Collegati con noi

Napoli

Follie del calcio, il Manchester City spende oltre 1 miliardo per rinforzare la squadra, la Juve 719, il Napoli appena 325

amministratore

Pubblicato

del

Il Manchester City continua a mietere record, anche se in questo caso si tratta di soldi spesi per rinforzare il proprio organico. Secondo il Cies, l’osservatorio del calcio, il club inglese e’ il primo nella storia ad avere superato la soglia del miliardo di euro per costruire la squadra attuale. I ‘citizens’, dopo la scorsa campagna trasferimenti, precedono nell’ordine, sia pure per pochi milioni, il Paris Saint-Germain e il Real Madrid, poco al di sotto del miliardo, con i loro 913 e 902 milioni. L’unico club italiano a figurare nella Top ten e’ la Juventus, che e’ quinta, con 719 milioni spesi, preceduta dal Manchester United con 751. Il Barcellona e’ sesto con 697 milioni, il Milan 13/o con 408 e precede a sua volta l’Inter, che e’ 14/a con 364. Il Napoli occupa la 17/a piazza, con 325 milioni spesi; la Roma, invece, è 22/a con 254. Per quanto riguarda le spese medie sostenute in ciascuno dei piu’ prestigiosi campionati, guida la Premier League con 345 milioni, la Liga e la Serie A seguono con 167, poi la Bundesliga con 124 milioni, infine la Ligue 1 con 118 milioni.

Advertisement

Cultura

Le giornate della Memoria, il calendario del comune di Napoli

Avatar

Pubblicato

del

Il ricordo della Shoah, contro il razzismo, contro l’indifferenza, è il monito degli eventi promossi dal Comune di Napoli, assessorato alla Cultura e al Turismo, in collaborazione con l’Istituto Campano per la Storia della Resistenza, dell’Antifascismo e dell’Età contemporanea e l’ANPI Napoli. Una sinergia di iniziative cittadine in occasione del 27 gennaio, Giornata della Memoria, nel ricordo dell’Olocausto. Il programma, realizzato grazie al lavoro generoso e intelligente di tanti soggetti della vita culturale napoletana, prevede iniziative culturali, incontri pubblici e celebrazioni ufficiali, cui parteciperanno le massime istituzioni della città. Inaugura Le Giornate della Memoria lo spettacolo teatrale di Roberto Giordano Irena Sendler – La terza madre del ghetto di Varsavia che si terrà nello Spazio Comunale Piazza Forcella in via Vicaria Vecchia il 24 gennaio; lo spettacolo proposto rivisita e ripensa, in veste drammaturgica e con flashback di accurata ricerca storico-documentaristica, la Memoria del Volto Truce del Male perpetrato dalla follia nazista sugli innocenti, i bambini, gli intoccabili, il cui sterminio fu deliberato nel 1941 quale uno dei principali scopi bellici di Hitler. Uno sfondo che purtroppo non può essere mai più cancellato nè cambiato, ma in cui si innesta un altro volto della verità storica: un volto di alta umanità, generosità e bontà, quale fu quello di Irena Sendler, infermiera e assistente sociale polacca, proclamata Giusta tra le Nazioni nel 1965 per aver salvato, con i suoi collaboratori, 2500 bambini dal Ghetto di Varsavia. A Forcella, su invito dell’Assessorato alla Cultura, sarà presente e dialogherà con il pubblico Elzbieta Ficowska, la bambina più piccola salvata da Irena Sendler dal Ghetto di Varsavia, arrivata a Napoli dalla Polonia in questi giorni proprio per testimoniare personalmente quanto accadde in quegli anni. Diverse iniziative interessanti si svolgeranno nei quartieri di Ponticelli, con l’Arci Movie e la nona edizione di Parole di Memoria, e di Scampia, con il Caffe’ Letterario che presenta al TAN – Teatro Area Nord il libro di Liliana Segre Il mare nero dell’indifferenza. La cerimonia istituzionale è prevista il 27 gennaio alle ore 10.30 in ricordo di Luciana Pacifici, vittima delle leggi razziali, con la deposizione della corona nella strada a lei intitolata. Particolare valenza simbolica ha il luogo prescelto per l’iniziativa dal titolo La banalita’ del male (tratto dall’opera di Hanna Arendtche si terrà sempre il 27 gennaio alle ore 11.00a Piazza Bovio, teatro nel settembre del ’43 dell’uccisione per mano tedesca di quattro marinai e dove, lo scorso 7 gennaio, sono state installate nove pietre d’inciampo, a cura dell’artista Gunther Demnig, all’altezza del civico 33, in memoria di nove martiri napoletani del nazi-fascismo. L’iniziativa si svolgerà nell’androne monumentale della Camera di Commercio di Napoli, e vedrà l’alternarsi di letture e canti  “per non dimenticareper raccontare in quale contesto politico e culturale, in quale clima riuscì a crescere e a maturare l’idea dello sterminio di un intero popolo, della soluzione finale, al fine di dimostrare cosa può accadere quando si normalizza la barbarie può diventare normalità”- ha dichiarato l’assessore alla cultura del Comune di Napoli Eleonora de Majo. Le letture di brani tratti da H. Arendt, B. Brecht, F. Fenelon e altri sono a cura di Teatri di Seta e di Silvana Jovine. I canti del coro le Voci del 48dell’Istituto Comprensivo Madre Claudia Russo – Solimena diretto dal maestro Murru. Il programma completo delle iniziative sul sito: assessorato.cultura@comune.napoli.it

