Collegati con noi

In Evidenza

Da parto pretermine a diabete, svelato il ruolo del microbiota

amministratore

Pubblicato

del

Dal parto pretermine a malattie intestinali e diabete: sono solo alcuni dei problemi di salute cui contribuisce anche la costellazione di microrganismi parte integrante del nostro corpo, nei distretti corporei più disparati, dalla pelle all’intestino. A puntare l’obiettivo sul microbiota sono tre studi pubblicati sulle riviste Nature e Nature Medicine, tutti svolti nell’ambito del progetto integrato ‘Microbioma Umano’, uno sforzo enorme che punta a catalogare i codici genetici dei microrganismi ospiti nel corpo umano fondamentali per la nostra salute. Il primo lavoro è stato diretto da Curtis Huttenhower della Harvard T.H. Chan School of Public Health e Massachusetts Institute of Technology a Boston. Studiando e confrontando il genoma e l’assortimento dei microrganismi intestinali di 132 individui sani e con malattie intestinali infiammatorie, il progetto ha portato alla luce una miriade di informazioni sul microbiota intestinale. In particolare è emerso che squilibri e modifiche della sua composizione inneschino una reazione immunitaria e infiammatoria improprie da parte dell’organismo, finendo per danneggiare le pareti intestinali e contribuendo a malattie infiammatorie del colon, come morbo di Crohn e colite ulcerosa. Lo studio aiuterà a sviluppare nuove terapie basate sul ripristino di una sana flora intestinale, nonché anche a migliorare la diagnosi e la prevenzione di queste malattie.

Nel secondo lavoro Michael Snyder della Stanford University School of Medicine, in California ha analizzato e confrontato il microbioma di 106 individui sani e con prediabete, una condizione metabolica che spesso sfocia nel diabete vero e proprio e che, se venisse individuata e contrastata tempestivamente, potrebbe invece consentire di prevenire il diabete stesso. Sono emerse differenze nel microbioma intestinale di individui con prediabete e non, e soprattutto in 4 anni di monitoraggio dei pazienti sono state documentate modifiche del microbioma associate con lo sviluppo del diabete; cosa che potrebbe migliorare la diagnosi precoce della malattia. Nell’ultimo studio il gruppo di Gregory Buck del Virginia Commonwealth University a Richmond ha scoperto che alcuni microrganismi del microbiota vaginale potrebbero avere un ruolo nel rischio di parto prematuro, che riguarda oltre il 10% delle gravidanze nel mondo. Gli esperti hanno studiato il microbiota vaginale di 1.527 gestanti evidenziando che la composizione dei microbiota delle donne che hanno avuto un parto pretermine è diversa, ad esempio presenta un deficit di specie quali Lactobacillus crispatus, gia’ note per il loro ruolo vantaggioso per la salute della donna, e un eccesso di batteri nocivi. In futuro l’analisi del microbiota vaginale potrebbe essere usata a inizio gravidanza per predire chi e’ a rischio di parto pretermine.

 

Advertisement

Economia

Libra, Zuckerberg: non sarà lanciato nel mondo senza ok Usa

Avatar

Pubblicato

del

Il progetto Libra non partira’ nel mondo senza prima il consenso degli Stati Uniti. Lo ha detto Mark Zuckerberg nel testo che presentera’ domani al Congresso. Il fondatore di Facebook ritardera’ il lancio della moneta digitale fino – ha sottolineato – a quando non saranno affrontati i nodi normativi sollevati dal Congresso. “Voglio essere chiaro – si legge nel testo – Facebook non fara’ parte del lancio del sistema di pagamenti di Libra in nessuna parte nel mondo finche’ i regolatori degli Usa non approveranno”.

Continua a leggere

In Evidenza

Champions, Ancelotti carica il suo Napoli: col Salisburgo ci giochiamo tanto, voglio coraggio e 3 punti

Avatar

Pubblicato

del

Elogi al Salisburgo. “Bella squadra, ha iniziato bene la stagione, hanno cambiato molti giocatori, mantenendo la stessa idea di gioco, un calcio intenso e veloce. In queste due gare ci si gioca molto, loro hanno dimostrato di essere una squadra che può lottare per la qualificazione. Queste due partite rivestono molta importanza per la qualificazione nel gruppo”. Parla Carlo Ancelotti, tecnico del Napoli, alla vigilia della sfida in casa del Salisburgo. È la terza giornata della fase a gironi di Champions League. “Voglio vedere una squadra coraggiosa, che dà tutto quello che ha. E’ una partita che si giocherà con molta intensità”, ha spiegato Ancelotti. “Voglio vedere coraggio, idee, voglia di fare e di comandare la partita. Un Napolicoraggioso e presente che – ha sottolineato – sfrutta le sue qualità a livello individuale e collettivo per superare una squadra che da inizio stagione sta facendo molto bene”.

L’elogio all’attacco del Salisburgo. “Ottimi calciatori, attacco pericoloso, hanno atleti con caratteristiche e qualità che si combinano”, ha avvertito Ancelotti. “Sono bravi nel gioco stretto e nel contrattacco. Dovremo prestare attenzione”. Su Lozano, ha aggiunto: “Sta bene, ha preso botta in nazionale ma si è subito allenato. Domani darà sicuramente il suo contributo”. Quanto a Milik, l’allenatore ha chiarito: “Quando è stato bene, ha sempre avuto spazio. Ora sta bene, è ritrovato, non vi dico se gioca dal 1′ ma potrebbe”. “Se vedo più positività? La squadra ha lavorato bene, l’ambiente è tranquillo. Siamo tutti per cercare di dare il massimo delle nostre possibilità”, ha continuato Ancelotti. “Ho fiducia che possiamo fare i tre punti. Sarà una gara ad alta intensità, i cambi possono risultare determinanti e decisivi”.

In trasferta “c’è sempre il rischio di essere intimoriti. Ma bisogna imporre il gioco e attraverso di esso determinare la prestazione. Il Napoli vince solo se mostra le sue qualità, che sono tante. I tre punti sono di fondamentale importanza”. “Se sono contento dell’ambiente intorno a me? Sono molto felice – ha assicurato Ancelotti – quando sto in questo mondo, è la mia passione sin da quando avevo 10 anni e continua ad esserlo, nonostante un ambiente che a volte non mi entusiasma… Ma c’è il lavoro sul campo, le partite da vedere, le formazioni da fare. E’ tutto molto interessante”.

Continua a leggere

Cronache

La Guardia Costiera salva un cane in mare che stava affogando

Avatar

Pubblicato

del

La Guardia Costiera di Ravenna ha salvato in mare un cane in balia delle correnti. E’ successo nel pomeriggio di ieri quando la sala operativa della capitaneria di porto ha ricevuto una richiesta di soccorso da parte del padrone dell’animale. L’uomo ha spiegato che i suoi due cani, di razza setter, si erano gettati in acqua nel tratto a nord delle dighe foranee di Porto Corsini e che entrambi erano in difficolta’. E’ intervenuto un battello veloce che ha recuperato una femmina, ‘Mia’, mentre l’altro cane era riuscito autonomamente a raggiungere la riva.

 

Continua a leggere

In rilievo