Collegati con noi

Corona Virus

Coronavirus, in Francia il primo morto in Europa. È un turista cinese di 80 anni

Avatar

Pubblicato

del

Il Coronavirus uccide anche in Europa: è morto un turista cinese che era ricoverato in Francia dalla fine di gennaio: è la prima morte fuori dall’Asia. La notizia della morte dell’uomo, che aveva 80 anni, è stata data dalla ministra della Salute francese Agnès Buzyn.

Negli ultimi giorni – ha spiegato la titolare del dicastero della salute- le sue condizioni erano molto peggiorate.
Il turista era ricoverato all’ospedale Bichat di Parigi ed era uno degli 11 casi di nuovo coronavirus confermati fino a questo momento in Francia dove i ricoverati sono sei perché quattro persone sono guarite e sono state dimesse.

Advertisement

Corona Virus

Istituto Zooprofilattico, Limone: facciamo 700 tamponi al giorno grazie all’aiuto gratis di un laboratorio privato, e allora?

Avatar

Pubblicato

del

No alle polemiche, sì ad una strategia integrata di approvvigionamento. Ecco come l’Istiuto Zooprofilattico di Portici fa 700 tamponi al giorno. Rispondono così alle polemiche di queste ore sui rapporti con un laboratorio privato, sulle collaborazioni in tempi di epidemia.

Come siete riusciti a compiere questo sforzo?
In una crisi sanitaria dalle conseguenze senza precedenti, in cui ogni giorno ci ritroviamo a compiere scelte difficili a  tutela del più alto diritto alla Salute, scopriamo questa mattina che non è solo dalla minaccia invisibile di un virus che dobbiamo difenderci, ma anche da chi mistifica, gettando ombre sul nostro operato.
Da dove nasce la sua amarezza?
L’IZSM, in quanto ente di sanità pubblica, è dotato di un laboratorio di bio-sicurezza di livello 3 , dotato di macchine per l’estrazione e l’indentificazione di RNA dei virus e, come tutti i laboratori italiani ed europei, deve ricorrere per le forniture del materiale di consumo alle ditte che producono queste tecnologie.  Questi approvvigionamenti, in condizioni normali, sono garantiti senza problemi.  Con l’esplosione dell’emergenza da Covid-19 è partita la corsa selvaggia per accaparrarsi i  kit per le analisi dei tamponi ed i macchinari. Il mercato è andato in sofferenza perché  in tutto il mondo c’è bisogno di questi strumenti e la Campania, così come le altre regioni d’Italia, sta facendo i conti con un grave problema di approvvigionamento.  Intuendo che si sarebbe andati incontro ad una carenza di  reagenti e di macchinari e, visto il protrarsi dei tempi di attesa degli ordini, l’IZSM già alcune settimane fa ha adottato una precisa strategia, rivolgendosi alla AB-Analitic, azienda italiana dalla quale avevamo già acquistato i macchinari mesi fa per condurre altri studi clinici e screening regionali quali l’HPV ed altre attività.

E allora?
Le spiego: la AB-Analitic, ha in dotazione le macchine con le quali riesce in maniera dinamica a creare dei kit di estrazione anche per virus nuovi, consentendo di effettuare 800 analisi di tamponi al giorno.  Abbiamo quindi ottenuto la consegna di tutte le macchine che gìà avevamo comprato precedentemente e ci siamo assicurati la fornitura di kit, ma dovevamo individuare un laboratorio dove metterle in funzione. In pochissimo tempo abbiamo preparato un protocollo d’intesa con Ceinge e ASL di Salerno che individuava nel laboratorio di classe tre dell’Ospedale di Eboli la sede di destinazione del macchinario e per condurre attività diagnostica per i tamponi e per l’ attività di ricerca su un farmaco.
Ottenuto un consenso formale del direttore Iervolino abbiamo sollecitato, non senza difficoltà, la consegna del materiale acquistato e nel  frattempo, il 24 marzo, quando la macchina è arrivata, non avendo avuto più riscontro dall’ASL di Salerno in relazione alla firma della convenzione per l’utilizzo condiviso del laboratorio dell’ospedale di Eboli, abbiamo dovuto fare altro.

E cioè?
L’emergenza non conosce i tempi della burocrazia e noi, con le macchine ed i kit fermi sui furgoni, non potevamo attendere oltre. Abbiamo incassato, pertanto, la disponibilità del laboratorio AMES, che  già in virtù di una gara europea si era aggiudicato, nel dicembre 2019, i servizi delle attività di analisi indetta dall’izsm nel settembre dello stesso anno. Aggiungiamo che nelle more del contratto che si è sottoscritto a marzo, dopo le opportune verifiche amministrative, abbiamo ricevuto da AMES la disponibilità gratuita degli spazi per l’emergenza covid-19.