 

Continua a leggere

Cronache

“Mafia Tour”, Napoli si ribella al pacchetto turismo e AirBnb lo ritira

Avatar

Pubblicato

del

L’offerta é rivolta ai turisti che sarebbero interessati a conoscere la Napoli di Gomorra e non quella del Grand Tour. Un giro in zone come Forcella, Quartieri Spagnoli, Montecalvario, il centro storico della cittá, per capire come “opera la camorra”, “come funzionano le cose qui”. E’ il “Mafia tour” che, come si legge su Tripadvisor, al costo di 25 euro a persona, spiega ai turisti come funziona la criminalitá organizzata. A presentare il tour su Airbnb, offerto dalla società “Amalfi Coast Dream”, è Vittorio, una guida che in inglese spiega: “Ho avuto membri della mia famiglia coinvolti nella mafia. Napoli è una città da capire e solo se sei nato e cresciuto qui puoi capire come funzionano le cose. Sono felice del fatto che il turismo e’ in piena esplosione. Amero’ spiegare ai turisti interessati come funzionano le cose a Napoli”. Il modo in cui ‘la camorra opera’, come fa sapere la guida, “verra’ spiegato da chi e’ cresciuto nel ‘sistema’”. La giornata iniziera’ dal centro storico per proseguire poi negli altri luoghi citati, indicati con diverse foto sul sito. “Andremo in tutti i luoghi centrali della citta’ dove si potra’ capire con semplici spiegazioni come la mafia opera e quello che fa – si spiega -. Cammineremo per i vicoli del centro storico, Forcella e i Quartieri Spagnoli, dove c’e’ ancora attivita’ criminale anche se non si vede. Il tour verra’ fatto solo nella zona centrale, una volta poco turistica e molto pericolosa, ma adesso diventata molto piu’ sicura ed inoltre sarete guidati da me che sono una persona del posto”. Immediata la levata di scudi della citta’ contro l’iniziativa. Il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, twitta: “Le organizzazioni criminali non possono trasformarsi in attrazioni turistiche. Airbnb prenda immediatamente provvedimenti in merito – sottolinea -. Dal letame nascono i fiori, dalla mafia nasce solo morte”. Per le associazioni attive nei quartieri presi di mira dal tour camorra, Forcella e le altre zone citate “sono altro”. “E’ fuori luogo promuovere visite turistiche per riscoprire le orme della malavita e del malaffare – evidenzia Antonio Lucidi vicepresidente de L’AltraNapoli onlus -. In citta’ qualcosa sta cambiando, ma non tutti se ne sono accorti, in molte zone della citta’ sentieri virtuosi sono stati messi in moto”. E cita l’iniziativa, presentata proprio oggi, che vede coinvolti il Ministero dei Trasporti e il mondo dell’ associazionismo per corsi gratuiti per ottenere le patenti A1 e B e insegnare l’educazione stradale a 100 giovani”. “Confidiamo che possano prosperare ben altri tour indirizzati alla conoscenza di quello che c’e’ a Forcella – conclude – ma piu’ di tutto a far sentire il grande cuore della sua gente”. E AirBnb alla fine, stimolata a ragionare su quella offerta dal Comune di Napoli, la ritira subito. Ne dà notizia Flavia Sorrentino, delegata del sindaco allo sportello “Difendi Napoli”. E in effetti se si va sul sito della internet company l’expierence che prima veniva offerta oggi non c’è più. Ritirata.

Continua a leggere

Cronache

Incendio sul terrazzo di un palazzo di vía Scarlatti, paura ma nessun ferito

Avatar

Pubblicato

del

Un incendio si è sviluppato nel deposito di un supermercato a via Scarlatti, nel quartiere Vomero a Napoli. Sul posto sono giunte due squadre dei vigili del fuoco con altri tre mezzi di supporto per spegnere le fiamme. Paura tra i passanti ma al momento non si segnalano persone ustionate o intossicate dal fumo che si è sprigionato. I vigili del fuoco hanno sotto controllo il rogo. Nelle prossime ore stileranno anche un rapporto per la magistratura circa le cause che hanno innescato l’incendio.

Continua a leggere

In rilievo