Vittorio Brumotti la promozione del nostro Parco attraverso uno spot – ha dichiarato il presidente del Parco, Tommaso Pellegrino – Brumotti rappresenta il testimonial ideale, amante della natura, dello sport e sempre pronto a scendere in campo in difesa dell’ambiente”.
Un tour nel Cilento per raccontare in modo originale e spontaneo l’immenso patrimonio naturalistico, artistico e culturale del Parco, con particolare attenzione ai territori meno conosciuti, ma non per questo meno straordinari. Dal Golfo di Policastro al Bussento, dal Vallo di Diano agli Alburni, dalla Valle del Calore al Cilento. Il biker incontrerà sulla sua strada monumenti, cattedrali, oasi, castelli, borghi, aree marine e palazzi storici.
In attesa della realizzazione dello spot sarà possibile seguire in diretta il viaggio dell’inviato del Tg satirico di Canale 5  attraverso i suoi account ufficiali Instagram (@brumottistar), Facebook (Abbombazza 100% Brumotti), Youtube (Vittorio Brumotti Italy) e Twitter (@brumottistar) sui quali Brumotti caricherà anche foto e video per raccontare le tappe e i momenti più salienti. La campagna di comunicazione è realizzata dal Parco Nazionale del Cilento, Diano e Alburni con il Patrocinio del Ministero dell’Ambiente.

Continua a leggere

Ambiente

Pechino asfalta le strade con pneumatici riciclati

Avatar

Pubblicato

del

Nella parte meridionale di Pechino sono in corso lavori per la pavimentazione di una strada lunga 2,5 chilometri con asfalto gommato realizzato con pneumatici usati nell’Area di sviluppo economico-tecnologica di Pechino, che vanta l’applicazione piu’ estesa del materiale riciclato in Asia. “Le strade in asfalto gommato sono piu’ durevoli delle tradizionali strade in asfalto che devono essere riparate dopo essere state in servizio da tre a cinque anni”, ha spiegato Wei Jianhuan, direttore dell’ufficio infrastrutture dell’Area di sviluppo economico-tecnologica di Pechino. Nel 2013 l’area ha introdotto l’asfalto riciclato per pavimentare una strada lunga 600 metri, tuttora in servizio. “Negli ultimi sei anni piu’ di 70 strade principali nell’area, o piu’ di 2 milioni di metri quadrati di superficie, sono stati pavimentati con asfalto gommato realizzato grazie a 2,73 milioni di pneumatici usati di auto, e sostituendo 123.000 tonnellate di carbone standard, oltre ad evitare 307.000 tonnellate di emissioni di anidride carbonica rispetto all’utilizzo di asfalto ordinario”, ha detto Wei. Grazie alla sperimentazione nell’area, il materiale e’ stato scelto per pavimentare la pista dell’Aeroporto Internazionale di Pechino Daxing che aprira’ questo mese, e dell’autostrada Yanchong che collega il distretto periferico di Yanqing a Pechino e il distretto di Chongli a Zhangjiakou, nella vicina provincia dello Hebei

Continua a leggere

In rilievo