Da qui nasce la notizia che l’izs del Mezzogiorno utilizza un laboratorio privato?
Un Laboratorio privato che a titolo gratuito ci offre solo la struttura però. Ma certo non abbiamo lavorato in modo clandestino perché abbiamo inviato, preventivamente,  tutte le comunicazioni dovute al Ministero della Salute e alla Regione Campania. Quindi le macchine sono state consegnate al laboratorio Ames di Casalnuovo con una importante precisazione, però, che l’IZSM ha eseguito gli esami lì con proprie macchine, con propri kit e materiali di consumo e con il proprio personale specializzato.

Ames che cosa ci guadagna però in questa storia?
Niente nemmeno un centesimo.

Non c’è niente di strano in questo rapporto?
Bah? Mi piacerebbe qualcuno lo spiegasse.

Continua a leggere

Corona Virus

Torna Agorà, Serena Bortone parla di pandemia con politici, giornalisti e scienziati: dagli Usa sarà collegato Antonio Giordano

Avatar

Pubblicato

del

Torna domani, lunedì 6 aprile, il programma del mattino di Rai3, Agorà, condotto da Serena Bortone. Dalle 8 alle 10 si parlerà, ovviamente, di coronavirus, della emergenza sanitaria in Italia, del momento delicato che sta attraversando il paese e di come il Covid 19 sta colpendo il mondo intero, mettendo in difficoltà gli Usa, dove Donald Trump, a New York, ha schierato l’esercito. Gli ospiti di Agorà saranno, Pierpaolo Sileri, viceministro della Salute – M5S; Maurizio Martina, Partito Democratico; Giulio Gallera, assessore al Welfare Regione Lombardia; Stefano Bonaccini, presidente Regione Emilia Romagna – PD; Maurizio Gasparri, Forza Italia; Marco Marsilio, presidente Regione Abruzzo – FDI; Maurizio Molinari, direttore La Stampa.  Sin qui il parterre della politica e del giornalismo. Ci saranno poi gli scienziati che proveranno a far capire a che punto è il contagio e come lo si sta combattendo. Ci saranno Giuseppe Remuzzi – direttore Istituto Mario Negri; Eleonora Lombardi, infermiera Ospedale Maggiore Bologna; Nicola Cilloni, responsabile Terapia Intensiva Ospedale Maggiore Bologna e dagli Usa,  Antonio Giordano, ricercatore e direttore dello Sbarro Institute di Philadelphia che spiegherà la situazione sempre più difficile negli States,  le scelte del virologo capo della Casa Bianca, Anthony Fauci, e le sperimentazioni di un vaccino a Pittsburgh da parte di un ricercatore italiano, Andrea Gambotto, barese ma da anni come Giordano negli States.

 

Lunedì 6 aprile, dalle 8 alle 10, Agorà, Rai 3

Continua a leggere

Corona Virus

Contagio sotto controllo in Campania, ma ecco il bilancio di sangue: 189 morti e 3068 contagiati

Avatar

Pubblicato

del

L’Unità di Crisi della Regione Campania comunica che sono pervenuti i seguenti dati:

– Ospedale Cotugno di Napoli: 406 tamponi di cui 20 positivi;

– Ospedale Ruggi di Salerno: 203 tamponi di cui 23 positivi;

– Ospedale Sant’Anna di Caserta: 99 tamponi di cui 3 positivi;

– ASL di Caserta presidi di Aversa e Marcianise: 92 tamponi di cui 12 positivi;

– Ospedale Moscati di Avellino: 94 tamponi di cui 17 positivi;

– Ospedale San Paolo di Napoli: 17 tamponi di cui 2 positivi;

– Azienda Universitaria Federico II: 125 tamponi di cui 5 positivi;

– Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno: 178 tamponi di cui 1 positivo;

– Ospedale di Nola: 170 tamponi di cui 20 positivi;

– Ospedale di Eboli: 61 tamponi di cui 5 positivi.

  • Positivi di oggi: 108
  • deceduti 199
  • Tamponi di oggi: 1.445
  • Totale complessivo positivi Campania: 3.068
  • Totale complessivo tamponi Campania: 24.584

 

Continua a leggere

In rilievo