Collegati con noi

Cronache

Doppia festa all’Olimpico, c’è chi applaude la piccola Noemi e chi inneggia al narcotrafficante ucciso Diabolik

Avatar

Pubblicato

del

Ciro Immobile entra in campo allo stadio Olimpico prima di Lazio-Napoli tenendo per mano la piccola Noemi, la bimba rimasta ferita il 3 maggio dell’anno scorso durante un agguato di camorra per il controllo del traffico e dello spaccio della cocaina nel centro di Napoli. Noemi era accompagnata da papà Fabio e mamma Tania. ll presidente della Lazio, Claudio Lotito, vorrebbe intraprendere un nuovo percorso affinchè la Lazio possa liberarsi dal marchio del razzismo e della violenza di certa sua tifoseria. Noemi è poi uscita dal campo assieme ai genitori con la maglia del capitano del Napoli, Lorenzo Insigne.  È “L’immagine più bella della partita Lazio-Napoli, dice  il ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora che posta la foto sul suo profilo twitter. I miei complimenti alle squadre per questa iniziativa. Sono queste le scene che vogliamo vedere nel calcio e nello Sport in generale”. Ha ragione il ministro, peccato però che mentre escono dal campo bimba e genitori, sugli spalti ben evidenti e a favore di telecamere Sky ci sono i megastriscioni di osanna,  saluti e salamelecchi vari a Fabrizio. Chi è Fabrizio? Fabrizio Piscitelli alias Diabolik, boss del narcotraffico, ucciso da un commando killer qualche mese fa in un parco di Roma. E questo è il calcio che non ci piace ma che c’è anche se qualcuno finge di non vederlo.

Advertisement

Cronache

Caso Bellomo, sezione disciplinare del Csm: ex pm Nalin sospeso e trasferito

Avatar

Pubblicato

del

Sospensione per due anni e trasferimento a Bologna con funzioni di giudice. Questa la sentenza emessa dalla sezione disciplinare del Csm nei confronti dell’ex pm di Rovigo Davide Nalin, stretto collaboratore di Francesco Bellomo, l’ex consigliere di Stato destituito da Palazzo Spada dopo le denunce secondo cui avrebbe imposto ad aspiranti magistrate, che frequentavano i corsi della scuola di formazione giuridica ‘Diritto e Scienza’ da lui diretta, un ‘dress code’ con tacchi alti e minigonna e regole sui fidanzati. Nalin e’ stato sanzionato dal ‘tribunale delle toghe’ per uno dei capi di incolpazione formulati nei suoi confronti dalla procura generale della Cassazione, quello relativo alla partecipazione scientifica alla scuola diretta da Bellomo, mentre e’ stato assolto “per essere rimasti esclusi gli addebiti” dal capo riguardante le sue condotte nei confronti delle allieve dei corsi.

Continua a leggere

Cronache

Papa Francesco ai genitori di figli Lgbt: “La Chiesa li ama, sono figli di Dio”

Avatar

Pubblicato

del

Il Papa ama i vostri figli cosi’ come sono, perche’ sono figli di Dio”. E’ quanto detto da Papa Francesco stamattina, al termine dell’udienza generale, accogliendo un gruppo di genitori con figli lgbt dell’associazione Tenda di Gionata. Erano una quarantina i padri e le madri presenti, riferisce online Avvenire. Mara Grassi vice presidente dell’associazione insieme al marito Agostino Usai, ha donato al Pontefice il volumetto “Genitori fortunati” – tradotto in spagnolo per l’occasione – che riassume le esperienze ecclesiali, non sempre agevoli, di queste famiglie insieme ad alcune lettere con richieste, speranze ma anche proteste di persone troppo a lungo considerate spesso indesiderabili dalle comunita’ ecclesiali. “La nostra associazione – ha detto Mara Grassi riferendo il discorso rivolto al Papa  – vuol far dialogare la Chiesa e le famiglie con figli lgbt. Vogliamo creare un ponte con la Chiesa perche’ anche la Chiesa possa cambiare lo sguardo verso i nostri figli, non escludendoli piu’ ma accogliendoli pienamente”. La risposta di Francesco e’ stata rasserenante e cordiale: “La Chiesa non li esclude perche’ li ama profondamente”. Al Papa e’ stata donata anche una maglietta colorata d’arcobaleno con la scritta “Nell’amore non c’e’ timore” (1Gv, 4, 18). “Ha guardato e ha sorriso – ha concluso Mara Grassi, che ha quattro figli, di cui il piu’ grande omosessuale – un momento di profonda sintonia che non dimenticheremo’’.

Continua a leggere

Cronache

Università Federico II: le elezioni per il Rettore finiscono in parità e si torna a votare

Avatar

Pubblicato

del

Sembra quasi incredibile ma la votazione per il nuovo Rettore dell’Università degli Studi Federico II di Napoli è finita in parità. I due contendenti sono Luigi Califano, presidente della Scuola di Medicina e Chirurgia, e Matteo Lorito, direttore del Dipartimento di Agraria: al termine dello spoglio il primo ha ottenuto 1262 voti, il secondo 1261, 14 le schede bianche e 24 quelle nulle.

Nessuno dei due ha raggiunto dunque il quorum per essere eletti che è di 1280 voti. Le nuove elezioni si terranno i prossimi 22, 23 e 24 settembre.

Continua a leggere

In rilievo

error: Contenuto Protetto