Collegati con noi

Corona Virus

È una donna lombarda la seconda vittima del coronavirus in Italia

Avatar

Pubblicato

del

È una donna la seconda vittima del coronavirus, una 77enne di Casalpusterlengo che è morta in casa dove viveva da sola. La poveretta nei giorni scorsi era stata nel pronto soccorso dell’ospedale di Codogno dove era stato il 38enne indicato come paziente 1. La signora era amica della madre dell’uomo contagiato. Dopo la sua morte è stato accertato che era positiva al coronavirus che potrebbe averla ulteriormente debilitata visto che si trattava di una persona che presentava problemi respiratori.

 

 

 

 

Advertisement

Corona Virus

Coronavirus, il Neuromed di Pozzilli verifica la validità dei test rapidi con i suoi ricercatori

Avatar

Pubblicato

del

Iniziati i test presso il Laboratorio Analisi dell’IRCCS Neuromed di Pozzilli, Isernia, per verificare la validità dei KIT rapidi (COVID IgG-IgM, cioè anticorpi contro il virus), non solo al fine di avviare le necessarie verifiche sierologiche sui pazienti COVID positivi, asintomatici, ricoverati presso la struttura, ma anche per rafforzare le misure di prevenzione e di contrasto alla diffusione del COVID, a favore di quei pazienti candidati a interventi neurochirurgici di elezione che non sono rinviabili. La verifica è in linea con l’orientamento dell’Istituto Superiore di Sanità.

In previsione della ripresa progressiva dei ricoveri presso le Unità Operative di Neurochirurgia, già programmata per la prossima settimana, tali test si affiancheranno alle attività di pre-triage e triage che Neuromed ha da tempo messo in campo al fine di ridurre al minimo il rischio di ricovero di pazienti COVID positivi, ma asintomatici.

Le indagini di validità dei test continueranno presso il Laboratorio Analisi di Neuromed anche per acquisire dati sullo sviluppo della immunità sierologica nei pazienti COVID positivi, un’acquisizione di estrema importanza scientifica e clinica.

Continua a leggere

Corona Virus

Coronavirus, i dati della Protezione civile 2.477 nuovi positivi e ancora 766 morti ma il contagio rallenta

Avatar

Pubblicato

del

Sono ormai 83.049 i positivi al coronavirus nel nostro Paese: i dati forniti dalla Protezione civile parlano di 2477 nuovi positivi e di 760 deceduti, un dato analogo a quello di ieri. Sale sensibilmente il numero dei guariti che sono 18.278 guariti, 1431 in più rispetto a ieri.

Positivi: 83.049 totale, oggi 2.477

deceduti oggi: 766

Ricoverati in terapia intensiva;   4.053

Ricoverati in ospedale: 28.540

A casa: 50.456

Guariti 18.278 in totale, oggi 1.431

 

Continua a leggere

Corona Virus

Stuart Ramsay, l’inviato di Sky News mostra le differenze tra la “mitica” sanità del Nord e il Cotugno

Sal Sparace

Pubblicato

del

In tutti questi anni e sono circa 30 anni di lavoro per Sky News ho sempre apprezzato il lavoro del mio collega Stuart Ramsey. Ramsay è il principale corrispondente di Sky News che copre le principali notizie di eventi mondiali, tra cui 18 guerre. Con incarichi recenti incentrati principalmente sulle guerre in Siria e Iraq, sulla crisi dei migranti in America centrale e sulla crisi politica in corso in Venezuela. Sono rimasto molto colpito dei suoi recenti servizi dagli ospedali italiani dagli ospedali di Bergamo, Cremona e Napoli sull’ospedale Cotugno. Quest’ultimo servizio però ha scaturito tante polemiche su tutti i giornali italiani. Questo perche?

L’italia è un paese strano, fanno scalpore le notizie di giornalisti inglesi che in qualche modo mostrano realtà italiane che sono sotto il naso di tutti. Nessuno, per esempio ha pensato di evidenziare l’efficienza dell’ospedale Cotugno di Napoli. Qualcuno dirà sì è vero però Napoli non ha molti casi di Covid 19 e quindi non serve fare il paragone con gli ospedali del nord che hanno cosi tanti pazienti.

Stuart ha realizzato fin’ora 3 servizi dall’italia. Negli ospedali del nord italia come si vede dai link sotto tutti sono nello stesso spazio: pazienti e dottori; mentre l’ospedale Cotugno di Napoli ha usato un metodo piu ferreo per salvare le vite umane proteggendo anche il personale dell’ospedale che è parte vitale per combattere i casi d’infezione. Tutto qui.

Qui siamo a Bergamo

The shocking centre of the COVID-19 crisis

 

E qui siamo a Napoli, ospedale Cotugno: scoprite anche voi la differenza

Continua a leggere

In rilievo